homify 360°: una casa sulla spiaggia di Paraty

Federica Di Bartolomeo Federica Di Bartolomeo
Google+
Loading admin actions …

Allora siete pronti a partire? Oggi homify vi porta infatti in uno dei paesi che da sempre rivestono più fascino nell'immaginario collettivo di europei e non, il Brasile: ovvero, una natura per molti versi ancora incontaminata, e colori e suoni unici che si fondono in uno dei mix culturali ed etnici più diversificati al mondo.

Nello stato di Rio de Janejro in particolare, una cittadina coloniale, antico porto per il traffico portoghese sul cammino dell'oro, emerge per la bellezza della sua natura e delle sue spiagge. Paraty è infatti quello che si potrebbe definire, senza  paura di cadere nella banalità delle frasi fatte, un angolo di paradiso a metà tra due fiumi, che,  abitato originariamente dagli indigeni Guaianas, si estende fino al'oceano. Oggi questa città è una delle località turistiche più rinomate in Brasile, anche grazie alla lungimiranza dell'amministrazione comunale, che oltre a valorizzare le bellezze naturali del luogo si cura di organizzare eventi culturali come l'apprezzato Jazz Festival. 

Una delle sue stupende spiagge, all'ombra delle montagne rivestite da un' esuberante vegetazione, è stata anche eletta dallo studio d'architettura  MK2 come scenario perfetto di una piccola opera moderna di ingegno architettonico. Due parallelepipedi di pura armonia geometrica in calcestruzzo lasciato a vista si sovrappongono, integrandosi con coerenza nella roccia del litorale brasiliano e delineandosi come un gioco di solidi equilibri, installato sulla particolare configurazione del terreno. Le immagini però restano sempre la più eloquente esplicazione. Non ci resta quindi che invitarvi in un piccolo tour guidato alla scoperta di questa perla di  moderno design.. pronti allora ad entrare in un vero e proprio sogno ad occhi aperti?

Linee orizzontali e colore

​Il primo scorcio che abbiamo deciso di offrirvi è quello del primo piano, che si specchia nelle trasparenze della piscina. Oltre allo stupendo color smeraldo del fondo di quest'ultima, attira la nostra attenzione  quello definibile come il trionfo delle linee orizzontali, che vediamo plasmare la base dell'abitazione. La scelta dei colori primari-giallo, rosso e blu- per le sdraio da giardino  è l'ulteriore nota di stile che configura la giusta presentazione per gli ospiti di questa villa. Una facciata leggerissima, in vetro, è incassata e allo stesso tempo protetta nella cornice chiara ed estremamente allungata che definisce il volume di questo gioiello di design minimal.

Immersa nella natura tropicale

​Muovendoci sul lato opposto, stupefatti, ci rendiamo conto della spettacolare scenografia verde offerta dal versante montuoso che accoglie questa villa alle sue pendici. Un'esplosione di tipica vegetazione tropicale è  infatti il nostro giardino, la cui frescura ci protegge dalle temperature delle ore più calde.

Notiamo poi che il bordo piscina è costituito da una lunghissima terrazza in legno, la quale asseconda le dimensioni longitudinali espresse dal  piano inferiore della villa. Qui, stesi pigramente al sole una volta usciti dall'acqua, non rimarrà che affidarsi alla contemplazione dell'Oceano, altro protagonista d'eccezione di questa ambientazione da favola.

​Come già anticipato infatti nell'introduzione, questa casa affonda le sue privilegiate fondamenta sulla spiaggia. Nella foto però, vediamo anche  come l'inserimento della piscina e della villa nella natura circostante sia stato modulato con sapiente discrezione, descrivendole come presenze per niente invasive:  sembrano anzi quasi essere un ulteriore elemento di grazia naturale, aggiunto al paesaggio dalla mano dell'uomo.

Grazie a  quest'altra immagine ad esempio ci accorgiamo che la piscina fuori terra è contenuta in una struttura eretta in pietre naturali, le quali alternano i diversi toni del grigio ai color senape e marrone: un collegamento perfetto con le sfumature della sabbia.

Entriamo

​L'ingresso è garantito  da un ponte metallico che  conduce a una scala che collega al volume costituente la base della villa. Questa area contiene le zone di rappresentanza della casa: il soggiorno, la cucina e le aree di servizio.

Piccoli cortili interni

Gli spazi orientati sul fronte della montagna, come la cucina qui nella foto, hanno piccoli patii interni animati da un'illuminazione zenitale, e sono anch'essi definiti da una texture in listoni di pietra che si delinea come il sorprendente rivestimento di tutte le pareti della casa: un ulteriore legame visuale con la natura rocciosa della baia che offre riparo alla casa.

Le zone di collegamento

​Anche la zone di collegamento sono curate nei minimi dettagli, dalle pareti al sistema d'illuminazione. Il particolare di questa foto evidenzia anche come una passerella in legno si ricavi spazio da una lastra trasparente, che permette la vista su una pavimentazione naturale in ciottoli.

L'arredamento interno della casa

Come gli spettatori di un cinema all'aperto, prendiamo posto per godere dello straordinario scorcio prospettico offerto da una parete totalmente aperta sull'ambiente naturale.

​Qui possiamo anche notare come una collezione di pezzi che hanno fatto la storia del design del XX secolo costituisca l'arredo della casa. Tra i nomi eccellenti che arricchiscono questi interni ricordiamo George Nakashima, Luis Barragan, Lina Bo Bardi, Sérgio Rodrigues, Joaquim Tenreiro e José Zanine Caldas, uno dei più grandi designer brasiliani di sempre, definito a ragione il Maestro del legno .

​E proprio il legno caratterizza con la sua forte presenza nelle stanze ampie e fluide di questa abitazione. La generosità degli spazi non può che dare ulteriore risalto ai mobili, vere e proprie sculture modellate in tonalità calde.

Una parete vegetale

​Il volume superiore della casa, di dimensioni inferiori, è stato destinato ad ospitare la zona notte. Qui le camere hanno come unico filtro con l'esterno dei pannelli in flessibili steli di eucalipto  che hanno la caratteristica di essere, all'occorrenza, retrattili, lasciando spazio all'ammirazione incontrastata delle acque oceaniche.

​Qui un particolare di questa originale parete vegetale, vista dagli interni di una delle camere. Quanti di noi apprezzano il piacere di una rigenerante anche se breve dormita nelle ore più calde dei pomeriggi estivi? Quest'ambiente offrirà  allora il giusto spazio per la siesta, un'isola di quiete in cui saremo cullati dalla penombra rilassante nella quale si fanno spazio sottili fessure di luce. 

Un tetto verde

Quando si deve progettare casa, avendone la possibilità, sarebbe ideale considerare l'opportunità​ di poter sfruttare anche il tetto dell'abitazione, che fornisce ulteriori spazi all'aperto per il nostro tempo libero. 

Se sul tetto c'è un giardino poi, non faremo che renderlo più accogliente.Saliti sulla sommità di questa abitazione infatti, una nuova terrazza accoglie i nostri passi. Su questa trova posto anche un giardino per la coltivazione delle piante aromatiche, cresciute tra la frescura della brezza oceanica e il caldo sole dei tropici.

Giochi di luce

​Quando cala la sera, un accorto impianto d'illuminazione valorizza le forme essenziali della nostra villa, regalandoci un'altra immagine da cartolina delle vacanze ideali.

​L'ultima immagine in particolare, ci dà la possibilità di apprezzare il posizionamento asimmetrico dei due giganteschi volumi, che posti l'uno sull'altro si fanno largo tra le palme e gli alberi che svettano alti verso il cielo, un'ulteriore protezione per la riservatezza dei fortunati residenti.

È venuta anche a voi la voglia di partire? Lasciate un commento!
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!