Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

La rinascita di un mulino completamente abbandonato

Germana Invigorito Germana Invigorito
Google+
Loading admin actions …

Le campagne sono piene di antichi edifici ormai abbandonati e che non hanno più alcuna funzione… eppure ognuno di loro conserva ancora un fascino misterioso. Questo è il caso di un mulino nella piccola città di Ourenze. Si trattava di un vecchio edificio in pietra abbandonato che, nonostante le sue condizioni, ha mantenuto il suo fascino rustico. La struttura si trovava in un paesaggio spettacolare, dunque era necessario sottoporla a una radicale ristrutturazione che ne mettesse in risalto i punti di forza. Ed è cosi che sono intervenuti gli esperti dello studio B+T Arquitectos. La facciata esterna è stata mantenuta intatta cosi come la sua divisione interna, si è infatti preferito dar maggior rilievo all’angolo ufficio, ad una grande cucina e ad un bellissimo salotto. Vediamo insieme il risultato finale.

Il vecchio mulino

 in stile  di b+t arquitectos
b+t arquitectos

Estado previo exterior

b+t arquitectos

Prima di scoprire il risultato della ristrutturazione, vi mostreremo due immagini che immortalano lo stato in cui verteva il mulino prima dell’intervento degli esperti. In questa immagine è raffigurato l’esterno dell edificio, una piccola pianta con delle spesse pareti in pietra, poche finestre piccole e una scala fatiscente che portava a un piano rialzato. la sfida principale per i nostri esperti era quella di ottenere un risultato finale che fosse quanto più rispettoso della struttura iniziale.

All'interno

 in stile  di b+t arquitectos
b+t arquitectos

Estado previo ineterior

b+t arquitectos

Ecco come appariva l’interno della struttura. Trattandosi di un mulino, al centro della stanza vi era un grande frantoio tradizionale. Da questa prospettiva possiamo notare le piccole finestre già viste  in precedenza. E’ chiaro come la luminosità possa rappresentare un problema di notevole importanza dal momento che l’intenzione è quella di restare fedeli all’assetto originario.

Dopo la ristrutturazione

Case in stile  di b+t arquitectos
b+t arquitectos

Exterior reformado

b+t arquitectos

Eccovi un primo assaggio dell’aspetto del mulino dopo la ristrutturazione. Il tetto è stato ricostruito cosi come le pareti in pietra ormai in rovina. Il look è molto simile a quello del vecchio edificio, eppure diversi sono gli elementi moderni che hanno permesso alla casa di adattarsi alle nuove esigenze.

La doppia altezza

Prima di proseguire alla scoperta degli nuovi interni, è doveroso sottolineare che il mulino misurava una superficie di soli 49mq, che grazie agli architetti e alla presenza di un soppalco sono stati raddoppiati. La doppia altezza è stata possibile in parte grazie alla pendenza su cui si trova l’abitazione, in parte grazie a una giusta proporzione degli spazi dovuta allo studio degli architetti. I soffitti infatti non sono molto alti, e le travi in legno occupano gran parte dello spazio.

Il legno e la pietra

Cucina in stile  di b+t arquitectos
b+t arquitectos

Cocina y estar

b+t arquitectos

Le pareti in pietra che abbiamo visto nella facciata si trovano anche all’interno, donando cosi all ambiente rustico un piacevole tocco di calore. Il secondo materiale per eccellenza è senza dubbio il legno. Largamente presente in casa non solo sul soffitto ma anche in gran parte dell’arredo.

Un'affascinante camera da letto

Camera da letto in stile  di b+t arquitectos
b+t arquitectos

Zona de descanso

b+t arquitectos

Al piano superiore si estende una grande camera da letto che tuttavia gode di punti più alti e punti più bassi a seconda della pendenza del tetto. Su un lato si sviluppa la camera da letto vera e propria alla quale è davvero difficile resistere. I toni chiari caratterizzano l’ambiente, ma il vero punto d’interesse è la cornice di pietra viva della finestra.

Lo studio

L’altra parte della stanza è invece dedicata allo studio. I due ambienti sono stati separati da un mobile divisore, una soluzione intelligente che da una sensazione di continuità allo spazio e che non impedisce il flusso di luce in ogni angolo dello spazio.

Se lo stile rustico vi fa impazzire, leggete anche Prima e Dopo: da rudere a casa in stile rustico.

Cosa ne pensate di questa trasformazione? Lasciate un commento e diteci la vostra.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!