Lavori in Casa e Titoli Abilitativi: una Guida per Non Sbagliare | homify | homify
Error: Cannot find module './CookieBanner' at eval (webpack:///./app/assets/javascripts/webpack/react-components_lazy_^\.\/.*$_namespace_object?:3566:12) at at process._tickCallback (internal/process/next_tick.js:189:7) at Function.Module.runMain (module.js:696:11) at startup (bootstrap_node.js:204:16) at bootstrap_node.js:625:3

Lavori in Casa e Titoli Abilitativi: una Guida per Non Sbagliare

Ornella Correnti Ornella Correnti
Casa nel Centro Storico con Piscina Sala da pranzo minimalista di antonio felicetti architettura & interior design Minimalista
Loading admin actions …

Lo studio delle soluzioni progettuali, la scelta di materiali, finiture, arredi sono gli aspetti più coinvolgenti ed elettrizzanti quando si affronta la ristrutturazione o la costruzione di un immobile, ma c’è da considerare un altro importante aspetto: quello burocratico.

Infatti, perché il progetto possa davvero concretizzarsi è necessario, in base alla tipologia di intervento da realizzare, seguire un preciso iter, che ha come scopo quello di legittimare l’opera e assicurarne la rispondenza alle vigenti normative.

In questo Libro delle idee, attraverso l’analisi dei progetti realizzati dall’architetto Antonio Felicetti, vi accompagneremo alla scoperta dei diversi titoli abilitativi previsti dalle normative edilizie.

1. CIL per la manutenzione ordinaria

Con semplici interventi non invasivi l’architetto Antonio Felicetti ha cambiato il volto di questo appartamento: è stato sufficiente rinnovare le finiture, sostituendo il pavimento e ritinteggiando le pareti, sostituire gli infissi e gli arredi.

1.1 CIL per la manutenzione ordinaria

1.2 CIL per la manutenzione ordinaria

Questi interventi vengono classificati dalla vigente normativa nazionale (il Testo Unico per l’edilizia D.P.R. 380/11 e il D.lgs 222/16) come manutenzione ordinaria, per la cui legittimazione il tecnico incaricato deve inoltrare, telematicamente tramite un’apposita modulistica, allo Sportello Unico per l’Edilizia del comune di riferimento una CIL (Comunicazione Inizio Lavori); una semplice comunicazione che dà diritto all’inizio dei lavori contestualmente all’inoltro della pratica.

1.3 CIL per la manutenzione ordinaria

2. CILA per lavori di manutenzione straordinaria leggera

Per poter dare inizio alla trasformazione della Tic Tac Home, l’architetto Antonio Felicetti ha redatto una CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata) utilizzando la modulistica dedicata e inoltrandola telematicamente al comune di competenza insieme agli allegati richiesti, tra cui gli indispensabili elaborati di progetto quotati, distinti in stato di fatto e progetto.

2.1 CILA per lavori di manutenzione straordinaria leggera

2.2 CILA per lavori di manutenzione straordinaria leggera

La CILA è una comunicazione che dà diritto all’inizio immediato dei lavori e riguarda una serie di interventi, tra cui la manutenzione straordinaria leggera, che non interessa le parti strutturali dell’edificio. Attraverso la CILA il tecnico incaricato, nella qualità di progettista e/o di direttore dei lavori attesta sotto la propria responsabilità la rispondenza del progetto alle vigenti normative in tema di parametri urbanistici, di salubrità degli ambienti e di sicurezza.

2.3 CILA per lavori di manutenzione straordinaria leggera

3. SCIA per manutenzione straordinaria pesante

Il progetto di una villa con piscina all’interno di un centro storico ha richiesto la redazione di una SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), tramite la quale il tecnico ha autorizzato sotto la propria responsabilità i lavori di manutenzione straordinaria pesante e di restauro, con interventi sulle parti strutturali, e la costruzione della piscina.

3.1 SCIA per manutenzione straordinaria pesante

3.2 SCIA per manutenzione straordinaria pesante

Nel caso di immobili di carattere storico sottoposti a vincolo, il tecnico ha l’obbligo di presentare il progetto alla Soprintendenza per i Beni Culturali, per ottenere il rilascio del nulla osta da allegare poi alla SCIA insieme a ulteriori eventuali atti di assenso rilasciati da altri enti, quali ad esempio il Genio Civile nel caso di interventi sulle strutture. L’inoltro della SCIA dà diritto a iniziare i lavori senza dover attendere una risposta da parte dell’amministrazione.

3.3 SCIA per manutenzione straordinaria pesante

4. Permesso di Costruire

Dovendo intraprendere i lavori di costruzione ex novo di un edificio, come nel caso della casa ad L progettata dall’architetto Antonio Felicetti, è d’obbligo la presentazione telematica presso lo Sportello Unico per l’Edilizia del comune di pertinenza del Permesso di Costruire (PdC) attraverso la modulistica appositamente predisposta.

Si tratta di un titolo autorizzativo rilasciato dall’amministrazione inerente a interventi più consistenti e per il rilascio del quale è previsto il pagamento di oneri concessori e di urbanizzazione calcolati secondo tabelle regionali; se entro 60 giorni l’amministrazione non si esprime la domanda di rilascio si intende accolta.

5. Documenti di cantiere

Tutti i titoli abilitativi vengono rilasciati al titolare dell’immobile o a chi abbia titolo e possono essere presentati dal tecnico incaricato abilitato a cui viene data specifica delega; per tutta la durata dei lavori è necessario tenere in cantiere tutta la documentazione utile a dimostrare la legittimità dell’intervento in corso, la regolarità delle imprese coinvolte e il Piano Operativo di Sicurezza.

5.1 Documenti di cantiere

Lavori in Casa, Ecco una Guida ai Titoli Abilitativi Necessari
House 1 Camera da letto rurale di Opera s.r.l. Rurale

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!