Musica e architettura: ad ogni progetto la sua traccia

Costanza Antoniella Costanza Antoniella
Google+
Loading admin actions …

Avete mai provato a girare per la città con il volume delle auricolari al massimo, guardando il mondo che si muove al ritmo della musica che più vi piace? Immaginate di fermarvi e osservare come tutto scorre attorno a voi, nelle vostre orecchie il suono della vostra traccia preferita, le auto che passano, una signora sta seduta su una panchina e scruta l'orizzonte. Un cane passa vicino a voi e vi annusa i pantaloni. Il suono vi immerge, vi rapisce, la testa oscilla a destra e a sinistra seguendo il ritmo, non potete non notare come l'anziano con il bastone che attraversa la strada sia tremendamente a tempo con Battiato che vi urla nei timpani. 

Ecco, oggi noi vogliamo provare a fare lo stesso, a suggerirvi una traccia per ognuna delle foto dei progetti che abbiamo scelto. Un pezzo che possa descrivere le forme e le simmetrie delle abitazioni che avrete davanti agli occhi, un modo per farvi emozionare e incuriosire non solamente con le parole, ma anche con la melodia. È chiaro che forse oggi chi scrive debba venire allo scoperto e mostrarsi, d'altra parte la musica è talmente tanto personale che non si può pretendere che la scelta che chi scrive ha fatto, sia nelle corde di tutti. Quindi oggi mi trovo a dover parlare in prima persona come mai ho fatto e mai più farò. 

Ho scelto cinque foto per altrettanti progetti, tutte molto differenti le une dalle altre. Non ho usato un filo logico, ho solamente associato il bello estetico al bello musicale ed ecco che il Libro delle Idee ha preso forma. Cinque progetti di esperti da tutto il mondo che potrete trovare all'interno della nostra piattaforma. Perché a noi di homify, piace anche sperimentare argomenti nuovi, mescolando anche le varie forme artistiche: musica e architettura sono due modi molto differenti di fare arte, ma sono entrambi espressione di una creatività che è da condividere con gli altri e che suscita emozioni di ogni genere. Provate a soffermarvi davanti a un palazzo, che so, camminiamo lentamente per Milano e d'improvviso ci si staglia davanti il Duomo. Io penso alla Cavalcata delle Valchirie di Wagner: noi che lentamente ci dirigiamo verso l'imponente chiesa gotica del capoluogo lombardo e man mano che avanziamo veniamo travolti dalle torme di turisti intenti a fotografare la piazza, o che semplicemente sono alla ricerca del toro da calpestare in galleria Vittorio Emanuele. Finalmente dopo aver superato bambini che corrono, giapponesi che fotografano, improbabili venditori di cianfrusaglie eccoci all'entrata del Duomo, varchiamo la soglia e… MERAVIGLIA.

Classica, ma non troppo

Case in stile in stile Classico di GHK Architects
GHK Architects

New Build Country House

GHK Architects

Aprite la pagina di un sito sul quale ascoltare musica, digitate ​Nothing to me di Godblesscomputers e lasciatevi avvolgere. Ora immaginatevi all'interno di questa fotografia, camminare sulle rive di questo lago con i cigni che nuotano e sullo sfondo, questa villa che sembra appena uscita da un racconto del 1700. Non è perfetto? 

Evoluzione architettonica

​Questa splendida villa inglese dai tratti modernissimi, mi fa pensare alla musica che di solito si sente per radio. Kiesza con Hideway potrebbe essere un'ottima colonna sonora per un tour all'interno di questa villa da sogno. Lusso, modernità e magari lo stereo che sprigiona un suono non troppo impegnato, ma che fa sicuramente ballare. L'abitazione ha come caratteristica principale, grandi vetrate che armonizzano interno ed esterno creando un rapporto di continuità con il giardino e il biolago. All'ingresso è presente una struttura in ferro che funziona come porticato. Immaginatevi una festa al suo interno mentre fate scivolare i piedi nudi sui pavimenti in marmo. La musica è quella giusta, manca solo da invitare la gente e predisporre l'abitazione all'invasione degli invitati: il mobilio è di grande lusso tutto sui toni del nero con punte di giallo, ricordiamoci sempre di coprire i divani prima di dare il via ai festeggiamenti!

Una villa in legno

Per questa villa dai tratti particolari, che più che un'abitazione sembra una scultura in legno, ho scelto un'artista che amo forse più di tutti. Questa casa è decisamente associabile alle sonorità di Bonobo e della sua Sapphire. Sarà il cielo immortalato nella fotografia o forse il paesaggio circostante oppure, quasi certamente il legno utilizzato per ricoprire le mura di questa abitazione. Fatto sta che l'architettura di questa casa, immersa nella pianura polacca, mi porta a immaginarmi seduta in giardino, mentre l'aria frizzante mi scompiglia i capelli e la mia musica mi spinge ad osservare ogni minimo movimento della natura intorno a me.

A bordo vasca

Villa ad Ansedonia I: Case in stile in stile Moderno di Studio Transit
Studio Transit

Villa ad Ansedonia I

Studio Transit

Ora, immaginiamo di essere ancora in piena estate. Fatto. Immaginiamo di avere una villa da urlo come quella di questo progetto. Fatto. Immaginiamo un pomeriggio a bordo piscina con un paio di amici​ e al tramonto, come per magia, qualcuno che ci porta uno spritz da gustare mentre i nostri piedi sono immersi nell'acqua. Ora pensate alla perfetta colonna sonora di questo momento. Io ho subito collegato il tutto a Amy Whinehouse che canta Half, ma poi anche gli altri pezzi vanno benissimo. Il progetto di questa villa da sogno è tutto italiano e si trova ad Ansedonia ed è opera dello studio Transit. La pavimentazione della zona piscina è realizzato in teak, perfetto per mescolarsi con il paesaggio circostante, creando una continuità con la natura toscana.

Colori e allegria

Sarà per la presenza di un sacco di elementi che rivelano la presenza di un bambino in casa, sarà che questa traccia è di ben prima che io nascessi, ma Video Killed The Radio Star (the Buggles) mi sembra il pezzo più adatto per descrivere il progetto di questa abitazione. La villa si trova a Casteltermini, provincia di Agrigento ed è opera dell'architetto Salvatore Nigrelli. Tema principale dei lavori è la luce che irradia tutti gli ambienti, ecco anche da dove deriva la scelta di una traccia così allegra che, anche se uscita all'inizio degli anni '80, risulta ancora attualissima e quindi associabile ad un'abitazione dai tratti moderni come questa.

Siete d'accordo con la musica scelta? Lasciate un commento.
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Richiedi tuo preventivo gratis

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!