CAFElab studio

CAFElab studio

edit edit in admin Richiedi recensione Nuovo Progetto Edit project Aggiungi foto
CAFElab studio
CAFElab studio
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Inviato!
Questo professionista ti risponderà il prima possibile!

Mongolian Dream House

In Mongolia la terra riflette il cielo. 

L'ombra delle nuvole corre lungo il deserto e le steppe.

Il cielo è sempre talmente vicino. 

 Il paesaggio non si svela.

(Mongolia – Bernardo Carvalho )

Appena fuori da Ulaanbatar, là dove le colline della steppa ondeggiano in un'atmosfera calma e silenziosa, sorgerà la “casa dei sogni” di un committente di origini mongole, costantemente in viaggio da un continente all'altro, seguendo il filo dei suoi affari; qui, al suo ritorno, ci sarà ad attenderlo il luogo dove sostare, riposare e ritrovarsi con gli affetti della vita.

La modernità e il contemporaneo costituiscono i fili conduttori del progetto, secondo i desideri della committenza, che nella ricerca della propria Dream House, ha scelto volutamente di lasciare fuori dal progetto ogni riferimento alla tradizione locale;

cionononstante, con la scelta di materiali, linee pure e forme prevalentemente orizzontali, si è ricercato un dialogo con il paesaggio circostante dalla bellezza selvaggia e imponente.

L'involucro esterno, rivestito in pietra chiara, è composto da un volume centrale, destinato alla socializzazione, al pranzo e al lavoro, da un'ala laterale che ospita le stanze private e da un volume tecnico, totalmente chiuso all'esterno, rivestito in bastalo della Mongolia, in cui trovano posto garage, magazzini e locali tecnici della piscina sovrastante.

I volumi si articolano attorno al corpo principale con collegamenti permeabili e trasparenti: la scala, il lucernario, il giardino d'inverno.

Nel progetto degli interni, si è ricorsi a numerosi espedienti per ampliare il più possibile la compenetrazione dell'edificio con l'esterno, resa difficile dal clima ostile per gran parte dell'anno, agendo soprattutto sul piano della percezione visiva: grandi vetrate, protette dove necessario da scuri in legno e realizzate secondo i più moderni sistemi di chiusura per proteggere ed isolare gli ambienti, permettono agli sguardi di perdersi fra le onde della steppa mongola, in un'illusione di continuità.

La committenza, grande amante della produzione italiana, ha richiesto che venissero adottati prodotti made in Italy per gli arredi e i rivestimenti.

Al piano terra, nel corpo centrale si viene accolti nella grande living room, arricchita da inserti in materiali di pregio dal disegno personalizzato;

la separazione verso al sala da pranzo è realizzata con un setto rivestito in pietra incisa anche in questo caso di produzione italiana, che crea effetti di chiaroscuro molto particolari.

Una vetrata scorrevole racchiude la cucina, sovrastata dalla parete obliqua del corpo tecnico che scende come una enorme cappa sull'isola, dove si trovano piani cottura e lavandini, richiamando l'iconografia del focolare centrale.

L'illuminazione naturale è garantita dal lucernario posto fra il corpo principale e il volume tecnico.

Nell'ala laterale quattro stanze da letto, per eventuali ospiti, dotate di bagno e guardaroba.

Al piano superiore, il corpo centrale è estremamente funzionale e realizzato sulle necessità dell'attività di fashion design della committenza:

nella quinta creata dalla parete di basalto nero e dal giardino Zen, si snoda uno spazio fra scale, home office e sala riunioni che può all'occorrenza ospitare i defileè per i capi d'alta moda che la committenza produce.

In corrispondenza della dining room al piano inferiore, a questo piano si trova una seconda living room, più intima e privata, per rilassarsi dopo gli incontri di lavoro.

A questo livello, superato il filtro del giardino d'inverno, l'ala laterale è interamente destinata agli appartamenti privati padronali; di ampie dimensioni, con camera da letto, bagno, sauna, piccolo salottino con camino ed una minipiscina di fronte alla terrazza, profonda e protetta dal vento da setti laterali.

La specificità della committenza ha portato a progettare una particolare cabina armadio, molto capiente, con spazio per defileè.

Il corpo dei servizi, diviene a questo livello spazio tecnico, che oltre a contenere l'invaso della piscina, racchiude i macchinari necessari al suo funzionamento.

Sul tetto, oltre al solarium ed alla piscina, si trova una vasca idromassaggio e gli spogliatoi di servizio, dotati di una piccola sauna.

Località
Ulan Bator - Mongolia
  • Mongolian Dream House: Case in stile in stile Moderno di CAFElab studio

    Mongolian Dream House

  • Mongolian Dream House: Ingresso & Corridoio in stile  di CAFElab studio

    Mongolian Dream House

    Nella quinta creata dalla parete di basalto nero e dal giardino Zen, si snoda uno spazio fra scale, home office e sala riunioni che può all'occorrenza ospitare i defileè per i capi d'alta moda che la committenza produce.

  • Mongolian Dream House: Case in stile in stile Moderno di CAFElab studio

    Mongolian Dream House

    Living rooms

  • Mongolian Dream House: Case in stile in stile Moderno di CAFElab studio

    Mongolian Dream House

    Primo piano

  • Mongolian Dream House: Case in stile in stile Moderno di CAFElab studio

    Mongolian Dream House

    secondo piano

Admin-Area