NAT OFFICE – christian gasparini architect

0522 406383

HDBV – housedouble quattro castella

la residenza si costruisce su un rapporto di osmosi con il paesaggio circostante. l’edificio esistente, probabilmente costruito negli anni ’70, non si occupa minimamente di costruire un rapporto con il paesaggio, ma anzi si pone come oggetto a sé di edilizia ordinaria di scarsa qualità.

l’idea di progetto al contrario, partendo dal dato di fatto costruttivo, materico, strutturale, volumetrico e di orientamento, “capovolge” il fabbricato, facendo entrare in esso il paesaggio circostante, ridefinendo una “scatola” costruttiva aderente all’esistente, ma completamente nuova nelle dinamiche visive e fisico-percettive instaurate con il contesto.

il fabbricato viene ampliato, costruendo un nuovo involucro, contenitore dell’esistente, a sbalzo dal piano terra in modo differenziato a seconda dei fronti, che lavora per addizione/sottrazione rispetto ai volumi esistenti. il carattere precipuo del fabbricato è la sua doppiezza volumetrica, essendo generato da due volumi giustapposti e leggermente variati fra loro, che individuano, anche dal punto di vista dei livelli interni, due parti, forse affiancate in epoche successive.

tutti gli spazi interni ed esterni, aperti e chiusi, coperti e scoperti, si costruiscono in funzione del paesaggio, per accedervi percettivamente dalla casa o per immettervi la casa in una continua dialettica esterno/interno, configurando un sistema bioclimatico e sostenibile di volumi, trasparenze, affacci, frangisole, coperture e materiali.

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

  • HDBV – housedouble quattro castella

Admin-Area