Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Come Pulire il Filtro della Cappa: Consigli e Idee

Silvia Piro Silvia Piro
casa SE: Cucina attrezzata in stile  di Arabella Rocca Architettura e Design
Loading admin actions …

Senza dubbio uno dei lavori più trascurati in cucina è la pulizia del filtro della cappa. Quante volte lo avete rimandato con la scusa che non fosse necessario?  Non essendo un elemento visibile spesso si tende a trascurarne l’igiene, invece pulire il filtro della cappa è essenziale e va fatto periodicamente non solo per una questione igienica o per evitare il diffondersi di cattivi odori ma anche per la sicurezza. Infatti se il grasso e la sporcizia che si accumulano nel filtro non vengono rimossi potrebbero addirittura prendere fuoco! 

Quindi niente scuse, armatevi di pazienza e seguite i nostri consigli per far tornare il filtro della cappa come nuovo!

Ma prima di parlare della pulizia del filtro vediamo meglio i differenti tipi di cappe e filtri presenti in commercio. 

Cappa aspirante o cappa filtrante?

Cappe su misura: Cucina attrezzata in stile  di SteellArt
SteellArt

Cappe su misura

SteellArt

La cappa, come sapete, ha il compito di aspirare i fumi e i vapori che si producono durante la preparazione del cibo. Può essere aspirante se espelle l’aria all'esterno della cucina oppure filtrante se pulisce l’aria e la introduce nuovamente nell'ambiente. Il vantaggio di una cappa aspirante è che l'aria viene liberata definitivamente all'esterno tramite un tubo e nella cucina non resta traccia di fumi o vapori. Se però non è possibile installare un tubo che conduce l'aria all'esterno, la cappa filtrante è una validissima alternativa. In commercio ne esistono molte di ultima generazione che svolgono egregiamente la propria funzione di purificare l'aria e immetterla all'interno dell'ambiente. In fase di progettazione della cucina non tralasciate questo importante elemento e scegliete con cura la cappa in base alle vostre possibilità ed esigenze.

Quale filtro per la cappa filtrante?

Cappe su misura: Cucina in stile  di SteellArt
SteellArt

Cappe su misura

SteellArt

Le cappe filtranti possono avere due tipologie di filtro: quelli anti grasso e quelli ai carboni attivi. I filtri anti grasso possono essere sintetici o in alluminio.

I primi vanno sostituiti ogni due mesi mentre i secondi possono essere lavati. I filtri in alluminio generalmente hanno una forma rettangolare e sono posizionati all'interno di un telaio che ne permette una facile rimozione.  I filtri ai carboni attivi si trovano vicino al motore, assorbono l'aria trattenendo sporco e impurità e la restituiscono purificata ma, al contrario di quelli in alluminio, non possono essere lavati e vanno sostituiti appena non sono più efficienti. Se vi rendete conto che la potenza aspirante è diminuita oppure che l’aria in cucina non è salubre allora è arrivato il momento di cambiare i carboni attivi, in genere questa operazione va fatta ogni quattro mesi.  

Step per la pulizia del filtro della cappa

Cappe su misura: Cucina in stile  di SteellArt
SteellArt

Cappe su misura

SteellArt

Se la cappa è dotata di un filtro in alluminio la pulizia deve essere effettuata minimo ogni due mesi. Per prima cosa il filtro va smontato dal suo supporto, poi può essere lavato a mano utilizzando acqua calda e sapone in modo da far sciogliere il grasso accumulato, oppure può essere inserito in lavastoviglie, senza sprechi di tempo e fatica. Dopo averlo lavato asciugatelo con cura e riponetelo all'interno della cappa, noterete la differenza!

Metodi naturali per pulire il filtro della cappa

Cappe su misura: Cucina in stile  di SteellArt
SteellArt

Cappe su misura

SteellArt

Se desiderate pulire il filtro della cappa in maniera naturale le ricette da provare sono tante, tutte molto efficaci. Ad esempio potete utilizzare il bicarbonato e sfruttare il suo effetto sgrassante e disinfettante. Come? Portate a ebollizione l’acqua in una grande pentola, aggiungete qualche cucchiaio di bicarbonato e girate finché non è del tutto sciolto, poi immergete il filtro in alluminio nella pentola e lasciatelo in ammollo per qualche ora. Infine sciacquate il filtro sotto l’acqua corrente e rimuovete i residui di sporco con una spugna.

Un altro modo per pulire il filtro in alluminio in modo naturale è utilizzare uno sgrassatore fai da te, come quello a base di aceto. Si prepara versando in un contenitore vuoto 50 ml di aceto bianco, un cucchiaio di detersivo per piatti e 500 ml di acqua. Il composto ottenuto va spruzzato sul filtro e lasciato agire qualche minuto. Trascorso il tempo necessario il filtro va strofinato con una spugna e sciacquato.

Pulire l'esterno della cappa

Cappe su misura: Cucina in stile  di SteellArt
SteellArt

Cappe su misura

SteellArt

Oltre alla pulizia del filtro è molto importante prestare attenzione alla pulizia dell'esterno della cappa perché anche questa parte è soggetta all'accumulo di grasso e sporco. Pur non essendo interessata direttamente dal passaggio dei fumi, infatti, ne è a stretto contatto e si sporca molto più rapidamente delle altre superfici della cucina. Se la cappa è rivestita con piastrelle oppure è di un materiale facilmente lavabile come il vetro allora nessun problema: basterà un panno umido e un prodotto specifico per il tipo di materiale con cui è rivestita la cappa.

Attenzione alle cappe in acciaio inox

Cappe su misura: Cucina in stile  di SteellArt
SteellArt

Cappe su misura

SteellArt

Se invece la cappa è in acciaio inox bisogna avere qualche accorgimento in più per evitare che la superficie perdi la sua caratteristica brillantezza. L'acciaio inox, infatti, pur essendo un materiale molto utilizzato in cucina perché igienico e resistente, se non trattato correttamente con il tempo può danneggiarsi e diventare opaco.

Per la pulizia della cappa in acciaio inox è assolutamente vietato l'utilizzo di prodotti aggressivi come la candeggina. Se per errore dovesse capitare di usarli risciacquate immediatamente la superficie con abbondante acqua. Sono invece ammessi prodotti neutri o l'utilizzo di sostanze naturali come l'aceto e il bicarbonato.

Prima di passare alla detersione ricordate di eliminare la polvere che si è accumulata sulla cappa, poi passate una spugna morbida con un prodotto adeguato, eliminate i residui di prodotto con un panno umido e infine asciugate subito con un panno asciutto per evitare che si creino antiestetici aloni.

Pulire il motore della cappa

VEGEZIO: Cucina in stile  di MOB ARCHITECTS

A volte anche il motore della cappa può essere soggetto all'accumulo di grasso e sporco che se non va rimosso potrebbe comprometterne il regolare funzionamento, causarne il surriscaldamento e la rottura. Nella maggior parte dei casi lo sporco si accumula nel girante della ventola, sarà sufficiente estrarlo e pulirlo in profondità. Se nonostante questo il motore dovesse far fatica a funzionare vuol dire che è arrivato il momento di sostituirlo.  Per prolungarne il suo funzionamento è necessaria una cura e pulizia costante di tutta la cappa: bisogna pulire costantemente l’esterno, l’interno e i filtri.   

Voi quanto spesso pulite il filtro della cappa? Lasciate un commento!
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!