grecoarchitetture

grecoarchitetture

edit edit in admin Richiedi recensione Nuovo Progetto Edit project Aggiungi foto
grecoarchitetture
grecoarchitetture
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Inviato!
Questo professionista ti risponderà il prima possibile!

casa A

Volutamente contemporanea, ed immersa nello splendido paesaggio etneo, casa A, fa della continuità visiva tra l’articolato spazio interno e l’orizzonte esterno, il suo punto di forza. La dove domina la tensione volumetrica, segnata dal piccolo patio d’ingresso, ha inizio l’esperienza spaziale data dall’aggregazione geometrica dei tre quadrati planimetrici. Certamente condizionato dalle preesistenze naturali del lotto, il progetto, guarda a queste come risorse per aumentare la vivibilità dell’ambiente interno, ed affida all’elemento trasparente delle vetrate, l'amplificazione del benessere di chi vi abita.

Località
Acireale
  • casa A: Giardino in stile in stile Moderno di grecoarchitetture

    casa A

    Posta sulla parte alta del lotto, Casa A nasce dalla revisione ad un progetto precedente, di cui mantiene  l’impianto planimetrico. Immersa nel verde privato, gode ad Ovest della presenza maestosa del vulcano Etna e ad Est della costa jonica. Il linguaggio architettonico dichiaratamente contemporaneo, vuole mettere in stretta relazione l'architettura costruita con il luogo dove si inserisce, cercando di amplificare il rapporto con la luce ed i colori del paesaggio verde circostante. Tre quadrati,  sfalsati tra loro, dettano la disposizione degli ambienti interni dei piani posti a quota giardino e al primo livello. In alzato l'edificio  è caratterizzato da una gerarchia chiara di volumi che seguono la geometria di base; ad una elevazione fuori terra è il corpo posto a sud del complesso architettonico, mentre a due livelli i restanti volumi. L'ingresso alla casa, volutamente posto nel punto di maggior compressione geometrica dei volumi, avviene per mezzo di un telaio in cemento armato, il quale delimita un piccolo patio quadrato che amplifica lo spazio d'accoglienza interno. La cromia scelta per il progetto è il bianco delle pareti esterne, e il color legno del volume aggettante caratterizzato dal brisoleil a lamelle verticali, posto a sud-ovest del corpo più alto. Altri colori sono demandati alle finiture orizzontali dei pavimenti dei terrazzi e alle soglie in pietra lavica grezza dei varchi e delle copertine dei muri. Lo splendido panorama in cui si immerge il progetto, marcato dalla presenza nel lotto di grandi pini e querce,  ha dettato l’utilizzo di ampie vatrate, garantendo così continuità tra interno ed esterno. L’ interno, caratterizzato dalla continuità spaziale della zona giorno, è segnato da una doppia altezza che dilata lo spazio in verticale e dalla continuità materica delle superfici grigie del pavimento. Eccezione cromatica all’interno della grande superficie bianca delle pareti è data dalla scala metallica che connette il piano terra al primo, di colore rosso, e dai colori caldi, della zona notte, più intima e frammentata.

  • casa A: Ingresso & Corridoio in stile  di grecoarchitetture

    casa A

    Posta sulla parte alta del lotto, Casa A nasce dalla revisione ad un progetto precedente, di cui mantiene  l’impianto planimetrico. Immersa nel verde privato, gode ad Ovest della presenza maestosa del vulcano Etna e ad Est della costa jonica. Il linguaggio architettonico dichiaratamente contemporaneo, vuole mettere in stretta relazione l'architettura costruita con il luogo dove si inserisce, cercando di amplificare il rapporto con la luce ed i colori del paesaggio verde circostante. Tre quadrati,  sfalsati tra loro, dettano la disposizione degli ambienti interni dei piani posti a quota giardino e al primo livello. In alzato l'edificio  è caratterizzato da una gerarchia chiara di volumi che seguono la geometria di base; ad una elevazione fuori terra è il corpo posto a sud del complesso architettonico, mentre a due livelli i restanti volumi. L'ingresso alla casa, volutamente posto nel punto di maggior compressione geometrica dei volumi, avviene per mezzo di un telaio in cemento armato, il quale delimita un piccolo patio quadrato che amplifica lo spazio d'accoglienza interno. La cromia scelta per il progetto è il bianco delle pareti esterne, e il color legno del volume aggettante caratterizzato dal brisoleil a lamelle verticali, posto a sud-ovest del corpo più alto. Altri colori sono demandati alle finiture orizzontali dei pavimenti dei terrazzi e alle soglie in pietra lavica grezza dei varchi e delle copertine dei muri. Lo splendido panorama in cui si immerge il progetto, marcato dalla presenza nel lotto di grandi pini e querce,  ha dettato l’utilizzo di ampie vatrate, garantendo così continuità tra interno ed esterno. L’ interno, caratterizzato dalla continuità spaziale della zona giorno, è segnato da una doppia altezza che dilata lo spazio in verticale e dalla continuità materica delle superfici grigie del pavimento. Eccezione cromatica all’interno della grande superficie bianca delle pareti è data dalla scala metallica che connette il piano terra al primo, di colore rosso, e dai colori caldi, della zona notte, più intima e frammentata.

  • casa A: Terrazza in stile  di grecoarchitetture

    casa A

    Posta sulla parte alta del lotto, Casa A nasce dalla revisione ad un progetto precedente, di cui mantiene  l’impianto planimetrico. Immersa nel verde privato, gode ad Ovest della presenza maestosa del vulcano Etna e ad Est della costa jonica. Il linguaggio architettonico dichiaratamente contemporaneo, vuole mettere in stretta relazione l'architettura costruita con il luogo dove si inserisce, cercando di amplificare il rapporto con la luce ed i colori del paesaggio verde circostante. Tre quadrati,  sfalsati tra loro, dettano la disposizione degli ambienti interni dei piani posti a quota giardino e al primo livello. In alzato l'edificio  è caratterizzato da una gerarchia chiara di volumi che seguono la geometria di base; ad una elevazione fuori terra è il corpo posto a sud del complesso architettonico, mentre a due livelli i restanti volumi. L'ingresso alla casa, volutamente posto nel punto di maggior compressione geometrica dei volumi, avviene per mezzo di un telaio in cemento armato, il quale delimita un piccolo patio quadrato che amplifica lo spazio d'accoglienza interno. La cromia scelta per il progetto è il bianco delle pareti esterne, e il color legno del volume aggettante caratterizzato dal brisoleil a lamelle verticali, posto a sud-ovest del corpo più alto. Altri colori sono demandati alle finiture orizzontali dei pavimenti dei terrazzi e alle soglie in pietra lavica grezza dei varchi e delle copertine dei muri. Lo splendido panorama in cui si immerge il progetto, marcato dalla presenza nel lotto di grandi pini e querce,  ha dettato l’utilizzo di ampie vatrate, garantendo così continuità tra interno ed esterno. L’ interno, caratterizzato dalla continuità spaziale della zona giorno, è segnato da una doppia altezza che dilata lo spazio in verticale e dalla continuità materica delle superfici grigie del pavimento. Eccezione cromatica all’interno della grande superficie bianca delle pareti è data dalla scala metallica che connette il piano terra al primo, di colore rosso, e dai colori caldi, della zona notte, più intima e frammentata.

  • casa A: Ingresso & Corridoio in stile  di grecoarchitetture

    casa A

    Posta sulla parte alta del lotto, Casa A nasce dalla revisione ad un progetto precedente, di cui mantiene  l’impianto planimetrico. Immersa nel verde privato, gode ad Ovest della presenza maestosa del vulcano Etna e ad Est della costa jonica. Il linguaggio architettonico dichiaratamente contemporaneo, vuole mettere in stretta relazione l'architettura costruita con il luogo dove si inserisce, cercando di amplificare il rapporto con la luce ed i colori del paesaggio verde circostante. Tre quadrati,  sfalsati tra loro, dettano la disposizione degli ambienti interni dei piani posti a quota giardino e al primo livello. In alzato l'edificio  è caratterizzato da una gerarchia chiara di volumi che seguono la geometria di base; ad una elevazione fuori terra è il corpo posto a sud del complesso architettonico, mentre a due livelli i restanti volumi. L'ingresso alla casa, volutamente posto nel punto di maggior compressione geometrica dei volumi, avviene per mezzo di un telaio in cemento armato, il quale delimita un piccolo patio quadrato che amplifica lo spazio d'accoglienza interno. La cromia scelta per il progetto è il bianco delle pareti esterne, e il color legno del volume aggettante caratterizzato dal brisoleil a lamelle verticali, posto a sud-ovest del corpo più alto. Altri colori sono demandati alle finiture orizzontali dei pavimenti dei terrazzi e alle soglie in pietra lavica grezza dei varchi e delle copertine dei muri. Lo splendido panorama in cui si immerge il progetto, marcato dalla presenza nel lotto di grandi pini e querce,  ha dettato l’utilizzo di ampie vatrate, garantendo così continuità tra interno ed esterno. L’ interno, caratterizzato dalla continuità spaziale della zona giorno, è segnato da una doppia altezza che dilata lo spazio in verticale e dalla continuità materica delle superfici grigie del pavimento. Eccezione cromatica all’interno della grande superficie bianca delle pareti è data dalla scala metallica che connette il piano terra al primo, di colore rosso, e dai colori caldi, della zona notte, più intima e frammentata.

  • casa A: Case in stile in stile Moderno di grecoarchitetture

    casa A

    Posta sulla parte alta del lotto, Casa A nasce dalla revisione ad un progetto precedente, di cui mantiene  l’impianto planimetrico. Immersa nel verde privato, gode ad Ovest della presenza maestosa del vulcano Etna e ad Est della costa jonica. Il linguaggio architettonico dichiaratamente contemporaneo, vuole mettere in stretta relazione l'architettura costruita con il luogo dove si inserisce, cercando di amplificare il rapporto con la luce ed i colori del paesaggio verde circostante. Tre quadrati,  sfalsati tra loro, dettano la disposizione degli ambienti interni dei piani posti a quota giardino e al primo livello. In alzato l'edificio  è caratterizzato da una gerarchia chiara di volumi che seguono la geometria di base; ad una elevazione fuori terra è il corpo posto a sud del complesso architettonico, mentre a due livelli i restanti volumi. L'ingresso alla casa, volutamente posto nel punto di maggior compressione geometrica dei volumi, avviene per mezzo di un telaio in cemento armato, il quale delimita un piccolo patio quadrato che amplifica lo spazio d'accoglienza interno. La cromia scelta per il progetto è il bianco delle pareti esterne, e il color legno del volume aggettante caratterizzato dal brisoleil a lamelle verticali, posto a sud-ovest del corpo più alto. Altri colori sono demandati alle finiture orizzontali dei pavimenti dei terrazzi e alle soglie in pietra lavica grezza dei varchi e delle copertine dei muri. Lo splendido panorama in cui si immerge il progetto, marcato dalla presenza nel lotto di grandi pini e querce,  ha dettato l’utilizzo di ampie vatrate, garantendo così continuità tra interno ed esterno. L’ interno, caratterizzato dalla continuità spaziale della zona giorno, è segnato da una doppia altezza che dilata lo spazio in verticale e dalla continuità materica delle superfici grigie del pavimento. Eccezione cromatica all’interno della grande superficie bianca delle pareti è data dalla scala metallica che connette il piano terra al primo, di colore rosso, e dai colori caldi,

    della zona notte, più intima e frammentata.

Admin-Area