Prima impressionante, dopo affascinante

Agnese D’Alfonso – homify Agnese D’Alfonso – homify
Loading admin actions …

Quello che vi presentiamo oggi è un edificio assolutamente particolare, una piccola perla scaturita dal recupero di una costruzione dal forte valore storico e monumentale. L'origine risale al 1891, quando Padre Francisco Maria Rodrigues d'Oliveira Grainha fece costruire il collegio, con all'interno la cappella per la preghiera. Purtroppo in tempi recenti l'abbandono è il degrado avevano avuto la meglio, portando questa meraviglia a trasformarsi in un vero rudere senza più vita. Il miracolo è stato compiuto dall'architetto David Bilo, operativo principalmente a Coimbra, che con il massimo rispetto per la storia di questa costruzione, è stato capace di restituirle nuova vita. Andiamo a vedere come!

Prima: la facciata

Ecco come si presentava l'edificio prima dei lavori. Il grande valore e le enormi potenzialità erano evidenti, ma lo era anche il degrado avanzato, non soltanto dell'area esterna annessa, ma della costruzione stessa, la cui facciata era annerita dal tempo, con infissi rotti e pietre sconnesse.

Il degrado totale

L'interno era completamente disfatto. Le finestre erano rimaste senza vetri, il pavimento era un covo di rifiuti e macerie e i muri erano ormai invasi da muschio. La situazione sembrava irrecuperabile. Indubbiamente lo spazio aveva ancora una certa suggestione, ma intuire come intervenire in un contesto così complesso non era certo semplice.

Dopo: la facciata

Le origini dell'edificio sono state rispettate, la sua storia è ancora visibile in questa facciata totalmente rinnovata. Gli infissi sono finalmente curati e il bianco dà una forza e un impatto incredibili. È stata fatta pulizia anche in senso più profondo: non c'è più la scala in pietra, che probabilmente non era più funzionale a livello distributivo.

Un edificio rinnovato

Le finestre sono state rese omogenee, la pietra è totalmente ripulita. A risaltare immediatamente è la piccola vetrata colorata che illumina la cappella, con una composizione colorata geometrica, molto moderna. La pavimentazione esterna è stata totalmente rimessa a nuovo, lasciando spazio anche per il verde.

Interni suggestivi

Di fronte ad un'architettura di tipo religioso è facile essere intimiditi, nel momento in cui si cerca di adattarla alle esigenze moderne, perché il linguaggio utilizzato in edifici di questo tipo è aulico, alto e molto formale. Le altezze sono significative, i materiali di un certo pregio, insomma, non si tratta di un edificio qualsiasi e la qualità degli spazi che vediamo in questa fotografia lo conferma appieno!

I nuovi interni – parte 1

I nuovi interni parlano il linguaggio scandinavo. Quello che è stato mantenuto è la totale pulizia delle linee, le forti geometrie che conferiscono importanza allo spazio. Allo stesso tempo, con l'utilizzo di un pattern moderno per il pavimento e di materiali molto attuali, come il legno chiaro e il laminato bianco, si riesce a stemperare questa formalità, rendendo il tutto accogliente e caldo. Questa cucina è allo stesso tempo elegante e informale.

I nuovi interni – parte 2

Ed ecco qualche sguardo più in dettaglio!

Siete rimasti a bocca aperta?
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!