Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Disposizione della cucina: i vantaggi della cucina a U

Anna Francioni – homify Anna Francioni – homify
Google+
Loading admin actions …

Le cucine a U sono la soluzione ideale per chi ama cucinare perché, se ben progettate, permettono di poter disporre gli spazi in modo da avere comodi piani di lavoro e ampi spazi in cui riporre la dispensa oltre che naturalmente le stoviglie e le pentole. Molte cucine a U permettono inoltre di poter inserire una penisola: un'ottima soluzione che ci permette di cucinare a più mani, oltre che di avere uno tavolo aggiuntivo. Ma i vantaggi delle cucine a U non finiscono qui: scopriamoli insieme in questo Libro delle Idee e lasciamoci ispirare dalle proposte dei nostri esperti!

1. Possono essere attrezzate con diversi tipi di penisole

Una cucina a U permette di installare diverse tipologie di penisola, a seconda dello spazio a disposizione e delle nostre esigenze. Potremmo per esempio prevedere una penisola con piano cottura, piuttosto che con lavello, se la nostra cucina è inserita in un grande living openspace. Oppure, potremmo semplicemente inserire un comodo piano di lavoro, da utilizzare all’occorrenza anche come banco per la colazione o tavolo per pranzi e cene informali. In alternativa, se preferiamo mantenere gli spazi quanto più flessibili, potremmo anche solo disporre un tavolo come prolungamento del piano di lavoro – come vediamo in questa proposta – in modo da poter modificare l’organizzazione della cucina a seconda del bisogno del momento.

Se cerchiamo qualche spunto per scegliere la penisola più adatta alla nostra cucina potremmo leggere: “Come progettare una cucina con penisola”.

2. Possiamo ricevere gli ospiti mentre cuciniamo

Uno dei grandi vantaggi delle cucine a U con penisola è che ci permettono di far accomodare i nostri ospiti e al tempo stesso continuare a cucinare: mentre noi saremo occupati al piano cottura i nostri amici potranno infatti sedere tranquillamente all’altro lato della penisola, magari gustando un aperitivo. Oppure, perché non approfittare della penisola per suddividerci i compiti e divertirci a cucinare tutti insieme?

Nella proposta che vediamo raffigurata in questa immagine, per esempio, l'isola è addirittura dotata di un doppio livello: uno inferiore da utilizzare come superficie di lavoro e un bancone da bar sopraelevato, perfetto per chi ama ricevere e organizzare aperitivi e brunch con gli amici.

3. Ci offrono posti a sedere in più

PARTY: Cucina in stile  di Atim Spa

Come anticipato nei paragrafi precedenti, in una cucina a U progettata con penisola possiamo avere a disposizione un banco aggiuntivo, ideale per consumare pasti veloci o se abbiamo ospiti, perfetto come tavolo dedicato ai bambini. Basterà attrezzarsi con comodi sgabelli pieghevoli, che potremmo nascondere sotto al banco, per recuperare all’occorrenza sedute aggiuntive. Oppure potremmo inserire nel piano di lavoro un piccolo tavolo a scomparsa, ideale per pranzare in due, come vediamo in questo esempio di ATIM.

​​4. Permettono di realizzare la teoria del “triangolo di lavoro”

Per realizzare un cucina comoda e funzionale, non è tanto importante lo spazio a disposizione ma piuttosto la sua organizzazione. In cucina è infatti fondamentale potersi muovere e svolgere le diverse attività e, proprio per questo motivo, negli anni ’20 è stata elaborata la cosiddetta “teoria del triangolo del lavoro”, relativa alla corretta disposizione delle 3 aree principali della cucina:

- L’area lavaggio, costituita da lavello ed eventuale lavastoviglie.

- L’area cottura, con piano cottura e forno.

- La zona conservazione, caratterizzata da frigorifero e dispensa

Unendo virtualmente queste 3 aree dovremmo poter realizzare un triangolo, la cui somma dei 3 lati deve risultare minore di 6 metri. Questo significa che ogni zona dovrà distare non più di 2 metri dalle altre 2 aree, per ottenere un ambiente in cui poter lavorare agilmente e in cu poter avere tutto a portata di mano.

Quando è preferibile tenere frigorifero e forno fuori dalla U?

Disporre il frigorifero e il piano cottura al di fuori della U potrebbe essere un’ottima opportunità per guadagnare spazio prezioso per il piano lavoro, gli scaffali e la dispensa, soprattutto se la cucina non è molto grande. Se per esempio la nostra casa è dotata solo di un piccolo angolo cottura a vista sul living, potremmo approfittare di un’eventuale nicchia nel soggiorno per inserirvi il frigorifero, a patto naturalmente che non sia troppo distante dalla cucina. Oppure potremmo utilizzare il frigorifero – magari incassato in un mobile a colonna – come elemento separatore tra i due ambienti.

​​Quando invece è meglio inserire frigorifero e forno nella U?


Se lo spazio non è un nostro problema, è sicuramente preferibile prevedere  frigorifero e forno all’interno della cucina a U, perché in questo modo potremmo muoverci agilmente tra le varie aree di lavoro e avere tutto a portata di mano, come indicato dalla teoria del triangolo di lavoro che abbiamo visto sopra. La soluzione ottimale sarebbe poter avere frigorifero e dispensa vicino al lavabo e alla lavastoviglie: in questo modo anche suddividere i compiti con i nostri familiari darà più facile e non correremo il rischio di infastidirci reciprocamente mentre tentiamo di cucinare!

Quale tra questi vantaggi della cucina a U è secondo te il più importate? Lasciaci il tuo commento!
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!