Come scegliere la porta d'ingresso?

Costanza Antoniella Costanza Antoniella
Google+
Loading admin actions …

La porta d’ingresso è un vero e proprio biglietto da visita della nostra abitazione, la parte più personale della casa, quella che, a modo suo, racconta la storia del proprietario. Molto spesso, col passare del tempo non diamo molto peso all’ingresso della nostra casa, ma se ci pensiamo un po’ su, ci renderemo conto che è proprio lui che parlerà di noi ai nostri ospiti e gli spiegherà che tipo di persone siamo. Pertanto, è importante pensare bene a che genere di impressione vogliamo lasciare a chi varca la soglia di casa nostra.  Se ci facciamo caso, quando veniamo invitati per cena da una famiglia che sappiamo essere molto spaventata da ladri e criminalità, una volta arrivati davanti all’uscio, ci imbatteremo in una grande porta blindata, di quelle molto pesanti dalle mille serrature. È anche ovvio che se la famiglia in questione abita in un appartamento, possiederà una porta in linea con tutte le altre del palazzo e che probabilmente è stata scelta da qualcun’altro al momento della costruzione dell’edificio. Se invece gli ansiosissimi Rossi possiedono una villa in aperta campagna, ecco comparire oltre alle centodue telecamere di sorveglianza, i quattro dobermann cresciuti a sangue crudo e il cancello automatico a tre velocità, anche una porta blindata di quelle che farebbero invidia all’esercito.

Argomento di oggi saranno quindi le porte d’ingresso, come sceglierle e cosa prendere in considerazione per decidere qual è quella giusta per noi. Di seguito troverete cinque esempi di altrettante porte differenti che potrete trovare all’interno della nostra piattaforma. Perché noi di homify pensiamo proprio a tutto, anche alle porte d’ingresso.

Trasparente? Perché no!

La porta d’ingresso trasparente può essere un’azzardo, ma se la soglia che stiamo per varcare è quella di un ufficio, allora perché no? Questo tipo di porta d’ingresso, porterà inconsciamente il cliente a pensare che il lavoro svolto all’interno di questo edificio, non ha nulla da nascondere, anzi. Chiaro è che se state pensando di installare una porta di questo genere a casa vostra, fate in modo di essere i soli a poter guardare attraverso questa trasparenza: se avete la fortuna di possedere una proprietà monofamiliare, sicuramente avere una porta d’ingresso come questa non risulterà un problema e anzi sarà splendida inserita in un contesto moderno. Semplicemente, assicuratevi che, nonostante il materiale, si tratti di una porta blindata.

Austerità ed eleganza

Una porta blindata e nera sembra voglia dire Sono difficilissima da aprire e chi mi aprirà dall’interno è difficilissimo che sorrida. Oppure è semplicemente una porta blindata che accostata al muro in pietra a vista e alla facciata bianca della casa, stava benissimo e faceva pure quel genere di contrasto che è proprio delle abitazioni moderne. Ad ogni modo ricordatevi che la porta d’ingresso dovrà esprimere prima di tutto la personalità e lo stile della casa, è chiaro che se abitiamo in una villa del settecento, cercheremo una porta dai tratti classici, evitando modernità e minimalismo.  Per scegliere il modello più adatto alle nostre esigenze dovremo pensare in primo luogo a che genere di prestazioni vogliamo che ci offre il nostro portone e per prestazioni intendiamo isolamento e sicurezza.

Giorno e notte

Come vogliamo che sia il nostro ingresso di casa? Se mentre nella foto precedente vi abbiamo fatto vedere l’ipotetica porta d’ingresso della famiglia Rossi della quale abbiamo parlato nell’introduzione. In questa vediamo come in casa Brambilla le cose cambino, creando un mix tra la porta della prima immagine e quella della seconda. L’ingresso di questa villetta in provincia di Ancona presenta una porta blindata dal colore legno scuro in linea con tutti gli infissi della casa. L’ingresso si presenta ben più ampio della sola porta, grazie ad una grande vetrata alla quale è integrata. In questo modo tra la zona giorno e il patio d’ingresso è come se venisse instaurato un rapporto di continuità che viene spezzato solo in parte dalla porta.

Gli agenti atmosferici

Una volta appurato che tipologia di portone blindato ci interessa, dobbiamo appurarne le caratteristiche valutando fattori che nella scelta di una porta sono fondamentali. Se ritenete che nella vostra zona possano esserci eventuali ladri interessati alla vostra villetta e a quella dei vicini, sappiate che esiste una norma europea (la ENV1627) che stabilisce le diverse classi che servono a classificare i vari modelli di porte blindate a seconda della loro resistenza alle effrazioni. A seconda di dove abitate e delle dimensioni della vostra casa, scegliete quindi la porta più adatta a seconda del contesto in cui si trova la vostra abitazione. Teniamo bene a mente che più sarà sicura e blindata la porta, maggiore saranno il costo e il peso, questo vuol dire che se abitate in una zona tranquilla dove la criminalità è ridotta al minimo, vi sconsigliamo di acquistare una porta fin troppo sicura, piuttosto optate per i dobermann!

Numeri civici

In questa abitazione vediamo come la porta si abbini perfettamente al resto dell’architettura della casa. È molto importante che teniate sempre a mente la struttura della vostra abitazione durante la scelta della porta. In questa immagine notiamo come l’ingresso si riconosca tale, anche grazie alla presenza del numero civico posto sulla parete al fianco della porta. Per lasciare comunque che la casa si apra sul giardino, nelle immediate vicinanze è presente anche una grande portafinestra che da direttamente sulla zona giorno.

Com'è la porta di casa vostra? Lasciate un commento.
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Richiedi tuo preventivo gratis

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!