Fazzone camini: Soggiorno in stile  di Fazzone camini

Come Costruire un Camino: Consigli, Idee ed Esempi

Sabrina De Prisco – homify Sabrina De Prisco – homify
Google+

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Loading admin actions …

Il camino nasce come strumento per riscaldare i cibi, ma nel tempo ha acquisito un valore architettonico molto ricercato. In questo Libro delle Idee vi raccontiamo come viene realizzato un camino con consigli e idee per ispirarvi.

Il camino è oggi un elemento d’arredo che rende le nostre abitazioni più accoglienti e, soprattutto nei periodi freddi, dona calore all'ambiente creando una piacevole atmosfera accogliente.

Esistono diversi tipi di camini, il classico è quello realizzato con materiali refrattari come i mattoni. E’, per intenderci, il camino che vediamo nelle immagini con Babbo Natale, il tradizionale camino su cui vengono esposte le calze per i dolci o per il carbone durante l’Epifania.

Chi è però meno affezionato a quell'immagine da cartolina natalizia, può sempre optare per altre tipologie di camino: dal rustico al più moderno fino al camino stiloso di design.

Andiamo ora a vedere insieme come viene costruito il camino dei nostri sogni.

Come costruire un camino

Camino in pietra: Soggiorno in stile  di Toppino snc
Toppino snc

Camino in pietra

Toppino snc

Per costruire un camino bisogna tenere presente delle nozioni di base per ogni tipologia di caminetto. Fissate quelle si può poi procedere con l’estetica che si vuol dare all'involucro del camino.

Generalmente, i più romantici, richiedono un camino rustico, di quelli fatti in pietra o in mattone, o anche in legno. Vediamo insieme quali sono le cose da tenere a mente quando si vuole quindi costruire un camino.

Innanzitutto bisogna considerare che la canna fumaria deve essere alta almeno 3-4 m. Il comignolo dovrà essere posizionato almeno 50 cm al di sopra della cima del tetto.

La canna può avere una forma circolare, quadrata o rettangolare, per agevolare il tiraggio dei fumi e tendenzialmente è preferibile che sia dritta, anche se questo potrebbe incidere sulle vostre considerazioni architettoniche. La massima inclinazione che si può consentire ad una canna fumaria è di non oltre i 45°, questo sempre perché potrebbe compromettere il tiraggio dei fumi e vi ritrovereste a non poter utilizzare il camino. Infatti se le misure che vi ho appena fornito e i limiti sulla canna fumaria non vengono rispettati, ogni volta che vi ritroverete ad accendere il camino per una serata rilassante sul divano del vostro soggiorno, al posto di un fuoco scoppiettante dovrete combattere con il fumo che non viene bene incanalato e tirato dalla canna fumaria.

La serata sarà compromessa e dovrete dire addio al vostro momento di relax.

Se questa è una scena che non volete assolutamente vivere, è preferibile appunto annotarsi queste informazioni essenziali per costruire un camino che funzioni.

Materiali per la canna fumaria

Quali sono i materiali per costruire un camino? I camini vanno necessariamente costruiti con materiali refrattari, quindi resistenti ad altissime temperature e che non permettano la formazione di condensa. E’ possibile utilizzare anche il rame, l’acciaio inox o il conglomerato cementizio. Questi sono materiali che consentono un buon isolamento termico, oltre a essere resistenti alle temperature molto alte di un camino.

L’ideale sarebbe avere un insieme di tutti questi elementi per poter sfruttare le loro caratteristiche al meglio e avere una soluzione perfetta.

E’ infatti consigliabile costruire una canna fumaria con l’acciaio inox o con il rame, anche se quest’ultimo più costoso, e ricoprirlo con materiale edile come il cemento, se la nostra intenzione è di avere un camino in muratura, oppure con pietra, se invece lo vogliamo più rustico.

La combinazione di questi elementi ha il vantaggio di agevolare l’incanalarsi dei fumi verso la canna fumaria in modo che vengano tirati correttamente senza creare condensa e lasciano al camino solo la sua rilassante funzionalità di riscaldare l’ambiente.

Come costruire un camino in cartongesso

Soggiorno, angolo camino.: Soggiorno in stile  di PARIS PASCUCCI ARCHITETTI
PARIS PASCUCCI ARCHITETTI

Soggiorno, angolo camino.

PARIS PASCUCCI ARCHITETTI

Fermo restanti le condizioni base di cui abbiamo già parlato precedentemente, per avere un camino in cartongesso bisogna semplicemente agire sul rivestimento.

Quindi una volta realizzato il camino con la canna nei materiali indicati e garantito un buon isolamento termico, soprattutto in vista di prese elettriche nelle vicinanze, possiamo ricoprire la struttura del camino con il cartongesso.

Per garantire un’ottima resistenza alle alte temperature, verranno messe prima delle lastre ignifughe rivestite poi dal cartongesso.

Questo materiale è sempre più preferito al classico caminetto rustico, soprattutto nelle abitazioni più moderne. Ciò è legato alla sua malleabilità, infatti con il cartongesso possono essere ricreati angoli davvero unici e particolari. Possiamo infatti dare al nostro camino una forma circolare oppure inserirlo in un contesto di libreria a muro formato con il cartongesso. Oppure ricreare delle nicchie per riporre la legna. Insomma a dispetto degli altri materiali, il cartongesso si presta a diversi giochi e realizzazioni.

Un ulteriore vantaggio del cartongesso è la sua facile, anche se seccante, rimozione in caso di guasto del camino.

Con le pietre e i mattoni sarebbe davvero complicato poter raggiungere la canna fumaria e lo scheletro del camino per eventuali interventi. Il cartongesso lo permette in pochi e semplici passi, oltre a un altrettanto semplice ricomposizione dei pannelli.

Come costruire un camino finto

Camino "Salvator Rosa": Soggiorno in stile  di Todini Sculture
Todini Sculture

Camino Salvator Rosa

Todini Sculture

Esistono diversi modi per realizzare un camino finto, ma quello che preferisco è utilizzando una vecchia cassettiera che non vi serve più e trasformarla nel camino dei vostri sogni.

In questo caso non avrete neanche tutte le incombenze della canna fumaria e del relativo tiraggio dei fumi, né dovrete smontare casa per realizzarlo, perché non sono previste opere murarie.

Riprendiamo la nostra vecchia cassettiera, priviamola dei cassetti e smontiamo le maniglie.

Ricollochiamo solo il primo cassetto in alto, per definire al meglio la cornice del camino e recuperiamo una base che rialzi la struttura dal pavimento, come per esempio una mensola.

Prendiamo gli altri due cassetti e posizioniamoli sui lati del camino per dargli spessore e riverniciamo il tutto con il colore e l’effetto che vogliamo.

Provate a decorarlo con le candele o con della legna finta all'interno, il risultato vi sorprenderà.

Quale camino preferite? Lasciateci un commento!
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!