Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Come sfruttare al meglio tutti gli spazi della casa

Giuseppe Solinas – homify Giuseppe Solinas – homify
Loading admin actions …

L'esigenza di risparmiare lo spazio e di sfruttarlo in maniera ottimale è esigenza comune. Le soluzioni possono essere naturalmente molteplici e dipendono, innanzitutto, dalla configurazione architettonica della casa. Una attenta valutazione degli spazi a disposizione potrà aiutare a individuare le possibilità di intervento.

Come vedremo in questo Libro delle Idee, infatti, sono molti gli spazi che possono essere riorganizzati in maniera più efficace, in particolare quelli di transizione e raccordo. Le pareti nelle zone di ingresso, per esempio, sono spesso sottovalutate e possono essere utilizzate per dare vita a spazi di appoggio ed esposizione.

E allora andiamo a vedere insieme le idee e le ispirazioni scelte per voi da homify per poter sfruttare al meglio tutti gli spazi della casa.

1. Sfruttare tutti i possibili spazi

Sfruttare tutti gli spazi possibili significa rendere attivi tutti gli angoli della casa, dandogli un senso e una funzione che li renda organici al progetto complessivo, riscattandoli da una passiva e inefficace passività. Per farlo è necessario non dare per scontato nessun angolo o parete della casa.

Le possibilità sono naturalmente molteplici, e vanno dalle superfici verticali delle pareti di un corridoio, a quelle che accompagnano il movimento di una scala. In tutti questi casi sarà possibile considerare la possibilità di inserire scaffalature o mensole, da sfruttare come piani di appoggio o in termini decorativi ed espositivi.

2. Utilizzare gli spazi che normalmente vengono sottovalutati

HHR | historical apartment restyling: Ingresso & Corridoio in stile  di Atelierzero Architects
Atelierzero Architects

HHR | historical apartment restyling

Atelierzero Architects

Gli spazi sottovalutati in una casa possono essere tanti. Sarà allora necessario analizzare con un occhio attento e aperto la configurazione degli ambienti, prestando una particolare attenzione agli spazi di transizione, spazi che introducono o collegano le stanze della casa.

Perché se il soggiorno, la cucina o la camera da letto hanno normalmente un'identità precisa stabilita in base alla destinazione d'uso, che da sé porta a stabilire la presenza di certi elementi, come per esempio un tavolo, o il letto, o il divano, sarà proprio negli spazi di passaggio che sarà possibile trovare nuovi spazi da sfruttare.

Sarà quindi interessante prestare attenzione, per esempio, agli spazi di ingresso e a quelli che collegano stanze differenti: proprio qui, infatti, probabilmente avremo la possibilità di trovare nelle superfici verticali delle pareti l'opportunità di inserire scaffalature, librerie, mensole, che permetteranno un migliore sfruttamento dello spazio.

Nel progetto di Atelierzero Architects possiamo vedere un ottimo esempio di questa strategia. La parete dell'ingresso è stata attrezzata con una grande libreria con mensole a vista, che non solo introduce in maniera attiva nella casa, ma è capace di raccordare, armonizzandoli anche stilisticamente, gli altri ambienti.

3. Ripensare il mezzanino

Appartamento a Verona: Soggiorno in stile  di Pierangelo Laterza
Pierangelo Laterza

Appartamento a Verona

Pierangelo Laterza

Il mezzanino, detto anche ammezzato, può essere uno degli spazi della casa da ripensare, per poterne sfruttare appieno le potenzialità. Spazio di collegamento, può diventare una ottima risorsa per la casa, e diventarne uno dei centri, trasformandosi in un ambiente da vivere.

Il mezzanino prevede spesso la presenza di scale che lo collegano agli altri piani della casa. Proprio le scale possono essere trasformate nell'elemento unificatore: le pareti del sottoscala per esempio, come vediamo, possono essere trasformate in pareti attrezzate, e diventare spazi espositivi e di appoggio.

In questo modo si può creare una fluida transizione, che introduce a un ambiente nuovo, che può quindi cambiare di segno: non più spazio di transizione, ma ambiente da vivere pienamente.

4. Riorganizzare il garage

Garage Shot: Garage/Rimessa in stile  di de-cube
de-cube

Garage Shot

de-cube

Quello del garage è uno degli ambienti della casa che possono diventare una risorsa in termini di spazio. Per sua natura, un garage può essere sfruttato anche come luogo da dedicare all'immagazzinaggio, attraverso l'inserimento di scaffalature apposite o di sequenze di mensole, che possono moltiplicare i piani di appoggio.

In questo senso, la massima attenzione deve andare a tutte le superfici verticali delle pareti ancora libere. L'organizzazione, in questo caso, farà a differenza: si potranno alternare armadiature e scaffalature a vista o chiuse da ante, inserire ripiani di appoggio, mensole e tavoli da lavoro, per sfruttare al meglio lo spazio.

5. Riorganizzare la cucina

Tra gli spazi immancabili di ogni casa, quello della cucina è forse quello che più si presta a una riorganizzazione che ne permetta uno sfruttamento più efficace e funzionale. In cucina i piani di appoggio, gli spazi di immagazzinaggio e di esposizione, sembrano non bastare mai.

Le soluzioni possibili sono, naturalmente, infinite. E dipendono primariamente dalla configurazione architettonica dell'ambiente. In base a questa sarà possibile, infatti, stabilire la migliore strategia. Un consiglio generale, può essere quello di privilegiare complementi di arredo modulari.

In questo modo la cucina potrà essere integrata da pensili e basi di dimensioni variabili, credenze e mensole, unità dotate di ante o aperte, che non solo permetteranno di riporre o esporre tutti gli utensili, le ceramiche e i macchinari utili, ma anche di raccordare, come vediamo, angoli differenti della cucina.

6. Provare un piano aperto

Pensare a un piano aperto può voler dire dare vita a spazi che siano mutevoli e integrabili, con elementi capaci di sintetizzare diverse funzioni. Come, per esempio, nel caso di librerie e scaffalature da usare non solo per le loro capacità espositive o di appoggio, ma anche come elementi di partizione e raccordo.

Allora gli ambienti potranno trovare una configurazione fluida, che sappia privilegiare il collegamento rispetto alla separazione, eliminando quindi partizioni nette, fisse e inutilizzate. Ogni elemento dovrà diventare parte attiva dello spazio, che risulterà così sfruttato in maniera piena, efficace e funzionale.

7. Esporre gli oggetti: le vetrine

Casa Nadine, stile in low cost!: Soggiorno in stile  di studiodonizelli
studiodonizelli

Casa Nadine, stile in low cost!

studiodonizelli

Le soluzioni possibili per esporre gli oggetti più cari e importanti sono potenzialmente infinite. Una soluzione classica, spesso poco utilizzata, è quella di inserire delle vetrine nella configurazione dell'arredamento dell'ambiente scelto.

Le vetrine, infatti, assolvono una doppia funzione: rappresentano uno spazio espositivo e di immagazzinaggio allo stesso tempo, suoi ripiani si può riporre ed esporre. Decorazione e funzionalità possono quindi trovare una intelligente e raffinata sintesi.

Siete interessati all'argomento? Scoprite anche:Sfruttare tutti gli angoli di casa con stile.E adesso tocca a voi.Diteci cosa ne pensate lasciando ...
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!