Il divano: Soggiorno in stile  di Spazio 14 10 di Stella Passerini

Come Scegliere il Colore del Divano: Trucchi e Consigli

Alberti Laura Anna Maria Alberti Laura Anna Maria

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Loading admin actions …

Quando si lavora all’arredo di un’area living, che la si crei da zero o la si ristrutturi, una delle principali domande è la seguente: come scegliere il colore del divano? Non è infatti semplice, data l’enorme quantità dei modelli che il mercato offre. E considerato anche che è proprio il sofà, il vero protagonista del soggiorno.

Tante sono le variabili da prendere in considerazione, quando bisogna scegliere il colore del divano. A dalla sua dimensione e dallo stile d'arredo, fino alla quantità di luce naturale presente nella stanza e l’altezza dei locali. Ma è soprattutto l’arredo già presente, a chiarire le idee sul divano perfetto: 

  • se il salotto è moderno e minimalista, il sofà perfetto ha nuance neutre (come il bianco e il nero) o – al contrario – colori accesi. 
  • se il soggiorno è in stile rustico o country, il divano ideale ha tonalità calde; se è shabby-chic, meglio il beige. 

In questo articolo vi suggeriremo come scegliere il colore del divano in pelle o in tessuto, e vi forniremo utili consigli per il divano che fa al caso vostro.

La luce e lo spazio nella scelta del divano

Come scegliere il colore del divano? Innanzitutto, basandosi sulle dimensioni del soggiorno. Un salotto ampio può accogliere divani dai colori accesi, da abbinare poi con gusto a tutti gli altri arredi e complementi; se lo spazio a disposizione è poco, al contrario, è preferibile – per come scegliere il colore del divano in pelle o in tessuto – considerare solo sofà dalle tinte chiare, in quanto le tonalità scure tendono a rimpicciolire ulteriormente l’ambiente. 

Le nuance giuste? Il bianco in tutte le sue sfumature, il grigio chiaro, il tortora. Anche le misure del divano in sé contano: le tinte accese sono indicate per sedute non eccessivamente ampie, mentre un sofà a molti posti è meglio non abbia fantasie elaborate o eccessivamente colorate per non appesantire l’insieme.

Tra i consigli per il divano perfetto, uno dei più importanti è quello di considerare la luce naturale presente nella stanza. Se le finestre sono molto ampie e la luminosità generosa, si può osare un divano scuro; se l’apporto luminoso è limitato, meglio optare per un tessuto chiaro che rifletta la luce e ingrandisca otticamente lo spazio.

Scegliere il divano sulla base dei colori già presenti

Also Autumn is Colorfull JaneChurchill: Soggiorno in stile  di Emporio del Tessuto
Emporio del Tessuto

Also Autumn is Colorfull JaneChurchill

Emporio del Tessuto

Prima di valutare le diverse idee per il divano, è bene considerare lo stile d’arredo della propria area living. Sempre che sia il divano l’unico arredo da sostituire. Se ad esempio il soggiorno ha un pavimento dalla tonalità fredda, si può scegliere un sofà dalla stessa tonalità o comunque della stessa “famiglia” di colori (ad esempio, un divano nero su di un pavimento in legno grigio); se la stanza ha le pareti arancioni, o complementi di questo colore (magari le tende o un tappeto), ci sta alla perfezione un divano blu scuro. 

E se il salotto è tutto da arredare? In questo caso, si può scegliere un sofà dalle tinte neutre per potervi poi costruire attorno l’arredo in tutta libertà; o, al contrario, acquistare un divano dalle tinte accese e vivaci che sia l’indiscusso protagonista della stanza.

Considerare il contesto

Siete in cerca di idee per il divano perfetto? Un consiglio è quello di prendere in considerazione il contesto in cui andrà ad inserirsi. Se in casa ci sono bambini oppure animali domestici, meglio optare per una tonalità scura o medio-scura: acquistare un divano bianco con bimbi scatenati per casa, significherebbe trovarselo ricoperto di macchie (e quindi costretti a rivestirlo); se invece abbiamo un gatto o un cagnolino, un’idea potrebbe essere quella di basarsi sul colore della sua pelliccia per scegliere la tonalità del divano.

E la stanza, che scopo ha? Se viene utilizzata spesso, meglio optare per un colore di cui non ci possa stancare presto (ad esempio, il grigio); se invece viene utilizzata più di rado ed è più che altro un ambiente di relax, si può scegliere una tonalità rilassante come il verde pallido.

Scegliere un divano dai colori accesi

Come scegliere il colore di un divano in pelle o in tessuto? Se piacciono le tonalità accese, si possono considerare le proprietà della stessa tinta. Il blu, ad esempio, simbolo d’armonia e d’equilibrio, è una delle tinte più amate per il sofà. Con un’accortezza: il blu scuro tende a rimpicciolire la stanza ed è quindi consigliabile quando lo spazio a disposizione è tanto, mentre se l’ambiente è piccolo meglio una tonalità azzurro pastello. 

L’abbinamento perfetto è con il bianco o col grigio. Il rosso, invece, è la tinta dell’energia: i consigli per un divano in questa tonalità (ma anche nelle varianti vinaccia o fucsia) sono relativi agli abbinamenti, che devono privilegiare le sfumature del bianco e del beige. Molto impegnativo è invece il giallo: è fondamentale amarlo molto, per scegliere un divano di questo colore. E smorzare la sua forte presenza con cuscini grigi, neri o bianchi.

Divano: anche il materiale conta

Quando si deve scegliere il divano per il proprio soggiorno, non bisogna decidere solamente il colore: anche il materiale è importante. E, per decidere su quale puntare, è bene analizzare l’uso che di quel sofà si farà. La pelle (che è bellissima nelle tinte classiche, come il marrone o il nero), ad esempio, può essere pulita con uno straccio inumidito; se si ha un bambino, meglio scartare tessuti impegnativi come il velluto e la ciniglia e preferire un materiale più durevole e resistente. 

Se non si è esattamente sicuri di quel che si vuole, meglio farsi dare – dal negozio o dall’artigiano – un campione di tessuto da portare a casa, e da accostare agli arredi esistenti. Oppure, farsi consigliare da un interior designer che sappia suggerire il modello più opportuno.

House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!