enzoferrara architetti

enzoferrara architetti

enzoferrara architetti
enzoferrara architetti
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Inviato!
Questo professionista ti risponderà il prima possibile!

Recupero Sottotetto – Duplex 2

Con la ristrutturazione totale di due appartamenti posti al settimo piano e il recupero del sottotetto sovrastante (ottenuto demolendo il tetto e realizzando un piano nuovo all’ottavo piano) abbiamo realizzato due appartamenti duplex di 210 mq ciascuno.

Duplex 2 :

La zona giorno al settimo piano è suddivisa in ambienti di servizio come il bagno e la lavanderia e ambienti più ampi come la cucina, la sala da pranzo e il salotto.

Il bagno di servizio è di modeste dimensioni ma studiato accuratamente in ogni suo minimo particolare: dall'accostamento dei colori alla disposizione dei decori delle piastrelle, dalla scelta dei sanitari al disegno del mobiletto, fatto su misura in base alle richieste e ai gusti dei clienti.

La cucina è composta da una parete di contenimento a tutta altezza di colore chiaro a cui, sul lato opposto, fa da contrasto il piano di lavoro scuro con lavello e contenimento alla base di color arancione; a completare il tutto c'è un'isola con fuochi, piano di lavoro, tavolo scuri e contenimento arancione. Ci si può accedere, tramite una porta raso muro, dal disimpegno che la divide dall'ingresso oppure tramite una serie di vetrate scorrevoli che la mettono in comunicazione diretta con la sala da pranzo, creando così un ambiente che può risultare aperto o all'occorrenza più riservato.

La sala da pranzo è costituita da un grande tavolo, di forma quadrata che ospita otto posti a sedere, e da una madia contenitore ed è divisa dal salotto, pur risultandone effettivamente parte integrante, grazie alla scala.

La scala può essere definita come un elemento architettonico una scultura o di arredo a sè stante che fa da punto centrale dell'abitazione. I primi gradini sono stati realizzati in cemento e rivestiti successivamente con il parquet che ricopre il pavimento di salotto e sala da pranzo, al di sotto dei quali è stata pensata una nicchia di contenimento; la rampa rettilinea è realizzata in ferro grezzo con i gradini in legno.

Il salotto è costituito da un grande ambiente, molto luminoso grazie alle vetrate che danno sul parco sottostante, trattato con pareti e parquet molto chiari in cui fanno da contrasto il mobile scuro porta TV e la libreria con inserti colorati.

Al piano superiore è collocata la zona notte distribuita da un disimpegno in cui l'elemento di spicco è rappresentato da un pilastro in cemento armato lasciato grezzo e illuminato naturalmente da dei velux apribili. A questo piano trovano posto due camerette, un bagno, la camera matrimoniale con bagno privato e la cabina armadio.

Il bagno prende luce tramite un velux apribile sul soffitto ed è tutto realizzato nei toni del verde, studiato in ogni minimo particolare, soprattutto nella distribuzione dei decori sulle pareti e nel disegno del mobile. Per recuperare il maggior spazio possibile all'interno del bagno, senza dover negare la pssibilità di mettere una vasca spaziosa, è stata inserita una vasca dalla forma trapezioidale che, insieme ai colori e ai decori delle piastrelle, rende il bagno spiritoso e vivace.

Nella camera matrimoniale, lo spazio risultante sotto il davanzale della grande finestra scorrevole è stato riutilizzato per alloggiarvi dei contenitori in modo da sfruttare tutti gli spazi possibili della casa. Gli armadi per i vestiti sono posizionati tutti all'interno della “stanza armadio”, collegata direttamente alla camera da letto tramite una porta; anche in questa grande stanza la nicchia sotto la finestra è stata ripensata come elemento di contenimento. La grande dimensione della cabina armadio permette di avere, oltre agli armadi disposti su tre lati, lo spazio per un angolo studio.

Il bagno privato, a cui si accede dalla camera matrimoniale, è realizzato nei toni del grigio scuro e dell'azzurro. I due lavabi sono incassati in un piano realizzato in muratura e ricoperto di piastrelle; sotto di esso trovano posto dei mobiletti contenitori realizzati nei toni dell'azzurro. Nel muro sono state realizzate delle nicchie di contenimento, rivestite con piastrelle azzurre, che scompaiono dietro un sistema di specchi scorrevoli studiato e realizzato appositamente per le esigenze dei clienti. La vasca idromassaggio e la doccia sono posizionate sul lato lungo, opposto ai lavandini e sono divise tra loro da un muro in cui è inserita una lastra di vetro per dare luce anche alla doccia. Il parquet del pavimento è lo stesso che è stato utilizzato per il pannello di rivestimento della vasca idromassaggio, per dare un senso di continuità e non discostarsi troppo dagli elementi già utilizzati.

Caratteristiche importanti di questo appartamento sono la grande quantità di luce che pervade gli ampi spazi (in cui il colore dominante è il bianco) della zona giorno e la riservatezza che caratterizza gli ambienti della zona notte, non rinunciando però a luminosità e colore.

Località
Milano

Admin-Area