Countryside Villa di Officina29_ARCHITETTI | homify
Cambia la foto del profilo
Cambia la copertina
Officina29_ARCHITETTI
Officina29_ARCHITETTI

Officina29_ARCHITETTI

edit edit in admin Richiedi recensione Nuovo Progetto
Cambia la copertina
Edit project Aggiungi foto
Officina29_ARCHITETTI
Officina29_ARCHITETTI
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Inviato!
Questo professionista ti risponderà il prima possibile!

Countryside Villa

Il fabbricato esistente, realizzato agli inizi degli anni '90, si presentava privo di un qualsiasi valore architettonico e storico e, nonostante la presenza nel terreno di un frutteto eterogeneo, di diverse specie arboree e di un ampio giardino, la villa è stata realizzata senza tener conto di quella che è la caratteristica più significativa delle residenze in agro, ovvero il contesto naturale nel quale sono inserite. La posizione ravvicinata degli arbusti al fabbricato, inoltre, costituiva un fronte che limitava nettamente la percezione della profondità della campagna.

Al suo interno la metratura destinata alla zona notte era di gran lunga superiore rispetto a quella destinata alla zona giorno e i materiali utilizzati di scarsa qualità.

Il progetto si sviluppa su tre fronti: ristabilire la giusta proporzione tra zona giorno e zona notte, garantire una relazione diretta tra ambiente interno ed esterno, organizzare le aree verdi adiacenti.

Un asse principale – riconoscibile mediante il rivestimento in legno di rovere – definisce una separazione netta tra zona giorno e zona notte, e allo stesso tempo genera dei veri e propri canali prospettici, i quali esortano lo sguardo dell'osservatore a volgersi verso l'esterno.

La zona giorno è costituita da tre aree distinte che si susseguono tra loro attraverso la presenza di vere e proprie quinte, atte a separare visivamente e fisicamente il soggiorno, la sala da pranzo e la cucina, ma che allo stesso tempo consentono la percezione di un unico ambiente, il quale, mediante le ampie vetrate, appare luminoso, dilatato e in continua comunicazione con l'esterno.

La zona notte, alla quale si accede attraverso l'asse principale, risulta riservata, separata dalla zona giorno, e si affaccia su un bosco di lecci, piantumato al fine di schermare l'abitazione dall'ingresso alla proprietà e di garantire una maggiore intimità alla zona notte, costituita da una camera matrimoniale con cabina armadio e bagno privato, un bagno per gli ospiti, e due camere con bagno adiacente.

I materiali utilizzati all'interno dell'abitazione sono volutamente naturali, per richiamare questa importante relazione con l'ambiente esterno: come il legno, essenza di rovere utilizzato anche per rivestire una parete della camera padronale, e una pietra locale levigata sul posto, marmo di Orosei, con il quale è stato realizzato il piano della penisola della cucina, costituito da un'unica lastra che si estende alla veranda fronte stante.

Di fondamentale importanza in questo progetto è lo studio delle aree verdi che settorializzano e organizzano lo spazio in quattro diverse scenografie alla villa: all'ingresso della proprietà il bosco di lecci garantisce la riservatezza al fabbricato schermandolo dall'esterno. Procedendo, nella seconda quinta si ha l'accesso all'abitazione e un giardino tropicale privato. La terza area, quella su cui si affaccia la zona giorno, è costituita da una distesa di prato verde, da cui gli arbusti esistenti che incombevano sull'abitazione sono stati rimossi e trapiantati lungo il confine, al fine di garantire all'osservatore una visione più in profondità. Infine un'ultima area destinata al frutteto esistente.

Admin-Area