Ristrutturazione Palazzetto ottocentesco – Sorso 2011. di Officina29_ARCHITETTI | homify
Cambia la foto del profilo
Cambia la copertina
Officina29_ARCHITETTI
Officina29_ARCHITETTI

Officina29_ARCHITETTI

edit edit in admin Richiedi recensione Nuovo Progetto
Cambia la copertina
Edit project Aggiungi foto
Officina29_ARCHITETTI
Officina29_ARCHITETTI
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Inviato!
Questo professionista ti risponderà il prima possibile!

Ristrutturazione Palazzetto ottocentesco – Sorso 2011.

Il fabbricato da ristrutturare, in questo caso, è un palazzetto risalente alla seconda metà dell'ottocento, situato nel centro storico della città di Sorso.

Caratterizzato da un ingresso imponente a pianta rettangolare, con volte a vela, in cui è inserita una scala su archi rampanti. La struttura di questa scala dà ampia importanza all'atrio di ingresso e di conseguenza all'intero fabbricato, anche grazie alla presenza di materiali di pregio quali una pavimentazione a scacchiera in marmo di Carrara e bardiglio, soglie in marmo di Carrara, ringhiera in ferro lavorato con corrimano in legno, e all'ultimo piano invece soglie in ardesia.

Il primo piano, considerabile come “piano nobile”, è caratterizzato da una pianta rettangolare che si affaccia all'esterno su tre lati, in cui erano presenti elementi di pregio, come una pavimentazione in cementine esagonali policrome e volte a padiglione decorate. Il secondo piano invece, non veniva utilizzato dai proprietari precedenti, ed essendo un sottotetto, quindi dallo scarso valore architettonico e storico, offriva più libertà progettuale. Era ancora presente però la pavimentazione in cotto originale dell'epoca.

Il progetto ha tenuto conto della forte connotazione storica e architettonica dell'edificio: la suddivisione netta degli spazi è stata mantenuta come in origine, tentando però di ricucire quegli ambienti al fine di metterli in comunicazione e di ampliare la percezione dello spazio.

Le nuove aperture nelle murature esistenti, con tagli rettangolari e circolari, sono elementi dal forte carattere contemporaneo e si contrappongono visibilmente all'esistente, valorizzandolo e garantendo una migliore fruibilità e funzionalità all'abitazione.

Al primo piano, durante i lavori di ripristino degli intonaci sono rinvenute particolari decorazioni a secco, in seguito all'asportazione degli strati superficiali di pittura, risalenti a ristrutturazioni successive, visibili nel soggiorno, ad esempio, offrono una caratterizzazione unica agli ambienti.

Il primo piano è quindi composto da un soggiorno, uno studiolo, un bagno, la camera padronale e una camera destinata a cabina armadio con bagno annesso.

Le pareti del bagno padronale hanno subito un primo trattamento di restauro attraverso la pulitura delle decorazioni e l'asportazione di parti incongrue, successivamente si è tentato di restituire la cromaticità originale alle decorazioni e per concludere è stato applicato uno strato di resina trasparente al fine di garantire un'adeguata protezione e impermeabilizzazione.

All'ultimo piano invece è stato possibile intervenire maggiormente date le condizioni in cui versava il sottotetto. È stata mantenuta e ripristinata la pavimentazione originale e sono stati realizzati quattro ambienti: una cucina contemporanea che si affaccia sulla terrazza, una palestra con bagno e sauna, una zona relax ed una camera per gli ospiti.

L'approccio tenuto nei confronti delle preesistenze è quello di contrapporvi materiali fortemente contemporanei al fine di rendere evidente l'evoluzione tra ciò che è stato e ciò che è oggi. In questo modo è possibile trovare in contrapposizione: il pavimento in cucina in cotto originale, annerito e vissuto, con la pavimentazione in resina della zona palestra, la porta in legno e ferro recuperata dal sottotetto e reinserita al suo posto, con il foro circolare nel muro portante dichiaratamente contemporaneo.

Admin-Area