Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

La casa passiva ed il risparmio energetico

Eugenio C. – homify Eugenio C. – homify
Google+
Loading admin actions …

Oggi il mondo dell'architettura è molto più focalizzato sul risparmio energetico rispetto al passato. Alla ribalta dei riflettori mediatici ci sono finalmente le tematiche delicate che riguardano la salute del nostro pianeta. Purtroppo, i termini ecologicogreen e sostenibile sono ripetuti in continuazione ed usati molto liberamente al giorno d'oggi, così facendo si sta perdendo in parte quella che è la vera essenza di questi concetti. Abbiamo così visto il moltiplicarsi a vista d'occhio di aziende e di progettisti che esaltano i loro metodi di costruzione o l'utilizzo di materiali particolari forse solo per seguire la moda del momento, ma la differenza tra semplici dichiarazioni e la realtà è più marcata.

Il termine green house è stato coniato nel 1970, dopo che il costo del petrolio è aumentato improvvisamente a dismisura. Tutto ad un tratto i costi dell'energia sono diventati sempre più onerosi, dal riscaldamento alla corrente elettrica, e ridurre i consumi dei servizi in casa è diventata una vera e propria esigenza. Da quel momento, architetti e costruttori hanno iniziato una ricerca ed uno sviluppo mirato verso le migliori tecnologie di costruzione, in fatto di materiali in grado di garantire le migliori prestazioni in termini d'isolamento termico, rispetto progetti per una ventilazione efficace e pannelli fotovoltaici per ottimizzare i consumi dell'elettricità. 

Oggi ci dedichiamo a due progetti che hanno visto all'opera dei veri esperti del settore del risparmio energetico. Le ville di questo libro delle idee esprimono un linguaggio architettonico contemporaneo ed il massimo della tecnologia riguardo l'efficienza energetica in particolare, mettendo a confronto l'architettura del nord della Brianza con il sud verso il Mediterraneo.

Villa di Gioia

Villa Di Gioia, Casa Passiva Mediterranea: Case in stile  di Pedone Working Group
Pedone Working Group

Villa Di Gioia, Casa Passiva Mediterranea

Pedone Working Group

È lo studio Pedone Working Group che ha ideato la residenza unifamiliare Villa Di Gioia: CasaClima Gold+, la casa mediterranea moderna con il suo bianco imperante, il suo stile minimalista ed i suoi volumi architettonici dal carattere particolare. Ma l'abitazione nasconde nelle sue linee accattivanti anche tanto altro, è infatti caratterizzata da bassi consumi energetici e di conseguenza da basse emissioni di CO2. Il progetto gode di una disposizione ed un orientamento tale da avere il massimo apporto di luce solare e ventilazione naturale, nonché di materiali derivanti unicamente da fonti rinnovabili. Un connubio perfetto tra architettura e sostenibilità che ha ricevuto di Casaclima Awards nel 2013. 

Villa Di Gioia, Casa Passiva Mediterranea: Case in stile  di Pedone Working Group
Pedone Working Group

Villa Di Gioia, Casa Passiva Mediterranea

Pedone Working Group

La residenza si trova a Biceglie, nella Puglia che affaccia sull'Adriatico, una zona dal forte carattere turistico e residenziale. Il progetto presenta l'area nord che si sviluppa in altezza, un piano terra articolato che va a formare il patio interno in foto con una zona notte più protetta e intima. Da questa area si accede all'abitazione concepita internamente senza divisori.

Villa Di Gioia, Casa Passiva Mediterranea: Case in stile  di Pedone Working Group
Pedone Working Group

Villa Di Gioia, Casa Passiva Mediterranea

Pedone Working Group

La villa segue le regole della sostenibilità e della Casa Passiva Mediterranea. Attraverso uno studio attento in fase di progettazione si è potuta creare un'abitazione energeticamente autosufficiente che si avvicina ad un consumo vicino allo zero: il fabbisogno di energia è infatti totalmente soddisfatto dall'impianto fotovoltaico di 5 Kw/p. Un'efficienza energetica realizzata grazie agli infissi isolanti con triplo vetro, al riscaldamento mediante la sola pompa di calore aria/aria e al perfetto orientamento dell'edificio con un corretto posizionamento delle aperture sulle facciate della villa. 

Il padiglione living-room, interamente vetrato, durante l'inverno riesce a catturare i raggi del sole e a conservarne il calore, mentre in estate riceve l'ombra un filare di gelsi da fiore appositamente posizionati lì per quella funzione.

Villa Di Gioia, Casa Passiva Mediterranea: Case in stile  di Pedone Working Group
Pedone Working Group

Villa Di Gioia, Casa Passiva Mediterranea

Pedone Working Group

L'architettura si inserisce in un contesto dal forte carattere mediterraneo che di conseguenza influenza lo stile dell'abitazione. Gli spazi e gli ambienti sono stati volutamente progettati aperti verso il paesaggio e la natura circostante che vede cielo, mare e campagna fondersi  in un'alchimia speciale.

Villa Viganò

Ci spostiamo a nord, visto che questa villa unifamiliare si trova a Viganò, in provincia di Lecco. Ideata dall'Arch. Valentino Scaccabarozzi, l'architettura di questo progetto unisce la tradizione delle cascine rurali in Brianza che prevedevano un corpo unico orientato verso sud ed una pianta rettangolare. Il disegno moderno e le tecnologie di ultima generazione in fatto di risparmio energetico sono invece il segno delle trasformazioni del tempo sul concetto di casa. La villa si può definire passiva grazie all'uso di un sistema di ventilazione meccanico ed un ottimo isolamento termico.

Il terreno scosceso ha dato l'opportunità ai progettisti di articolare l'abitazione su un piano fuori terra e uno seminterrato. La costruzione si distingue per i grandi terrazzi presenti su questo lato delle villa che, estendendosi per tutta la facciata, aumentano consistentemente lo spazio a disposizione per i suoi abitanti e permettono di ammirare il panorama circostante.

L’abitazione può vantare una classe energetica A+ grazie ai serramenti in alluminio-legno per le ampie vetrate, i tendaggi esterni automatizzati per gestire al meglio l'illuminazione naturale e l'impianto fotovoltaico che fornisce 5Kw, garantendo bassi consumi tutto l'anno. L'impianto di ventilazione sfrutta poi la termoregolazione naturale del sottosuolo, in modo da rifornire tutti gli ambienti di aria pulita e asciutta senza l'utilizzo di condizionatori. 

Altri progetti speciali su homify? Leggete questo articolo.

Avete una casa passiva? Lasciateci la vostra opinione.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!