Solidi Platonici di SLOW WOOD - The Wood Expert | homify
Cambia la foto del profilo
Cambia la copertina
SLOW WOOD – The Wood Expert
SLOW WOOD – The Wood Expert

SLOW WOOD – The Wood Expert

edit edit in admin Richiedi recensione Nuovo Progetto
Cambia la copertina
Edit project Aggiungi foto
SLOW WOOD – The Wood Expert
SLOW WOOD - The Wood Expert
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Inviato!
Questo professionista ti risponderà il prima possibile!

Solidi Platonici

Non semplici oggetti di arredo, ma espressione di una vera e propria filosofia che riporta antichi significati sposandoli con un design nuovo ed elegante. Quattro elementi di arredo che al loro interno nascondono meccanismi per il movimento, giochi di luci e ombre, cassetti segreti azionati a forza magnetica e molto altro ancora.

Come i poliedri (dal greco polys “molti” ed “edra” faccia) erano abbinati ai 4 elementi naturali (fuoco, terra, aria, acqua), anche i mobili mantengono un legame con la natura e ne contengono una piccola parte, conservando la loro forma geometrica originaria.

Realizzati secondo le tecniche artigianali, i quattro elementi si presentano così come arredi semplici ma d'impatto, richiamando in tutte le loro caratteristiche gli elementi ancestrali voluti da Platone.

Combinando diversi materiali, primo fra tutti il legno, nascono oggetti capaci di richiamare l'unicità del loro essere ma senza dimenticare un estetica moderna ed un ottima praticità. La realizzazione degli oggetti costringe quindi, alla loro lavorazione secondo un calcolo matematico preciso ma senza mai dimenticare la loro destinazione finale e la possibilità di essere modificati secondo le esigenze.

I SOLIDI

Tetraedro - FUOCO (Lampada)

Il primo dei solidi è il tetraedro, 4 facce a triangolo equilatero.

Platone lo associava al fuoco per la sua penetrante acuità dei vertici, e perchè è il più semplice e fondamentale tra i solidi regolari.

I greci conoscevano il tetraedro anche con il nome di pyrάmis, da cui deriva la parola “piramide”: curiosamente infatti greco “fuoco” si dice pŷr.

Nella nostra serie questo solido si trasforma in una lampada che si accende di rosso lasciando trasparire dai sottili lati in ciliegio una luce molto calda che richiama quella del focolare.

L'interno è costituito da una struttura in faggio rinforzato da una colata di resina naturale che diffonde la luce in tutta la superficie dei lati.

I lati misurano 31,4 cm che ricordano il pi greco, numero essenziale per la costruzione dei triangoli e quindi di tutti i solidi regolari.

Esaedro – TERRA (Tavolino)

Il secondo solido è l'esaedro o più comunemente detto cubo.

Per la stabilità delle sue basi Platone lo associò alla terra.

Nella nostra serie lo abbiamo identificato in un tavolino con 4 cassetti che rappresentano i punti cardinali.

All'interno, esso nasconde un meccanismo magnetico creato su misura che permette di aprire i cassetti tramite lo sfregamento una piccola chiave magnetica in un determinato punto dei lati.

Il legno utilizzato per la costruzione di questo solido è il rovere che con il suo aspetto maestoso e imponente trasmette un senso di stabilità e contatto con la terra.

La misura del tavolino è uguale al volume della terra diviso 12 (numero dei lati del cubo per trasformare la sfera in un cubo) ed è uguale al volume del tavolo in un rapporto di 10 alla 30sima volte in meno ovvero 448,6mm

Ottaedro – ARIA (Portaoggetti)

Veniamo poi all'ottaedro, un oggetto che capovolge l'idea dell'arredo classico perchè sospeso nell'aria e utilizzabile come portaoggetti o come scrigno segreto, posizionabile secondo le esigenze. Platone lo considerava intermedio tra il tetraedro, o fuoco e l'icosaedro, o acqua , perciò lo assegnava all'elemento aria. Costruito da otto facce a forma di triangolo equilatero che si incontrano a quattro a quattro nei vertici.

Tale oggetto al suo interno è composto da meccanismi, ingranaggi, molle, e pesi per il bilanciamento che lo fanno volteggiare quasi fosse parte di quell'aria che lo circonda.

Il legno scelto è l'acero per la sua leggerezza del colore e della vena, trasmette calma, è l'albero della conoscenza, dona la capacità di trovare ordine nel proprio quotidiano.

L'altezza di questo solido è di 499 mm ed il lato di 353mm, queste misure sono state cercate considerando che il volume dell' atmosfera terrestre (entro la linea di Karman) sia uguale al volume della sfera circoscritta meno il volume della sfera inscritta.

Icosaedro – ACQUA (Vaso)

L' ultimo dei solidi è l'icosaedro, per le dimensioni più grandi a parità di area rispetto agli altri solidi, Platone lo associò all'acqua considerata un fluido più denso e meno penetrante rispetto a fuoco e aria. Gli spigoli opposti di un icosaedro, se uniti l'uno all'altro per gli estremi, formano un rettangolo aureo.

Abbiamo scelto, nella serie, di farlo diventare un porta vaso in modo che potesse tenere dentro di sé un poco di quel liquido al quale è stato associato.

La struttura inoltre prevede una serie di lampadine a led che inserite nei 13 vertici creano un elegante gioco di luci ed ombre sul pavimento ed alle pareti circostanti.

Il legno scelto è il frassino che è simbolo di fecondità in molte tradizioni, da esso ha origine il mondo, dispiega le sue radici fino nei mondi infernali e i suoi rami fino alle sfere celesti, è inoltre produttrice di manna.

Abbiamo dunque scelto di tenere la quantità di acqua nel vaso pari a 1,39 lt che rappresenta la quantità di acqua sulla terra con la proporzione di 10 alla 21.

  • Solidi Platonici: Camera da letto in stile  di SLOW WOOD - The Wood Expert,

    Solidi Platonici

    Libri delle idee della redazione con questa foto
    Libri delle Idee: 1
    ["IT"] [Published] 6 soluzioni per regolare la temperatura in casa

    Come i poliedri (dal greco polys “molti” ed “edra” faccia) erano abbinati ai 4 elementi naturali (fuoco, terra, aria, acqua), anche i mobili mantengono un legame con la natura e ne contengono una piccola parte, conservando la loro forma geometrica originaria.

  • Fuoco: Soggiorno in stile  di SLOW WOOD - The Wood Expert,

    Fuoco

    Libri delle idee della redazione con questa foto
    Libri delle Idee: 1
    ["IT"] [Published] Il lampadario LED: la luce che arreda

    Il primo dei solidi è il tetraedro, 4 facce a triangolo equilatero. Platone lo associava al fuoco per la sua penetrante acuità dei vertici, e perchè è il più semplice e fondamentale tra i solidi regolari. Nella nostra serie questo solido si trasforma in una lampada che si accende di rosso lasciando trasparire dai sottili lati in ciliegio una luce molto calda che richiama quella del focolare.

  • Terra: Soggiorno in stile  di SLOW WOOD - The Wood Expert,

    Terra

    Libri delle idee della redazione con questa foto
    Libri delle Idee: 1
    ["IT"] [Published] Arredare casa tra oggetti di design e forme nuove

    Il secondo solido è l'esaedro o più comunemente detto cubo. Per la stabilità delle sue basi Platone lo associò alla terra. Nella nostra serie lo abbiamo identificato in un tavolino con 4 cassetti che rappresentano i punti cardinali.

  • Aria: Soggiorno in stile  di SLOW WOOD - The Wood Expert,

    Aria

    Un oggetto che capovolge l'idea dell'arredo classico perchè sospeso nell'aria e utilizzabile come portaoggetti o come scrigno segreto, posizionabile secondo le esigenze. Platone lo considerava intermedio tra il tetraedro, o fuoco e l'icosaedro, o acqua , perciò lo assegnava all'elemento aria.

  • Acqua: Soggiorno in stile  di SLOW WOOD - The Wood Expert,

    Acqua

    L' ultimo dei solidi è l'icosaedro, per le dimensioni più grandi a parità di area rispetto agli altri solidi, Platone lo associò all'acqua considerata un fluido più denso e meno penetrante rispetto a fuoco e aria.

Admin-Area