Pavimento: 19 Idee dal Design Incredibile

Ornella Correnti Ornella Correnti
Marmoker e Onici di Casalgrande Padana: nuovi cromatismi in gres porcellanato, Casalgrande Padana Casalgrande Padana Pavimento
Loading admin actions …

Oggi partiamo dalla base. È proprio così che potremmo definire il pavimento, la base su cui poi si costruisce uno spazio tridimensionale, fatto di geometrie, di vuoti e di pieni, di luci, colori e trame. Se vogliamo, quindi, costruire uno spazio che esprima un proprio stile e una propria personalità non possiamo certamente trascurare il pavimento, la scelta del suo materiale e il modo in cui questo verrà posato. In questo Libro delle idee tutto dedicato al pavimento, attraverso 19 esempi vi mostreremo quali sono i materiali più utilizzati, le loro caratteristiche e vi daremo dei suggerimenti utili per scegliere quale tipo di posa si adatta meglio allo stile che desiderate imprimere alla vostra casa e soprattutto alle vostre esigenze, anche di budget.

Continuate a leggere insieme a noi e vi sveleremo tutti i segreti per avere un pavimento davvero superlativo!

1. Effetto pietra compatto

Il gres porcellanato è uno dei materiali più diffusi grazie alla sua robustezza e versatilità; le aziende produttrici hanno raggiunto un livello di qualità davvero eccelso e sono in grado di riprodurre pressoché ogni tipologia di effetto. Guardate ad esempio quest’immagine: non riuscireste a distinguere il gres da una pietra naturale! Qui il formato in grandi lastre e la posa senza fughe crea la sensazione di un pavimento unico, monolitico in pietra. La finitura opaca poi dona un tocco di modernità in più.

2. Pietra naturale opaca

Ancora una volta grandi lastre di gres porcellanato effetto marmo, stavolta però la finitura è lucida e la fuga minima è stata realizzata con un colore leggermente a contrasto per esaltare la trama della posa. La finitura lucida si può sposare splendidamente anche con un contesto moderno.

 

3. Lucido

Più delicato di un gres ma decisamente più prezioso è un pavimento in pietra naturale, come quello di questo esempio. Certamente l’uso di un materiale così pregiato darà un valore aggiunto ai vostri interni; ogni lastra sarà diversa dall’altra, ma è proprio questa la bellezza dei materiali naturali.

4. Effetto parquet rustico

Sfruttate ancora una volta il gres se desiderate fortemente un pavimento effetto legno in un ambiente delicato come la cucina; la sua resistenza agli urti, all’abrasione e la sua natura non porosa lo rende perfetto per durare nel tempo. Unici svantaggi sono la presenza delle fughe e le “soghe” dalle ridotte dimensioni in lunghezza. In questo esempio è stato scelto un pavimento dallo stile rustico con grandi venature e nodi in evidenza.

5. Parquet dai toni caldi

Se non volete rinunciare all’impareggiabile calore che un vero parquet dona a ogni spazio avete davvero un’infinità di opzioni di posa e di essenze tra cui scegliere. La tipologia più diffusa per la sua facilità di posa è quella del parquet prefinito, costituito da doghe formate da un supporto in legno di betulla o abete e sopra uno strato di legno nobile, da poter incollare sul supporto o da posare “flottante”. Se desiderate creare degli spazi caldi e avvolgenti, scegliete essenze come quella che vi mostriamo in questo esempio, il suo contrasto con le superfici bianche lo esalta e lo rende protagonista.

6. Parquet dai toni chiari

In un ambiente dallo stile moderno e dal design minimal la purezza delle cromie è un aspetto fondamentale; in questo caso vi consigliamo di optare per un parquet dai toni chiari, come ad esempio un rovere naturale o addirittura sbiancato. Che ne dite?

7. Parquet massello a lisca di pesce

Tra le pose più note c’è quella a spina di pesce che si può realizzare sia con un parquet in legno massello sia con un parquet prefinito; quello che vi presentiamo qui è stato realizzato in listelli di massello. La sua naturale eleganza è davvero incredibile e soprattutto eterna, non passerà mai di moda. Perfetta sia per contesti classici che per contesti più contemporanei.

8. Parquet moderno a lisca di pesce

Esistono diverse tipologie di posa a spina di pesce; in questa foto vi mostriamo una tipica posa a spina di pesce ungherese che viene realizzata con doghe di uguale lunghezza e larghezza, giuntate tra loro sui lati corti con angoli a 45° o 60°. Una posa classica che può essere resa attuale dall’uso di un parquet con doghe più larghe e con un’essenza moderna colorata.

9. Insolite geometrie

La manodopera specializzata fa sempre la differenza quando si realizza una casa, affidatevi quindi sempre ad esperti del settore specialmente se avete intenzione di creare qualcosa di unico come questo pavimento ritagliato a rombi, composto per generare un particolarissimo effetto geometrico.

10. Pavimento in cemento

Dapprima confinati al solo ambito industriale, i pavimenti in cemento e in resina si sono ormai imposti anche dell’interior design come materiali estremamente contemporanei e versatili. L’ideale per chi ama la totale assenza di fughe e l’idea di una grande superficie unica che abbraccia tutto lo spazio senza soluzione di continuità. Stonalizzazioni, segni di spatolatura e piccole increspature sono segni distintivi di questo tipo di pavimento e che lo rendono unico e irripetibile.

11. Una liscia distesa di resina

zona living homify Pavimento Pianta,Vaso di fiori,bianco,Comfort,Pianta della casa,Legna,Interior design,Pavimentazione,Rettangolo,Pavimento

Più omogenea e liscia del cemento è la resina; questo materiale può essere utilizzato in tutti gli ambienti della casa e può anche essere utilizzato a parete per creare degli spazi a effetto scatola oppure negli ambienti umidi come bagni e cucine grazie alla sua impermeabilità.

12. Il ritorno del granigliato

Vecchie conoscenze che tornano alla ribalta: i pavimenti in graniglia sono nuovamente di moda e rendono felici gli amanti dello stile eclettico e del retrò. Queste superfici così screziate e irregolari nel disegno donano una forte personalità allo spazio; se state ristrutturando il vostro appartamento e avete trovato un vecchio pavimento in graniglia prendete seriamente in considerazione l’idea di recuperarlo e giocate con i contrasti cromatici dell’arredamento e dei tessuti.

13. Mix di materiali: legno e piastrelle

Divertitevi a mixare materiali anche a pavimento creando delle aree differenziate che individuano zone funzionali, come in questo esempio in cui il parquet si interrompe per lasciare spazio a piastrelle in ceramica che delimitano la zona operativa della cucina. Un connubio perfetto tra design e funzionalità.

14. Mix di materiali: resina e marmo

L’estro e la forza creativa di un architetto o interior designer possono dare una vera spinta in più allo stile dei vostri interni interpretando al contempo il vostro gusto. Prendete spunto da questa realizzazione in cui il pavimento diventa una tela bianca su cui, come un segno di matita, delle strisce di granito nero hanno disegnato intarsi che interrompono la continuità del pavimento in resina. Assolutamente originale, non credete?

 

15. Pavimento fai-da-te

Ecco l’idea perfetta per chi desidera ottenere un effetto sobrio ed elegante tenendo sempre d’occhio il budget, un’idea perfetta anche per rinnovare il look di una seconda casa o di un negozio: un pavimento in PVC. L’effetto è assolutamente naturale e verosimile; inoltre è un materiale resistente, antiscivolo, igienico, antistatico, impermeabile e silenzioso al calpestio anche se posato al di sopra di una pavimentazione esistente.

15.1 Pavimento fai-da-te

Le doghe sono incredibilmente sottili quindi prenderanno pochissimo spessore (1,2 mm circa) e avrete la possibilità di cambiare lo stile del vostro spazio senza dover ricorrere a pesanti e invasivi lavori edili; fate ben attenzione però a utilizzarlo solo all’interno, non è adatto alla pavimentazione di spazi esterni. Ulteriore vantaggio: si può posare anche al di sopra di un pavimento radiante.

15.2 Pavimento fai-da-te

Facilissimo da posare, ogni piastrella, infatti, è autodesiva. Basterà eliminare la pellicola protettiva e procedere alla posa, potrete farlo voi stessi. Un notevole risparmio di tempo e denaro!

16. Classico in cotto

Il cotto è uno dei materiali da costruzione più antichi e rivela sempre il suo fascino. È l’ideale per le case di campagna o in generale per contesti che esprimono un carattere rustico: Per una superficie più irregolare e vibrante scegliete piastrelle fatte a mano dai bordi sfrangiati, avrete però necessità di una fuga più larga in questo caso. Divertitevi poi a mescolare i formati creando fasce perimetrali di raccordo come in questo esempio.

 

17. In cotto a lisca di pesce

Oppure potete scegliere dei listelli più regolari per realizzare un pavimento a spina di pesce; la stonalizzazione dei listelli, tipica del cotto, darà ulteriore tridimensionalità alla superficie.


Per gli amanti della campagna ecco il Libro delle idee perfetto:

10 Splendide Case di Campagna che Amerai

18. Piastrelle di design

Abbiamo visto come il pavimento può essere il protagonista di uno spazio ed ecco un ulteriore esempio: in questo bagno moderno dalle tinte neutre alle classiche piastrelle bianche a parete è stato abbinato un pavimento in piastrelle dal forte impatto cromatico e geometrico. Basta davvero poco per dare un deciso twist all’ambiente.

19. Cementine esagonali iin stile industrial

Consunte, scolorite, queste cementine esagonali sono il pavimento ideale per completare uno spazio dallo stile industrial-retrò. Le tinte desaturate e i toni spenti sono la caratteristica principale di questo tipo di pavimento che si esalta nel contrasto con le superfici metalliche e gli arredi decapati.

Tra questi c'è il pavimento perfetto per casa tua! Dicci qual è, lascia un commento.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Articoli più recenti