Tutti i vantaggi di una cucina a L

Giuseppe Solinas – homify Giuseppe Solinas – homify
Loading admin actions …

In questo Libro delle Idee ci occuperemo dei vantaggi presentati dalla configurazione a L della cucina, uno dei modi classici ma sempre attuali ed efficaci per organizzare uno degli spazi principali della casa. La configurazione a L, infatti, è capace di rispondere in modo efficiente a esigenze architettoniche, ma non solo.

Come vedremo, infatti, la configurazione a L attraverso la distribuzione dei piani di lavoro, cottura e dei lavandini lungo due assi perpendicolari, permette di dare vita a una distribuzione delle operazioni di preparazione e cottura funzionale ed efficiente, fluida e organica.

E allora non ci resta che andare a vederli insieme i principali vantaggi delle cucine a L, aspetti che possono aiutarci a dare vita a un ambiente della cucina funzionale, efficiente e confortevole.

1. Una L con isola

Cucina in stile in stile Classico di Harvey Jones Kitchens
Harvey Jones Kitchens

Painted Shaker kitchen by Harvey Jones

Harvey Jones Kitchens

A seconda della distribuzione architettonica dei volumi, la configurazione a L della cucina potrà essere completata dalla presenza di un'isola centrale, che potrà diventare così il punto focale intorno al quale la cucina e le sue attività si sviluppano.

A seconda dei volumi a disposizione, infatti, l'isola diventa l'ideale complemento di questo tipo di organizzazione della cucina, capace di arricchirne e valorizzarne le caratteristiche. Lo sviluppo lungo due assi perpendicolari, infatti, viene completato dalla presenza delle superfici centrali dell'isola.

Che diventa, poi, un ideale collegamento tra lo spazio dedicato alle preparazioni e quelli conviviali dell'ambiente, elemento di separazione quanto di armonizzazione dell'organizzazione generale della cucina, capace di renderla fluida e organica.

2. Il giusto spazio per chi cucina

La configurazione a L della cucina oltre ad adattarsi all'architettura dell'ambiente, è capace di introdurre in esso una nuova distribuzione degli spazi, che vede moltiplicarsi i centri di operatività. I piani di lavoro e cottura, infatti, sono distribuiti sui due assi perpendicolari di sviluppo della cucina.

In questo modo, anche nel caso in cui i volumi a disposizione siano limitati, vi è sempre la possibilità di operare per più persone contemporaneamente. Le operazioni di pulitura e preparazione dei cibi e quelle di cottura possono avvenire contemporaneamente.

Una distribuzione corretta dei piani di lavoro, alternata a quella del piano cottura, del lavandino e del forno, che danno vita al cosiddetto triangolo di lavoro della cucina, permette grazie alla configurazione a L una organizzazione ideale degli spazi.

3. Una organizzazione capace di moltiplicare gli spazi

La disposizione a L della cucina è una delle migliori soluzioni per sfruttare in maniera efficace gli spazi d'angolo e farli diventare parte attiva e utilizzabile dell'ambiente. Sia come spazio su cui poter effettuare le operazioni di preparazione, che come spazio di immagazzinaggio.

Una corretta e attenta configurazione della cucina nella forma a L, infatti, deve prevedere lo sfruttamento massimale di ogni volume a disposizione, sia per le superfici dei piani di lavoro, che per quelle di pensili e basi, che devono potersi articolare lungo i due assi di sviluppo della cucina.

Un obiettivo sarà quello di impiegare le pareti anche in altezza, in modo da creare un equilibrato contrappunto tra le strutture di base e quelle di ripiani e pensili. In questo modo sarà possibile moltiplicare gli spazi da dedicare all'immagazzinaggio e all'esposizione di oggetti, utensili e cibi.

4. Un lavandino extra

​MARCHI CUCINE: Cucina in stile in stile Moderno di MARCHI CUCINE
MARCHI CUCINE

​MARCHI CUCINE

MARCHI CUCINE

Lo sviluppo lungo due assi perpendicolari proprio della configurazione a L della cucina, permette una distribuzione ottimale dei piani e degli spazi di lavoro, e una loro moltiplicazione. In questo contesto anche gli spazi per il lavandino possono moltiplicarsi, permettendo la disposizione di un lavandino extra.

Che potrà essere disposto in una coppia di grande efficacia, che facilita molto le operazioni di pulitura e lavaggio dei cibi, rendendo le operazioni di preparazione più efficaci ed efficienti. La eventuale disposizione dei lavandini in corrispondenza della lavastoviglie, permette di rendere efficiente anche l'uso e il risparmio dell'acqua.

La configurazione a L, quindi, può diventare un mezzo per organizzare in maniera ottimale anche la distribuzione degli allacci e degli scarichi, che possono così distribuirsi lungo le due pareti interessate dallo sviluppo della cucina.

5. Piani di lavoro di materiali differenti

Cucina Aurora: Cucina in stile in stile Rustico di Porte del Passato
Porte del Passato

Cucina Aurora

Porte del Passato

La moltiplicazione dei piani di lavoro permessa dalla configurazione a L rende possibile una interessante alternanza tra piani di lavoro di materiali differenti. Alternanza che rende possibile dare vita a zone di lavoro dedicate a operazioni di preparazione differenti.

Alternare, per esempio, la presenza di piani di lavoro di materiali come il legno o la ceramica può permettere di dare vita a spazi da dedicare alla pulitura o al taglio di alcune specifiche tipologie di cibi. A questi piani, poi, si alterneranno quelli dei lavandini e del piano cottura, anche questi in materiali appositamente dedicati.

La disposizione a L della cucina, sviluppata lungo due assi perpendicolari, incoraggia e favorisce un'armonica alternanza tra materiali di diversa natura, alternanza efficace sia da un punto di vista funzionale che da un punto di vista estetico.

6. Un tavolo al centro

​MARCHI CUCINE: Cucina in stile in stile Moderno di MARCHI CUCINE
MARCHI CUCINE

​MARCHI CUCINE

MARCHI CUCINE

Una cucina che sfrutti la configurazione a L può rappresentare l'occasione per inserire nell'organizzazione dell'ambiente un'isola da dedicare alle preparazioni oppure un tavolo, che può andare a completare la cucina arricchendola di uno spazio conviviale.

Il tavolo potrà naturalmente avere dimensioni e altezze differenti. Una ottima soluzione potrebbe essere quella di inserire un tavolo alto, come quello che vediamo nella proposta di Marchi cucine. Una soluzione di questo tipo che prevede un tavolo bar aggiunge la possibilità di consumare veloci snack, ma non solo.

Il tavolo disposto al centro della configurazione a L, infatti, introduce una nuova superficie di appoggio, da sfruttare sia per le preparazioni che per condividere con la famiglia o gli amici in maniera piacevole e funzionale i tempi di preparazione e cottura dei cibi.

Siete interessati all'argomento? Scoprite anche:6 brillanti idee per arredare una cucina stretta e lunga.E adesso tocca a voi.Diteci cosa ne pensat...
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!