Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

La rivincita del vetrocemento: tutti i vantaggi di una piccola riscoperta!

Giuseppe Solinas – homify Giuseppe Solinas – homify
Loading admin actions …

Parleremo in questo Libro delle Idee di un materiale inusuale, il vetrocemento. Materiale di origine industriale, il vetrocemento è una struttura costituita dall'alternarsi di piccoli travetti di cemento armato e elementi generalmente quadrati di vetro stampato o di cristallo.

Inizialmente veniva usato per rivestire strutture appunto di origine industriale, andando a rivestire le pareti di ambienti che necessitavano di una illuminazione non intensa ma diffusa. Riscoperto nel tempo per le sue caratteristiche di versatilità, può essere utilizzato per pareti divisorie, esterne o interne.

La caratteristica di lasciar passare la luce, infatti, si unisce a notevoli capacità in termini di isolamento sia termico che acustico. Il vetrocemento diventa quindi una soluzione molto interessante per rivitalizzare e valorizzare angoli bui della casa, spazi che così possono ritrovare una nuova funzionalità.

Pareti costituite dalle sequenze trasparenti dei cosiddetti diffusori, cioè i vetromattoni di grande spessore che ne animano la configurazione, possono allora diventare una scelta efficace in diversi ambienti della casa, dal bagno alla camera da letto, per dividere sfruttandone la trasparenza e luminosità.

L'opacità e lo spessore del vetrocemento, infatti, garantiscono sia la privacy data da una separazione netta, capace di filtrare gli sguardi esterni, che una trasparenza modulata, in grado di lasciar passare la luce e generare una luminosità diffusa e morbida negli ambienti.

Il vetrocemento rappresenta quindi una soluzione per la casa inusuale quanto funzionale, per regalare una nuova configurazione agli ambienti, arricchendoli attraverso luce e trasparenza. 

Vediamo insieme come.

1. Per separare gli spazi lasciando passare la luce

Cucina in stile  di INpuls
INpuls

Wohnküche

INpuls

Una parete in vetrocemento permette di mantenere una netta separazione tra gli ambienti perché gli spessori dei diffusori, cioè dei moduli in vetro che ne costituiscono la struttura, sono tali da opporre un denso filtro allo sguardo esterno, che rimane bloccato dalla loro intensa opacità.

Allo stesso tempo, però, i moduli in vetro permettono alla luce di passare e diffondersi uniformemente, rendendo la separazione meno netta, fluida e stabilendo così un passaggio, uno scambio tra gli ambienti che li collega in modo organico, modulato proprio attraverso la luce.

Per queste ragioni una parete in vetrocemento può diventare utilissima per separare e allo stesso tempo unire ambienti differenti della casa, come per esempio una cucina con gli spazi di collegamento interni come il corridoio o la sala da pranzo con l'area living.

2. Una parete come una finestra. Con tutta la privacy che serve

La trasparenza opaca di una parete in vetrocemento, questa sua capacità ossimorica di filtrare e lasciar trasparire allo stesso tempo, apre lo spazio a una luminosità diffusa, a uno scambio con gli altri ambienti capace però di mantenere la privacy e l'intimità degli ambienti stessi.

Il vetrocemento può diventare allora la soluzione per collegare spazi come quelli della camera da letto con il resto della casa, sfruttando gli spessori dei moduli in vetro per mantenere una separazione netta, ma sfruttando allo stesso tempo la trasparenza per lasciare che la luce si diffonda.

Una parete in vetrocemento può allora agire come una finestra che apre lo spazio verso l'esterno, ma il cui scambio è filtrato e interpone una barriera ovattata e luminosa tra ambienti differenti, che ne preserva l'intimità senza bloccare il passaggio della luce.

3. Ottime capacità di isolamento termico e acustico

I moduli in vetro che formano la struttura del vetrocemento presentano delle capacità notevoli in termini di isolamento sia termico che acustico. Normalmente, infatti, i vetromattoni sono costituiti da strati di vetro uniti da materiale isolante attraverso un'intercapedine, il che li rende naturalmente isolanti.

Queste capacità possono essere sfruttate sia per dare vita a pareti direttamente collegate all'esterno, sia per quelle divisorie da inserire nella configurazione interna della casa. Una parete in vetrocemento, quindi, permette di intervenire in contesti in cui la luminosità si debba accompagnare a capacità di isolamento.

Ambienti che necessitino di essere protetti dagli sbalzi termici e dagli agenti atmosferici, dall'impatto acustico provocato da contesti esterni molto rumorosi, frequentissimi nell'ambito urbano, possono essere così protetti da strutture in vetrocemento, che allo stesso tempo permettono alla luce di penetrare nella casa.

4. Per trasformare angoli inutilizzati e bui

Stanza dei bambini in stile  di     tritschler glasundform
tritschler glasundform

trennwand für ein kinderzimmer

tritschler glasundform

Le pareti in vetrocemento permettono un passaggio modulato della luce e allo stesso tempo garantiscono qualità di solidità e protezione simili a quelle di una parete in muratura. Possono quindi essere utilizzate per rivitalizzare e trasformare attraverso la luce angoli della casa bui e difficili.

Un corridoio per esempio, ma anche una stanza poco luminosa perché priva di finestre, possono trovare una nuova dimensione, una vitalità prima assente grazie al vetrocemento. I vetromattoni, poi, possono essere colorati a piacimento, e quindi assumere una valenza decorativa ricca di interessanti implicazioni.

5. Per personalizzare il bagno

Conversione di un sottotetto non abitabile in mansarda:  in stile  di Michele Valtorta Architettura
Michele Valtorta Architettura

Conversione di un sottotetto non abitabile in mansarda

Michele Valtorta Architettura

Una parete divisoria in vetrocemento può diventare una soluzione molto utile nel contesto del bagno. Come vediamo nella proposta di Michele Valtorta Architettura, infatti, la trasparenza e il filtro garantiti dallo spessore dei vetromattoni, può essere sfruttata per costituire una separazione che permetta alla luce di diffondersi.

In questo modo la luminosità del bagno non viene pregiudicata, anzi: la luce può diffondersi liberamente, rendendo così il bagno più arioso. Il gioco della luce filtrata dai vetromattoni, poi, arricchisce l'ambiente in termini decorativi, introducendo la ricca tessitura di sfumature creata dalla filtrata dai vetromattoni.

6. Un materiale di facile pulizia e manutenzione

Ingresso, Corridoio & Scale in stile  di Adventive
Adventive

Design végétal

Adventive

Oltre che per le notevoli capacità in termini di isolamento termico e acustico, per le ricche implicazioni decorative di cui è in possesso, il vetrocemento risulta essere un materiale adattissimo al contesto domestico anche per la semplicità e la facilità di pulizia e manutenzione.

Materiale solidissimo e resistente agli urti, di grande durata nel tempo, non necessita infatti di particolari procedure di manutenzione. Le sue superfici levigate di vetro, poi, sono facilissime da pulire con i normali prodotti usati per i vetri di porte e finestre.

Siete interessati all'argomento? Scoprite anche:Trasparenze: come, dove, quando e perché farne ricorso.E adesso tocca a voi.Diteci cosa ne pensate ...
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!