Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Il piano lavoro della cucina: 6 fantastiche idee low budget

Anna Francioni – homify Anna Francioni – homify
Google+
Loading admin actions …

La cucina è il fulcro delle case moderne: è infatti l'ambiente dove ci si incontra con la famiglia e gli affetti più cari non solo per mangiare ma anche per cucinare, chiacchierare, fare i compiti e tanto altro. Proprio perché così importante nella vita di tutti i giorni, è fondamentale progettare la cucina con cura, facendo attenzione a tutti i particolari, a incominciare dal piano di lavoro, l'elemento che forse deve essere scelto con maggiore attenzione, valutando che tipo di ambiente vogliamo creare, quali sono le nostre esigenze, oltre che il budget a nostra disposizione. Scopriamo allora insieme, in questo delle idee, le proposte selezionate dai nostri esperti, per aiutarci a individuare il piano di lavoro più adatto per la nostra cucina: 6 fantastiche idee low budget che vorremo subito copiare. Non ci resta che lasciarci ispirare…

1. Con pannelli di compensato

Siamo in cerca di un'idea low budget per realizzare il piano di lavoro per una cucina giovane e moderna? Realizziamolo noi stessi, in compensato! Non serve molto, basterà procurarsi in un centro specializzato in articoli per il bricolage dei pannelli in compensato multistrato da 19 mm circa da assemblare con spine incollate con colla aceto-vinilica. Per le misure, teniamo conto che il nostro banco dovrà essere alto circa 85-90 cm e profondo 60. La larghezza invece potrà variare a seconda delle dimensioni della cucina. Naturalmente, oltre al piano lavoro potremo inserire anche un piano cottura o un lavabo a incasso: in questo caso dovremo però affidarci a un tecnico specializzato per gli allacciamenti di acqua e gas.

2. Un antico banco di legno

BioMalta RAL 7010 Grigio Tenda: Cucina in stile  di Marcello Gavioli
Marcello Gavioli

BioMalta RAL 7010 Grigio Tenda

Marcello Gavioli

Ammettiamolo, quante volte siamo stati tentati di liberarci del vecchio banco da falegnameria, ereditato addirittura dal bisnonno, che da tempo immemorabile giace inutilizzato nella nostra cantina? Finalmente è giunto il momento di recuperarlo! Con un veloce restauro potremo infatti trasformarlo in un raffinato piano di lavoro per la nostra cucina. Siamo scettici? Basterà pulirlo accuratamente – eventualmente anche con carta vetrata per essere sicuri di eliminare ogni scheggia – e poi trattarlo con un impregnante contro l'umidità e con vernici anti batteriche e anti muffa, per renderlo adatto alla preparazione degli alimenti. In questo modo otterremo, senza spendere una fortuna, un piano lavoro rustico e a al tempo stesso elegante, come vediamo in questo ricercato esempio proposto da MARCELLO GAVIOLI: una composizione di grande impatto visivo, dove l'antico banco in legno è accostato alle originali superfici in bio malta, per dare vita ad un ambiente in cui tradizione e modernità si fondono, completandosi a vicenda.

3. In legno e ferro battuto

Cerchiamo un'idea fuori dal comune – e soprattutto low budget – per aggiungere un tocco di raffinatezza alla nostra cucina? Mai pensato che potremmo recuperare una vecchia ringhiera o un'inferriata in ferro battuto per creare un piano di lavoro davvero originale? Potremmo infatti prendere per esempio spunto da questa proposta e utilizzare l'inferriata come sostegno per il bancone dell'isola, realizzato con due semplici pannelli in legno massello: un'idea piuttosto semplice da realizzare ma di grande impatto, perfetta per abitazioni di ogni tipo di stile – dal rustico al moderno – e ideale soprattutto in ambienti open space, per separare la zona cottura dal living.

5. In cemento grezzo

Il cemento grezzo è naturalmente una delle soluzioni più semplici ed economiche da realizzare, se desideriamo un piano di lavoro pratico e di grande impatto visivo, per la nostra cucina. Perfetto per ambienti moderni e in stile industriale, il piano in cemento ben si adatta comunque in cucine arredate in stile rustico o scandinave, come vediamo in questa affascinante proposta total white. Unico elemento da valutare con attenzione prima di procedere alla realizzazione: prevede la creazione di una struttura in muratura fissa e per questo motivo quindi dovremo essere ben sicuri della nostra scelta, perché l'eventuale rimozione comporterà opere di demolizione.

4. Un tavolo industriale in ferro e legno

Se amiamo lo stile industriale, potremmo inoltre realizzare con poca spesa un banco lavoro di grande effetto, semplicemente aggiungendo un ripiano in legno a una scaffalatura in ferro. A seconda del nostro gusto personale potremo poi scegliere se mantenerlo grezzo o se verniciarlo nero, come vediamo in questo esempio, piuttosto che in altri colori, in abbinamento agli altri elementi della cucina.

6. Un semplice muretto in mattoni

Se abbiamo l'esigenza di dividere l'angolo cucina dal soggiorno, potremmo realizzare un semplice muretto in mattoni – rivestito con un pannello di legno, piuttosto che in laminato – da utilizzare sia elemento divisorio che come pratico piano di lavoro. Inoltre, aggiungendo degli sgabelli, potremmo facilmente trasformare all'occorrenza il nostro piano in un comodo tavolo per la colazione o per pasti veloci.

Eccoci arrivati al termine del nostro Libro delle Idee dedicato al piano di lavoro per la cucina: per altri utili spunti potremmo leggere anche “Piani di lavoro per la cucina: materiali e consigli”.

Quali di queste idee ti ispira di più? Lasciaci il tuo commento!
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!