homify 360°: da antica masseria a villa ecologica passiva

Federica Di Bartolomeo Federica Di Bartolomeo
Google+
Loading admin actions …

Una forte preoccupazione per l'ambiente: questa la prima ispirazione dello studio Zest Architettura per ideare Villa CP, un progetto tutto ispirato ai criteri di sostenibilità e rispetto dell'ambiente.

L'idea di recupero di una casa colonica catalana trasformata in una casa che soddisfa i criteri di casa passiva ci è piaciuta tanto che abbiamo deciso di dedicargli un articolo intero, introducendovi alle meraviglie del design ecologico: ovvero, come ristrutturare casa con intelligenza. Questo concetto, conosciuto in inglese con il nome standard di Passive house, è stato ufficialmente formulato nel 1988 dai professori Bo Adamson della Lund University in Svezia, e Wolfgang Fest, dell'Institut für Wohnen und Umwelt. Il termine risulta applicato nella sua accezione più pertinente nei casi di edifici caratterizzati da un'efficienza energetica al massimo delle potenzialità. Senza rinunciare a determinate condizioni di comfort, queste costruzioni sono in grado di soddisfare particolari requisiti per il risparmio energetico e per il rispetto della natura.

L'ambientazione naturale

Il Parco Naturale Gavarres è il luogo idilliaco in cui si trova l'antico casale ristrutturato del nostro articolo. Situato nella provincia di Girona, tra le catene montuose ondulate, s'inserisce rigoglioso un bosco di querce. È proprio qui, nel bosco, che si trova la villa, con una vista panoramica della natura locale, un meraviglioso esempio di habitat Mediterraneo.

Il terreno in pendenza ha collegato la casa su più livelli con giardino. In questo, una terrazza rivestita con un pavimento da esterni in legno dà accesso alla piscina naturale in cui la ghiaia, insieme a diverse specie acquatiche, filtra l'acqua in maniera naturale,  senza prodotti chimici. Il sistema di irrigazione si basa anche sul riciclaggio dell'acqua. Le acque reflue vengono filtrate in un impianto di trattamento biologico appositamente costruito e si accumulano in una vasca per raccogliere l'acqua piovana. Attraverso questo serbatoio, l'acqua accumulata viene utilizzato per irrigare la terra del giardino circostante.

Gli interni

Il suo aspetto antico e rurale non ha nulla a che vedere con ciò che accade al suo interno. In un equilibrio perfetto tra regolamenti comunali e desideri dei clienti, il progetto ha creato una casa contemporanea utilizzando la pietra che caratterizza i luoghi in cui questa va ad inserirsi. Il contatto diretto con il paesaggio e l'introduzione visiva per l'alloggiamento interno è attuato attraverso grandi finestre che si aprono nelle pareti in muratura, consentendo nel contempo alla luce naturale di diventare un elemento chiave in spazi diversi. Alcune di queste grandi finestre sono nascoste all'interno della parete, consentendo così la ventilazione trasversale degli interni.

Una casa ecologica delle più avanzate

Il programma è diviso in due altezze, già esistenti prima dei lavori. La parte inferiore, originariamente utilizzata per la cura degli animali,  è stata destinata ad accogliere la zona di notte, col fine di accogliere le camere da letto in un luogo fresco per l'estate. Al piano superiore s'inserisce quindi la zona giorno, in modo da poter godere della vista mozzafiato sull'ambientazione mediterranea e di poter usufruire di un accesso diretto allo spazio esterno.

Come accennato nell'introduzione, la costruzione di alloggi soddisfa i criteri di casa passiva: l'isolamento termico è realizzato con il sughero, in parte proveniente dal bosco di querce da sughero e in parte già esistente nella casa colonica; i rivestimenti delle pareti sono realizzati con pannelli Claytec, un materiale creato a partire da fango e canne, che conferiscono al tutto una finitura naturale. In tal modo, le pareti in muratura respirano evitando il riscaldamento in estate e mantenendo il calore all'interno in inverno. Il calore generato da un impianto geotermico, utilizzato anche per riscaldare l'acqua, oltre a creare il riscaldamento a pavimento in inverno, consente di avere un pavimento fresco in estate. Perfino la produzione di energia elettrica è autonoma, fornita attraverso un piccolo mulino a vento e da dei pannelli solari.

La bellezza dei materiali

I materiali utilizzati sono stati pensati per adattarsi a ciò che era già esistente. Nel caso di questa parete ad esempio, si è utilizzato il corten, a coprire i fori che si creano, allineando il coronamento di alcune pareti, costruendo elementi di fissaggio in giardino. L'acciaio corten è un materiale tra i più moderni e flessibili, oggi utilizzato per le sculture destinate alla vita aperta e non solo. Nella foto lo vediamo impiegato per la creazione di una magnifica parete decorativa, che è come un filtro perforato per la luce che entra all'interno, creando un effetto dei più attraenti e seducenti.

Un angolo per il relax

Infine, diamo un ultimo sguardo alla stanza definita dai giochi di luce appena visti sopra: la stanza da bagno. Un soffitto in legno naturale, la pietra, la luce naturale candele ed il vetro: tutto sembra essere perfetto per introdurre lo stupendo paesaggio sullo sfondo, in un'atmosfera di relax assoluto.

Cosa ne dite di questo progetto catalano?
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Richiedi tuo preventivo gratis

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!