Soggiorno in stile  di ESTUDIO GEYA

Gli Errori più Comuni da Evitare Quando si Arreda

CHIARA PISELLI – homify CHIARA PISELLI – homify
Google+

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Loading admin actions …

La nostra casa è il luogo dove passiamo i nostri momenti migliori. È qui che ci riuniamo con i nostri cari, con la nostra famiglia e i nostri amici, nei weekend e nelle occasioni speciali. Si tratta del luogo che segna la nostra quotidianità, le nostre abitudini. Se ci svegliassimo in una casa che non rappresentasse la nostra personalità, il nostro gusto per le decorazioni e per gli arredi, allora la nostra esperienza di vita quotidiana non sarebbe la stessa cosa. Non sarebbe la stessa esperienza vivere in un luogo in cui gli arredi, gli oggetti di design, i complementi vari non rispecchiano il nostro carattere ma ingombrano gli spazi senza un preciso stile  decorativo. 

Se state cominciando da zero a decorare la vostra abitazione, in questo articolo trovate gli errori più comuni che spesso si commettono senza sapere che è il caso di evitarli poiché potrebbero  rovinare lo stile dei nostri ambienti. La cosa più importante è che la vostra casa  sia arredata secondo il vostro gusto personale e quello della nostra famiglia. 

1. L'illuminazione: una lampada a soffitto non è sufficiente

Molto spesso si cade in errore quando si pensa che installare una plafoniera per tutta una stanza sia sufficiente. Ogni camera ha i suoi usi particolari e dunque dovrebbe avere la sua illuminazione progettata ad hoc. L'opzione migliore è dunque un tipo di illuminazione versatile, che si adatti bene alle diverse attività che svolgete in quella data stanza. Per questo è importante  considerare l'utilità di diversi tipi di lampade. Ciò vi aiuterà a sfruttare diverse applicazioni. 

Evitate inoltre lampade da terra in ambienti frequentati da bambini e scegliete una illuminazione forte e decisa in stanze come il bagno e la cucina per evitare che ci siano zone d'ombra che rendono difficoltose le attività quotidiane.  Dal punto di vista estetico, le lampade che scegliete devono adattarsi allo stile decorativo dei vostri ambienti. Se siete indecisi, optate per i modelli più discreti di lampade che passino inosservati piuttosto che oggetti che catturino troppo l'attenzione su di sé. 

Siete alla ricerca di altre buone idee sull'illuminazione? Date un'occhiata qui: ’Arredo e luce: illuminazione per la casa

2. Non tenere conto delle dimensioni reali

Altro errore comune è quello di concentrarsi solo sullo stile e il design dei mobili al momento dell'acquisto, senza tenere troppo in considerazione le dimensioni e lo spazio che andranno ad occupare all'Interno della stanza. Così accade spesso che nel momento in cui li si posiziona all'interno dell'ambiente restiamo delusi dal quadro finale che risulta affollato, per via dell'ingombro eccessivo dei complementi d'arredo che lasciano poco spazio libero e non rispettano l'armonia delle proporzioni. 

Ecco perché, prima di andare a comprare dei mobili nuovi, vi consigliamo di misurare bene tutto lo spazio a disposizione e di farvi una mappa mentale o su carta di come volete che la stanza appaia  una volta terminato di arredarla. Considerate inoltre quante persone useranno i complementi d'arredo e perché cosa. Fatevi aiutare da un professionista se non siete all'altezza di progettare l'interno della vostra casa o di realizzarlo come avete immaginato. Il progetto che vedete nell'immagine è opera dello studio Paula Herrero

3. Le combinazioni di colori

Uno degli errori più comuni nel momento in cui scegliete i colori per la vostra casa è quello di selezionarli solo in base al vostro gusto personale. Dovete invece tenere ben presente che il colore che scegliete per una data camera determinerà anche il tipo di  ambiente che ottenete, dal punto di vista estetico e psicologico. Pertanto vi consigliamo di usare tonalità neutre per stanze come la camera da letto che hanno bisogno di un'atmosfera rilassata. Se scegliete colori troppo vivaci correte il rischio di provare una sorta di  irrequietezza nel momento in cui volete invece rilassarvi. Scegliete tonalità vivaci per le stanze di passaggio, come per esempio la sala da pranzo

Inoltre, non trascurate le dimensioni: evitate colori scuri negli ambienti piccoli e poco illuminati poiché rimpiccioliscono ulteriormente la percezione delle dimensioni che si ha di quella stanza. Un escamotage è quello di combinare i colori neutri con alcuni dettagli di colore vivace. 

4. Le combinazioni degli elementi decorativi

Soggiorno in stile  di estudio 60/75
estudio 60/75

Proyectos de interiorismo varios

estudio 60/75

Un principio fondamentale della decorazione – che  si può far valere sempre – è less is more.  È bene stare attenti a non soffocare gli ambienti, a non  appesantirli e ingombrarli di oggetti disposti a caso, specialmente se lo spazio a disposizione non è dalla vostra.  

Altro errore comune che bisognerebbe evitare è quello di ripetere lo stesso stile e lo stesso tipo di decorazione in tutte le stanze della casa. È sì importante mantenere armonia, coerenza ecoesione tra le varie stanze,  ma è anche necessario  definirle con tratti distintivi dai quali possa emergere parte della vostra personalità.

5. Il mix di stili non compatibili

L'armonia delle proporzioni e delle decorazioni all'interno di un'abitazione è fondamentale. Dunque, tutti gli elementi che scegliete, sia di tipo decorativo che funzionale, devono avere uno stile comune, o  quantomeno un fil rouge che li tenga uniti e coesi.  Altrimenti correte il rischio di saturare l'ambiente in cui dovete vivere la vostra quotidianità. 

Le sensazioni che veicola l'ambiente in cui siete calati devono essere armoniose  poiché in questo modo riuscirete a raggiungere uno stato mentale di relax e benessere  una volta rientrati a casa dopo il lavoro. Capita però di trovarsi nella situazione in cui non è possibile scegliere uno stile determinato per la casa e dunque  occorre procedere combinandone diversi. In questo caso, mescolate pure ma tenete sempre conto  degli ingredienti da cui state partendo, ossia del mix di colori, stili, forme, materiali e texture.

6. Badare alla bellezza e non alla praticità

La nostra casa è soprattutto il luogo dove ci rilassiamo, dove dormiamo e mangiamo. Dunque dobbiamo progettare gli interni in base a quelle che sono le nostre esigenze principali. Non ha senso avere una casa super cool se poi non è in grado  di soddisfare le nostre esigenze pratiche. Dunque, innanzitutto, occorre assicurarsi degli aspetti pratici e confortevoli.

Per esempio, se in famiglia ci sono tanti bambini occorre evitare oggetti fragili pericolosi, e magari optare per stili semplici e divertenti; se avete una postazione di lavoro da casa, assicuratevi di avere un arredamento comodo e confortevole, dunque scegliete una sedia che accompagni la vostra postura, un tavolo da lavoro spazioso e funzionale, un'illuminazione adeguata al tipo di lavoro che svolgete; se avete poco tempo da dedicare alla cura della vostra casa, allora cercate di trovare materiali e stili che richiedano poca manutenzione. Se seguite questi pochi e semplici consigli  non potete fallire nello studio della progettazione dei vostri interni. 

House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!