Officine Liquide

348 754 5209

​CASA A CAMPIROLI

CASA A CAMPIROLI

La ristrutturazione affidata a Officine Liquide comportava il recupero di una antica casa contadina sui colli fiorentini. L’intervento è stato seguito nella sua interezza, risanando l’immobile per renderlo una casa di campagna confortevole e contemporanea, curando anche gli arredi e l’illuminazione interna ed esterna.

Molta attenzione negli interventi di recupero è stata data al confort termico dell’edificio, isolando la copertura e rendendo efficiente l'impianto di riscaldamento.

Una finestra a tetto è stata aperta per illuminare con luce naturale il corridoio e il vano scale e per migliorare il ricircolo di aria per il raffrescamento della casa in estate.

Risanato il problema dell'umidità è stato possibile eliminare tutte le boiserie in legno, che rendevano gli ambienti più cupi e bui. Mascherando inoltre i finti archetti di mattoni presenti un po' ovunque e ritinteggiando di bianco le pareti, la casa ha acquistato un aspetto più luminoso e moderno.

Nella camera padronale la riapertura di una vecchia finestra ha dato al letto una spettacolare vista sulla vallata antistante, panorama che si può contemplare anche godendosi un bagno caldo nella vasca realizzata per il bagnetto adiacente.

Per i bagni è stata ricercata una continuità di materiali con il resto della casa, scegliendo di realizzare delle finiture in ecomalta, una resina ecocompatibile e atossica, in grado di creare superfici continue con effetti molto simili all’intonaco.

Il colore scelto è un grigio caldo molto chiaro, abbinato a un grigio vaio che con la sua tonalità richiama le foglie degli olivi circostanti. Nel bagno principale si è voluto dare un tocco più caldo e naturale all’ambiente con delle finiture in rovere termocotto.

Lo stesso materiale è stato utilizzato per la riprogettazione della cucina, abbinato al travertino del piano da lavoro e alle piastrelle in ceramica smaltata artigianali prodotte dal vicino laboratorio Pecchioli.

Nel layout della cucina è stata prestata molta attenzione alla disposizione delle diverse zone (piano di lavoro, fornelli e lavello) per creare un flusso ottimale nel processo della preparazione dei cibi pur rispettando la presenza del grande camino preesistente e ancora utilizzato. La striscia di led sotto i pensili dà un aspetto più contemporaneo alla cucina e allo stesso tempo facilita le operazioni di preparazione dei cibi.

Fonti di luce a led sono state utilizzate nella progettazione dell’illuminazione di tutta la casa, sia all’interno che all’esterno, per contenere i consumi di elettricità. All’esterno per l’illuminazione dei piazzali antistanti la casa i vecchi lampioni a sfera sono stati sostituiti con delle luci direzionate verso il basso, che evitano l’ inquinamento luminoso e permettono di godersi gli incredibili cieli stellati che offrono le notti di luna nuova.

DETTAGLI

•Data: 2014

•Progettazione e realizzazione:Officine Liquide + Ignacio Gallo Alonso •Consulenza materiali e forniture:Agostino Silva, Remondini Mara & C. s.n.c. •Foto: Enrico Conti

•Styling: Lilli Bacci

Admin-Area