La trasformazione che non ti aspetti

Germana Invigorito Germana Invigorito
Google+
Loading admin actions …

Quando ci si affida nelle mani di un professionista, si sa, è molto raro rimanere delusi, soprattutto se poi l’obiettivo finale lo si concerta insieme. Tale collaborazione è tanto più importante se l’immediato intervento riguarda la ristrutturazione di un immobile storico. In tal caso infatti, si tratta di valutare l’importante bagaglio di cui la casa stessa è portatrice, e inglobarla in un progetto che guardi al futuro senza però rinnegare il passato. Credete sia difficile? Date allora un occhio a questo progetto firmato dall’architetto Filippo Rak.

Un passato da dimenticare..

Prima dei lavori - Casa F - Firenze:  in stile  di Filippo Rak Architetto
Filippo Rak Architetto

Prima dei lavori – Casa F – Firenze

Filippo Rak Architetto

Ci troviamo in un delizioso appartamento all’interno di un villino fiorentino tipico dei primi del ‘900, dove il tempo sembra proprio essersi fermato. Lo stato dell’immobile era ormai datato, così come le decorazioni e i rivestimenti. Ogni dettaglio era infatti portatore di un antico sapore ormai perduto, ma che con tenerezza e rispetto viene tuttora apprezzato. Alle pareti erano evidenti i segni dell’umidità, le mantovane e i lampadari importanti giacevano tristi e privi di scopo, mentre qualche arredo dell’epoca giaceva qua e là come abbandonato.

.. o quasi

Cantiere - Casa F - Firenze:  in stile  di Filippo Rak Architetto
Filippo Rak Architetto

Cantiere – Casa F – Firenze

Filippo Rak Architetto

Insomma, se l’obiettivo era un interno moderno, di design, dove ogni spazio potesse essere sfruttato al meglio, il risultato era ancora lontano..

Così si messo su un cantiere che piano piano ha riportato la struttura interna al suo stato primitivo, per rimodellarla partendo da 0.

Un presente luminoso..

Il risultato finale è spettacolare, e può essere riassunto con una sola parola: minimalismo! Il bianco spicca su tutto, e grazie alla scelta di un ambiente open space regala a questa zona una luminosità inaspettata. Le travi in legno sono state ripristinate, così come la notevole altezza dei soffitti. Tutti gli interni sono stati completamente ripensati e riprogettati, per un effetto da 10 e lode.

.. e moderno

La pulizia dei dettagli e il perseguimento di una linea essenziale fanno di questo progetto un esemplare moderno e all’avanguardia. La superficie totale misura 150 mq, eppure il design adottato ne aumenta la prospettiva. Meravigliosi i pochi arredi selezionati: il sinuoso divano Bend Sofa di B&B Italia, lo splendido tavolo Saarinen in marmo di carrara e sei sedie Vitra Eames DSW.

La cucina

In una zona più intima dell’open space, al di sotto del soppalco, è stata collocata la cucina. Lo stile è lo stesso incontrato finora, coerente ed elegante. Il bianco è il colore prediletto, mentre la decisione e la pulizia delle linee rette caratterizzano gli elementi. Centralmente è stata posta un’isola, che funge da piano d’appoggio, di lavoro e snack.

L'accesso al soppalco

In contrasto al bianco diffuso e alla luce finora incontrata, è stata posta la parete maggiore, quella che cioè conduce al soppalco che sovrasta la cucina. Il colore scelto è il tortora, una tonalità che appare diversa a seconda che la si guardi al di sopra o al di sotto della scala. Quest’ultima è un bellissimo elemento scomparsa dello stesso colore della parete, che con la sua sezione minima a sbalzo conferisce effetto, leggerezza e pulizia al tutto.

Dettagli in trasparenza

Eccoci dunque sul soppalco, una sezione ad L che gode di un affaccio privato sulla zona giorno. Da qui è infatti possibile ammirare lo spazio che caratterizza la sala e la sua luce, proveniente dai grandi infissi ad anta unica. Delizioso e allo stesso tempo astuto il parapetto in vetro, una trasparenza utile sia a non creare vere e proprie barriere sia a favorire la luminosità della zona.

La stanza da letto

Infine, torniamo al piano inferiore, e andiamo alla scoperta della zona notte. Qui lo stile moderno continua il suo percorso, ma non è solo: in memoria del tempo che fu, proprio della storia della villa stessa, si è optato per il riutilizzo di una sedia antica, in legno e imbottita. L’abbinamento è perfettamente riuscito.

Se le ristrutturazioni vi interessano più del resto, leggete anche Prima e dopo: una casa in rovina torna al suo antico splendore.

Cosa ne pensate di questa trasformazione? Lasciate un commento.
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!