L'architettura giapponese di Shigeru Ban

Eugenio C. – homify Eugenio C. – homify
Google+
Loading admin actions …

 È un grande onore per noi potervi presentare l’opera dell’architetto giapponese Shigeru Ban, che di recente si è unito alla nostra famiglia di homify. Destinatario del Premio Pritzker di quest’anno, un vero e proprio Premio Nobel per l’architettura, lo studio di questo architetto di talento è noto per i suoi progetti innovativi che incorporano i progressi tecnologici e una sensibilità sorprendente per temi sociali, politici ed economici che sono al centro della discussione dell'architettura contemporanea.  

Inoltre, possiamo riconoscere il suo lavoro attraverso un utilizzo di materiali preferiti e inusuali, come il cartone e la carta. Infatti, è proprio questa la particolarità che stupisce dei progetti di Shigeru Ban, molti dei quali composti da tubi di cartone che si fondono per gli spazi interni e esterni. Ricordiamo i suoi imponenti progetti istituzionali come il Centre Pompidou-Metz o il padiglione giapponese dell'Expo 2000 di Hannover, ma anche i progetti di architettura temporanea che sono sorti come rimedi in seguito diverse calamità naturali, principalmente come alloggio per i poveri e senzatetto. Oggi la nostra intenzione è quella di mostrarvi due progetti molto particolari: il primo si trova in Nuova Zelanda ed è nato in seguito al terremo del 2011; il secondo è un padiglione mobile per l'azienda Camper per la Volvo Ocean Race.

Christchurch

Nel febbraio 2011 un terremoto di magnitudo 6.5 gradi sulla scala Richter colpì la città di Christchurch, in Nuova Zelanda, provocando molti danni. La Cattedrale anglicana, un simbolo per tutta la città, fu completamente distrutta. Al fine di garantire un posto di preghiera e di riunione per tutta la comunità, lo studio di architettutra di Shigeru Ban costruì una cattedrale temporanea in un sito vicino all'edificio originale.

Nelle foto si possono apprezzare i risultati impressionanti di questo intervento architettonico: una struttura gigantesca, a forma di prisma triangolare, che può ospitare più di 700 persone e ha un’altezza di 21 metri. L’edificio ha un aspetto innovativo, riprendendo in parte il modello della cattedrale originale.

I materiali per la creazione degli interni svelano la natura temporanea della struttura. La vita dell'edificio non dovrebbe andare oltre i 50 anni, o almeno fino alla costruzione di una cattedrale permanente. Su ogni lato ci sono 4 container usati come pareti laterali, mentre 96 colonne di cartone formano il tetto spiovente; il pavimento è di calcestruzzo prefabbricato. Lo spazio interno è stato utilizzato dall’agosto 2013 per cerimonie religiose e grandi eventi come concerti o conferenze.

Tutti gli elementi interni sono stati progettati dallo studio di Shigeru Ban: le sedie in legno naturale, le pareti in tubi di cartone e anche gli arredi per le cerimonie, anch'essi di cartone. Non si può non notare come l'armonia e la coerenza di tutti gli elementi costruttivi abbiano ottenuto un clima sereno e gentile.

Concludiamo il giro della struttura con questa fotografia che si sofferma sulla qualità di questi spazi interni e sulla quantità d’illuminazione naturale che l’architettura riesce a catturare dall’esterno. Il ritmo e gli spazi tra le colonne di cartone permettono alla luce di entrare dentro alla cattedrale per una morbida aura dorata.

Camper

Il progetto che vi presentiamo riguarda il padiglione per l'azienda spagnola di scarpe Camper, una struttura che in relazione all’evento presenziato, doveva essere facile da montare, da smontare e da stivare in navi da carico per il trasporto da una destinazione all’altra. Questa struttura ha fatto parte dell’edizione 2011-2012 della Volvo Ocean Race che come prima tappa ha avuto Alicante, successivamente Miami, passando infine per le città di Sanya e Lorient. Shigeru Ban ha progettato un edificio di tubi di cartone di dimensioni variabili, che possono essere inseriti uno nell'altro una volta rimossa l’istallazione, riducendo così lo spazio per il trasporto.

Su una base di legno circolare sono stati installati i tubi di cartone che circondano la struttura che per metà si apre al paesaggio circostante. Più che tubi, è il caso di chiamarle colonne di cartone in quanto l’altezza di questi elementi è di ben 6 metri; per di più è loro il compito di supportare il rivestimento in tela bianca che è in tensione con un sistema di cavi d’acciaio.

L’interno del padiglione ospita diversi arredi, di cui la maggior parte costruiti ancora con tubi di cartone. Lo spazio interno è aperto e fluido: al centro troviamo panche e espositori della merce dall’aspetto inusuale. 

Come abbiamo avuto modo di osservare, gli elementi di carta e cartone sono la vera firma dei lavori di Shigeru Ban, progetti dal carattere familiare e invitante. Inoltre, come l'architetto ricorda in un’intervista, la sorpresa di questi lavori sta nella loro leggerezza, ma non solo: sono anche molto più resistenti ai terremoti di qualsiasi altro materiale da costruzione in calcestruzzo.

Siamo stati anche nei Paesi Bassi per vedere un altro incredibile progetto. Leggete questo Libro delle Idee.

Piaciuti questi progetti? Lasciate un commento.
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!