I must have per una casa in pieno stile vintage!

Sabrina Tassini – homify Sabrina Tassini – homify
Loading admin actions …

Possiamo parlare di vintage come reale culto? Affermativo. Tutti gli ambiti del lifestyle non possono farne a meno, e gli appassionati del genere rimangono alla costante e spasmodica ricerca del pezzo iconico da indossare o inserire nella propria casa. Se riempirsi gli occhi di bellezze d'altri tempi è facile, non è altrettanto semplice trovare il fil rouge ideale per connotare la propria abitazione. Gli arredi in stile vintage denotano un gusto peculiare e sofisticato degli spazi, sono rappresentati da colori e sapori affascinanti che richiamano gli stilemi degli anni 50, 70 o 80, ma soprattutto, se scelti e disposti ad hoc, costituiscono il vero valore aggiunto di una casa. Ogni rivestimento e pavimento può contribuire all'atmosfera domestica old style, così come poltrone e lampade, mobili e complementi più piccoli, finiture e boiserie, pattern e tessuti. 

Pronti per scoprirne tutte le sfaccettature? 

Vintage VS Retrò

Ma quale differenza c'è tra vintage e retrò? Anche se apparentemente potremmo scambiarli come sinonimi, questi due termini, o meglio definizioni, non devono essere associate allo stesso significato, pur essendo collegato allo stesso concetto di fondo. Il requisito essenziale perchè un elemento possa essere definito vintage è infatti la sua originalità, ovvero l'appartenenza reale ad un'epoca o un'annata, la sua provenienza e produzione effettiva in quella data temporalità. La tradizione che porta insita è l'espressione più sincera della sua autenticità, che si tratti di un mobile recuperato da una casa del dopoguerra, ad una poltrona in stile anni 50/60. Gli oggetti retrò sono al contrario di recente produzione, ma recuperano il concetto del vintage per ricoprirsi di fascino dei tempi andati e rendere omaggio alla cifra stilistica del passato.  

Vintage, questo bistrattato

Sconosciuto assolutamente no, bistrattato decisamente sì. Spesso e volentieri si tende infatti a confondere ciò che è vintage con ciò che è semplicemente vecchio. Il termine stesso definisce una condizione di prestigio e di valore dell'oggetto a cui si riferisce, mettendolo in una posizione vantaggiosa rispetto a semplici elementi di un tempo. Un cult vintage conta più di vent'anni di età e definisce per stile, forma, colore e concept una specifica annata o epoca, di cui appunto, si fa portavoce. L'interior design vintage è di indubbio e sempre più frequente ritorno nella moderna concezione di casa, ma soprattutto non pare essere piegato dal tempo. I mobili vintage diventano così dei veri evergreen impregnati di charme e avvolti in un'aura di pregio non opinabile. 

Una casa in stile vintage

Come unire moderno e vintage? Ce lo spiega il progetto di interior design curato da Redesign London Ltd., di cui uno splendido scorcio dell'appartamento affacciato su Aberdeen Park a Londra, è in grado di incorporare gli stilemi del vintage recuperandone i mobili, pur rimanendo attuale e aggiungendo un pizzico di creatività. Colori caldi e forme flessuose definiscono la poltrona imbottita e il poggiapiedi coordinato, entrambi illuminati da una lampada da lettura inarcata. Il tutto appare orientato verso l'ampia finestra che lascia intravedere una tenda a pattern geometrico in bicromia. Lo scorrimano recupera le classiche strutture delle abitazioni di un tempo e si pone come elemento di continuità tra arredo e architettura.

I mobili di un tempo

La sedia Thonet e la poltrona imbottita, dettagli capitonnè e rigonfiamenti matelassè, e ancora, mobiletti lineari e metallici ricoperti da vernice colorata, lampade a stelo lungo e sottile, paralumi svasati e lampadari pendenti. Sono davvero tante le variazioni sul tema arredamento vintage che possiamo introdurre in casa nostra, rispolverando vecchi mobili in soffitta o reperendo pezzi must ai mercatini vintage e dell'usato locale. Il recupero di elementi vintage rappresenta così un piacevole plus decorativo dell'abitazione attuale, valorizzandola con unicità e fascino, difficilmente riscontrabile in altre abitazioni. 

Spazio agli accessori

Pareti in stile  di ShellShock Designs
ShellShock Designs

Reclaimed Ship Wood Used Worldwide

ShellShock Designs

Rivestimenti come carta da parati a pattern e pavimenti a piastrelle in ceramica decorata di piccolo formato quadrato, sono ulteriori elementi che possono cambiare le carte in tavola in un appartamento moderno, facendolo così diventare una chicca ispirata agli stilemi vintage. Occhio anche ai dettagli: accessori e complementi d'arredo sono veri alleati per chi desidera aggiungere il tocco in più negli ambienti domestici pur non sfoggiando un completo interior design vintage. Ecco che comodini in legno a più cassetti, mini radio con manopole, i primi elettrodomestici vasi in vetro soffiato possono garantire un'atmosfera preziosa e nostalgica quanto basta. Anche tappeti, tessuti e poster recuperati e incorniciati, sono utili per raggiungere lo scopo. 

Colori vintage

I colori dei bei tempi andati, spesso riscaldano gli ambienti, e abbracciano arredi e strutture con tinte solari come il ruggine e il giallo ocra, l'arancione e il marsala, poste a contrasto con verdi e blu navy e chi più ne ha più ne metta. Di grande ritorno a questo proposito, sono proprio i diktat anni 70, che con la loro palette intensa e sincera, seguita dalle stampe optical e macro floreali, riescono a rendere positivo e allegro tutto ciò che sfiorano. Optiamo quindi per soluzioni mix&match in cui le tinte si mescolano senza paura e persino le stampe, su piastrelle o rivestimento da parete, si incontrano e scontrano in un grazioso gioco eclettico. 

Quale arredo vintage avete recuperato per la vostra casa?
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!