Soggiorno in stile  di Beat Nievergelt GmbH Architekt

Da Casa Vecchia ad Appartamento da Copertina

Germana Invigorito Germana Invigorito
Google+

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Loading admin actions …

Certamente anche a voi sarà capitato di andare fuori città per il week-end, magari in un luogo più rustico, ed imbattervi in una casa vecchia e fatiscente. Con molta probabilità al suo interno vi saranno mobili obsoleti, piastrelle sporche e un’aria così demodé che nessuno vorrebbe mai averla come casa.
In casi come questi, l’unica soluzione possibile è senza dubbio un’accurata ristrutturazione!

Beh, questo è esattamente quello che è successo alla casa protagonista di questo libro delle idee, una casa unifamiliare degli anni ‘30 la cui decorazione e distribuzione erano fin troppo ancorati al passato!

Il progetto è opera di Beat Nievergelt GmbH Architekt.

Prima: una cucina senza grazia

Prima dell’intervento degli esperti la cucina era triste e datata, aveva un aspetto antiquato e decisamente fuori moda. Nonostante le ante sembrino in legno massiccio, inoltre, ne erano semplicemente rivestite da una lamina, mentre il top in alluminio oltre a stonare con il resto dell’arredo, rendeva il tutto più freddo. Infine, le piastrelle bianche alle pareti davano l’idea di uno spazio asettico e senza stile.

Dopo: una cucina di design

Date uno sguardo a questa immagine… è impossibile rendersi conto che si tratta dello stesso ambiente dell’immagine precedente, non è vero? Ora lo spazio è luminoso e con uno stile unico. La piccola cucina è stata unita al salone, per dar vita a un unico ambiente dove l’idea di spazio prende forma. Il bianco è il colore principale, e insieme al legno del parquet rende l’atmosfera elegante e minimalista.

Prima: una sala da pranzo da brividi

Ma ritorniamo un attimo indietro nel tempo, e andiamo a vedere come si presentava la sala da pranzo prima. Non c’è che dire, l’ambiente era triste e sconfortante, e vi erano troppi elementi che stonavano se posizionati gli uni accanto agli altri. Le bambole sospese al soffitto poi, erano inquietanti.. quasi da sembrare parte della scenografia di un film horror.

Dopo: un delizioso open space

Nella ristrutturazione, la sala da pranzo è stata inglobata nel progetto di grande open space che ingloba tutta la zona giorno. Si tratta infatti di un’area dedicata al tavolo e alle sedie in modo che appaiano come parte integrante dello spazio. Le linee moderne che caratterizzano la cucina infine, coinvolgono anche questa zona, dove sono le sedie a rappresentare il tocco di colore.

Prima: scale scure e buie

Anche se possono sembrare un elemento di secondaria importanza, le scale rappresentano un dettaglio di non poco conto nella strutturazione della casa, e hanno la capacità di modificare l’idea che si ha di quest’ultima. Guardando questa immagine, infatti, si evince subito che la casa sia buia e datata. I colori sono sbagliati, troppo scuri per un ambiente piccolo e privo di luce come questo…

Dopo: spazio alla luce

Ingresso & Corridoio in stile  di Beat Nievergelt GmbH Architekt
Beat Nievergelt GmbH Architekt

Neue Treppe über der bestehenden und sanierten Treppe

Beat Nievergelt GmbH Architekt

E infatti ecco come si presenta ora la nostra scala: bella, moderna e luminosa! Per cominciare, i gradini sono stati sostituiti con un legno più chiaro, i profili in legno sono spariti per lasciare il posto alla muratura bianca, e le protezioni nere sono scomparse. Ora tutto ha un altro aspetto!

Prima: la soffitta degli orrori

Infine, eccovi la soffitta, un luogo dimenticato da tutti… più che un sottotetto, infatti, sembra si tratti di un deposito dove sostano attrezzi ginnici e macchinari vari. Insomma, un magazzino mal impostato e invivibile. Necessitava un cambiamento!

Dopo: un luogo accogliente

Et voilà! Da luogo disorganizzato e caotico, questo sottotetto è diventato una stanza graziosa, funzionale ed elegante. Gli armadi infine, nascondono tutti i tubi e i macchinari che prima erano a vista, una soluzione intelligente che camuffa realtà scomode rendendole perfette.

I cambiamenti drastici vi stupiscono? Non perdetevi dunque, La magica trasformazione di una vecchia soffitta.

Che ve ne pare di questa trasformazione? Lasciate un commento.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!