Mini Appartamento 36mq di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello | homify
Cambia la foto del profilo
Cambia la copertina
Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello
Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello

Studio Architettura e Desig…

edit edit in admin Richiedi recensione Nuovo Progetto
Cambia la copertina
Edit project Aggiungi foto
Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello
Studio Architettura e Desig...
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Inviato!
Questo professionista ti risponderà il prima possibile!

Mini Appartamento 36mq

Mini Appartamento 36 mq

PROGETTISTA: Arch. Giovanna Azzarello

COMMITTENTE: Privato

Lasciandosi alle spalle il colorato centro di Milano, testimone del nobile passato della città, si giunge in zone segnate dal degrado e dalla speculazione edile: la periferia.

Splendidi agglomerati e quartieri, di discreto gusto agreste, sono stati defraudati dalla mano di speculatori privi di senso estetico e conservativo.

Soprattutto in contesti di questo genere, appare fondamentale, l’intervento di professionisti dell’abitare, che sappiano rileggere l’antica natura di questi luoghi e riscoprire gli edifici di pregio.

A pochi minuti, dalla trafficata Via Novara, sorge un borgo antico ed un grazioso convento risalente al 1500, lasciato in condizioni fatiscenti.

Parte del borgo e del convento sono stati integralmente restaurati da una società che ha recentemente acquistato l’intero immobile; ne sono state recuperate le antiche facciate e l’interno è stato suddiviso in appartamenti di varie metrature.

La piccola cappella, oggi sconsacrata, facente parte del convento, è stato oggetto di una ristrutturazione integrale compiuta dall’Architetto Giovanna Azzarello.

Lo stato di ritrovamento di questo piccolo spazio di 36 mq. si presentava insalubre e fatiscente in tutto l’insieme.

L’intervento effettuato è stato finalizzato al recupero delle strutture e delle murature presenti.

Sono stati inoltre progettati gli impianti elettrici, idraulici e la suddivisione degli spazi interni, inoltre sono stati progettati gli arredi su misura e scelti quelli di produzione industriale.

La sfida progettuale è stata particolarmente accattivante sia dal punto di vista tecnico che da quello distributivo, per l’esigua superficie a disposizione, per la mancanza di adeguate sorgenti di luce naturale e per il livello di degrado ritrovato.

Dopo aver analizzato attentamente il contesto cittadino, ove è inserito l’antico convento e lo spazio privo di regolarità oggetto dell’intervento, l’architetto si è concentrato nel risolvere i deficit strutturali legati all’umidità, alla mancanza di sorgenti luminose e allo spazio ridotto a disposizione.

I primi interventi operati in cantiere, sono stati rivolti alla risoluzione dei problemi legati all’eccessiva umidità di risalita presente, che rendevano l’ambiente assolutamente insalubre.

I muri perimetrali in mattoni pieni si presentavano intrisi di acqua e condensa, pertanto sono stati deumidificati con iniezioni chimiche e trattati successivamente con intonaci deumidificanti e areanti. Inoltre sono state create delle contro pareti ai muri perimetrali in mattoni forati atte a creare delle camere d’aria ventilate anch’esse trattate come i tavolati di nuova edificazione con gli stessi intonaci utilizzati per le murature perimetrali in mattoni pieni.

Le porzioni murarie realizzate con mattoni di recupero a vista sono state trattate con prodotti impermeabili capillari che fungono da protezione degli stessi.

Il vespaio areato inesistente, è stato realizzato, dopo aver posizionato alla base dello stesso una guina impermeabile necessaria affinché l’umidità presente nel sottosuolo non riemergesse e quindi non intaccasse le murature di nuova edificazione.

Tutti questi sinergici accorgimenti hanno completamente risolto le iniziali condizioni insalubri e di degrado ritrovate permettendoci di ottenere un ambiente risanato e idoneo ai fini abitativi.

La suddivisione degli spazi progettata e attuata è stata dettata da precise esigenze funzionali, non dimenticando quelle stilistiche coerenti con l’epoca dell’edificio e il contesto circostante ad esso.

Entrando il primo ambiente che si incontra è la zona pranzo, fortemente caratterizzato da uno splendido inserto in mosaico di varie essenze inserito nella pavimentazione realizzata in ciottoli di marmo in botticino anticato.

Questo ambiente è fortemente caratterizzato strutturalmente da due nicchie murarie costruite parzialmente in mattoni a vista e da tre quinte murarie frontali sempre in mattoni di recupero che fungono da sipario virtuale molto coreografico ma soprattutto risolutivo al fine di filtrare l’angolo cottura facente parte dello stesso ambiente.

Adiacente alla zona cottura è stata prevista la zona conversazione e tv , anche questo spazio come quello d’ingresso è caratterizzato da una muratura semitonda che da all’insieme armonia dilatando otticamente l’ambiente che altrimenti sarebbe potuto diventare angusto in quanto privo di luce diretta e limitato nella metratura.

Tutte le murature inerenti alla zona giorno sono state trattate in incausto, tecnica pittorica antica che emula le vecchie murature cinquecentesche, presenti in alcune porzioni murarie ritrovate prima dell’intervento di ripristino. Anche questa scelta è motivata dalla volontà di coerenza progettuale riferita all’epoca di appartenenza del convento e della cappella oggetto dell’intervento.

Da qui si accede tramite una porta a scomparsa direttamente all’interno dell’anti bagno rivestito interamente in mosaico Bisazza ramato, dove il progettista coraggiosamente ha lasciato a vista la doccia interamente in cristallo e il lavello incassato in un piano di marmo in essenza di travertino sormontato da un grande specchio che dilata otticamente lo spazio limitato e illumina di luce riflessa le pareti dando all’insieme un aspetto scintillante e pieno d’atmosfera. Qui sono collocate le due porte d’accesso che portano nel locale lavanderia e nella zona notte, composta dalla cabina armadio e dalla camera da letto. La camera da letto è anch’essa caratterizzata come il resto dell’appartamento da due nicchie in muratura incorniciate da due voltini in mattoni di recupero che fungono da contenitore una al mobile tv e l’altra a una serie di mensole in cristallo.

Le pavimentazioni della zona notte sono anch’esse in ciottoli di marmo in essenza di botticino anticato.

La ricerca attenta dei particolari dei materiali utilizzati dal progettista danno a questo spazio abitativo un sapore coerente all’epoca d’appartenenza e al luogo preso in esame dove è sito lo stesso. Tutto è finalizzato alla razionalità e all’armonia ma soprattutto al rigore formale, elemento importante per ottenere uno spazio idoneo e confortevole anche se ridotto nelle dimensioni.

Data l’esigua metratura a disposizione era necessario sfruttare la superficie a nostra disposizione in modo razionale allo scopo di ottenere quanto più spazio possibile atto ad ospitare armadi che contenessero la biancheria, le stoviglie e gli oggetti del committente, senza creare intralcio o ridurre eccessivamente la volumetria.

Per assolvere meglio a questa esigenza l’arredo è stato realizzato in gran parte con elementi progettati dall’architetto, inoltre sono stati scelti quelli di produzione industriale idonei all’ambiente che li avrebbe ospitati.

Nella zona pranzo ove sono state ricavate due nicchie all’interno delle quali sono stati inseriti due contenitori realizzati su misura composti da quattro antine: due in legno laccato color crema nella parte bassa e due in vetro acidato nella parte soprastante. Frontalmente a queste è stato posizionato il tavolo da pranzo in cristallo con struttura in acciaio satinato (mod. Avantgardè CALLIGARIS) e quattro sedie con gambe in alluminio e seduta color bianco latte (mod. Pop CALLIGARIS).

L’angolo cottura è arredato con una cucina laccata color panna ( mod. Luna ARREDO 3); tra le basi e i pensili è stato posato un bellissimo mosaico in marmo botticino bordato da un toro in travertino ai margini del quale è stata alloggiata la cappa ( mod. Line BONTEMPI).

Nella zona conversazione e tv è stato posizionato un divano letto dalle forme classiche rivestito in tessuto, ai lati del quale è stata ricavata una nicchia ove è stato alloggiato il calorifero, schermato da un pannello decorato e un mobile composto da antine color avorio, inoltre sono state sistemate due cassettiere laccate color crema munite di rotelle per permettere un eventuale pratico spostamento delle stesse (NOVA MOBILI). Di fronte è stato inserito un mobile basso di color avorio che aderisce perfettamente alle morbide forme tondeggianti delle pareti retrostanti, composto da antine in legno laccate e da un piano ove è possibile appoggiare il televisore. Sopra all’elegante mobile sono state poste due mensole sagomate in modo da seguire e accentuare la siluette delle pareti che caratterizzano questo confortevole ambiente.

Nell’antibagno, coraggiosamente non schermato da alcuna porta, è stato inserito, alla base di una grande specchiera, un piano in travertino (ove è stato incassato il lavello), sotto al quale è stato posizionato un mobile con struttura in wenghe ed ante in vetro acidato profilate in alluminio che ne segue la sagoma.

Entrando nella camera, alle spalle del letto si scorge un piccolo mobile incassato a parete costituito da antine laccate del medesimo colore dei muri, frontalmente è stato posizionato un mobile basso inserito all’interno di una nicchia, composto da ante e da un piano sul quale è possibile appoggiare il televisore.

Il calorifero della camera da letto, come tutti quelli presenti all’interno dell’appartamento, è stato inserito all’interno di una nicchia e successivamente mascherato da un pannello forato e decorato con la stessa tecnica pittorica utilizzata per decorare le pareti.

La scelta di mascherare i caloriferi da pannelli decorati e di mimetizzare gli arredi fissi all’interno di nicchie ha permesso di ottenere ambienti luminosi armonici e ben delineati.

IMPRESA EDILE APPALTANTE: Sistemi edili S.r.l.

POSE RIVESTIMENTI: Alfa costruzioni edili S.r.l.

PAVIMENTAZIONE

SOGGIORNO: ciottoli di marmo botticino cm. 20x20 – rosone quadrato decoro “Peonia”composto da tre essenze di marmo: botticino, travertino, rosso Verona incorniciato da mosaico in marmo botticino (tasselli 3.3x3.3) DITTA FOREDIL

ANGOLO COTTURA: ciottoli in marmo botticino cm. 20x20 DITTA FOREDIL

SALOTTO: ciottoli in marmo botticino cm. 20x20 DITTA FOREDIL

DISIMPEGNO: ciottoli di marmo botticino cm. 20x20 DITTA FOREDIL

LAVANDERIA: piastrelle finto mosaico DITTA BEA

BAGNO E ANTIBAGNO: mosaico BISAZZA collezione “Le gemme” composto da n.3 essenze: 20.20 20.10 20.97

CABINA ARMADIO: ciottoli di marmo botticino cm. 20x20 DITTA FOREDIL

CAMERA DA LETTO: ciottoli di marmo botticino cm. 20x20 DITTA FOREDIL

RIVESTIMENTI MURARI

SOGGIORNO: pareti decorate con tecnica ad incausto color. crema da ZIGNANI BRUNO E FIGLI S.n.c.

SALOTTO: pareti decorate con tecnica ad incausto color. crema da ZIGNANI BRUNO E FIGLI S.n.c.

ANGOLO COTTURA: mosaico in marmo botticino 3.3x3.3 cm. completo di toro in travertino scuro DITTA FOREDIL

BAGNO E ANTIBAGNO: mosaico BISAZZA collezione “Le gemme” composto da n.3 essenze: 20.20 20.10 20.97

LAVANDERIA: piastrelle finto mosaico DITTA BEA

CAMERA DA LETTO: pareti decorate con tecnica ad incausto color. crema da ZIGNANI BRUNO E FIGLI S.n.c.

CABINA ARMADIO: pareti decorate con tecnica ad incausto color. crema da ZIGNANI BRUNO E FIGLI S.n.c.

MOBILI SU MISURA

PROGETTO: Architetto Giovanna Azzarello

REALIZZAZIONE: Amerigo Mariani & C. s.n.c. – Cesano Maderno – Milano

MOBILI DI SERIE E LUCI

SOGGIORNO

ZONA INGRESSO

Tavolo mod. “Avantgardè” struttura in acciaio satinato, piano in cristallo

N.1 copricalorifero, costituito da pannello forato grezzo, posizionato sottofinestra

Sedie mod. “Pop” con struttura in alluminio satinato e sedile bianco latte

LUCI

Applique ROSSINI mod. A5112 –CO, 1x150 W

Faretti ad incasso ROSSINI mod. 2366, in vetro colore bianco satinato, dicroici, completi di trasformatore

ZONA SALOTTO

N. 1 copricalorifero, costituito da pannello forato grezzo

Divano mod.”Sommier” DITTA CITTERIO MEDA

Cassettiere composte da tre cassetti in nobilitato bianco

LUCI

Faretti ad incasso, ROSSINI mod. 2366, in vetro colore bianco satinato, dicroici, completi di trasformatore

CUCINA

BONTEMPI, mod “Luna”, con ante e piano in laminato e bordo in legno elettrodomestici

Cappa acciaio BONTEMPI, mod. LINE, misura

LUCI

Faretti ad incasso ROSSINI mod. 2366, in vetro colore bianco satinato, dicroici, completi di trasformatore

CAMERA DA LETTO

Comodini a tavolinetto

Letto mod. “Ariel” CITTERIO MEDA

LUCI

Applique ROSSINI mod. A5112 –CO, 1x150 W

Faretti, KREON, mod. DIAPASON KR976 103, max 50W, completi di trasformatore

CABINA ARMADIO E CORRIDOIO

Moduli MOVE

LUCI

Faretti ad incasso ROSSINI, mod. 2366, in vetro colore bianco satinato, dicroici completi di trasformatore

BAGNO – ANTIBAGNO – DISIMPEGNO

specchio molato cm. 100 x 129

N. 3 mensole in cristallo da inserire nella nicchia posizionata nella zona sanitari

Porta a scomparsa RIMADESIO Mod. “Ghost” in vetro acidato con profilo in alluminio

LUCI

Faretti ad incasso ROSSINI mod. 2312 diam. 11 cromati, completi di trasformatore

Faretto a tenuta stagna ad incasso per muratura da posizionare all’interno della doccia ROSSINI mod.2250-1 diam. 11 cromato

LAVANDERIA

Mobile pensile copri caldaia in laminato col panna

N. 2 ante d’accesso al soppalco posizionato sopra la porta d’accesso lavanderia dimensioni 90x50 cm

LUCI

Faretto a tenuta stagna ad incasso per muratura da posizionare all’interno della doccia

ROSSINI mod.2250-1 diam. 11 cromato

SANITARI E RUBINETTERIA

ANTIBAGNO

Lavabo soprapiano in cristallo acidato mod. SL 208 VT DITTA ELLEBI

Miscelatore per lavabo mod. “Spin” DITTA ZUCCHETTI

Mix GRHOE completo di asta saliscendi per doccia

Scalda salviette bivalente DITTA IRSAP

BAGNO

Bidet e wc mod. “Serie zero“ DITTA CATALANO

Miscelatore per bidet mod. “Spin” DITTA ZUCCHETTI

LAVANDERIA

Lavatoio mod. “Imera\3” DITTA CESAME

ACCESSORI ELETTRICI

Mascherine “Living” DITTA BITICINO

Località
Milano
  • Mini Appartamento 36mq: Case in stile  di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello,

    Mini Appartamento 36mq

    Libri delle idee della redazione con questa foto
    Libri delle Idee: 1
    ["IT"] Utilità_3
  • Mini Appartamento 36mq: Case in stile  di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello,

    Mini Appartamento 36mq

  • Mini Appartamento 36mq: Case in stile  di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello,

    Mini Appartamento 36mq

  • Mini Appartamento 36mq: Case in stile  di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello,

    Mini Appartamento 36mq

  • Mini Appartamento 36mq: Case in stile  di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello,

    Mini Appartamento 36mq

    Libri delle idee della redazione con questa foto
    Libri delle Idee: 5
    ["IT"] termosifone ghisa
    ["IT"] [Published] I termosifoni in ghisa: come, dove e perché
    ["IT"] [Published] Come Aumentare il Calore dei Vecchi Termosifoni
    ["TR"] [Published] Eski kalorifer petekleri için 8 estetik fikir
    ["TR"] [Published] Kalorifer kaplama ve boyama hakkında bilmeniz gerekenler
  • Mini Appartamento 36mq: Case in stile  di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello,

    Mini Appartamento 36mq

  • Mini Appartamento 36mq: Case in stile  di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello,

    Mini Appartamento 36mq

  • Mini Appartamento 36mq: Case in stile  di Studio Architettura e Design Giovanna Azzarello,

    Mini Appartamento 36mq

Admin-Area