Superficie Minima per una Cucina Abitabile | homify | homify
Error: Cannot find module './CookieBanner' at eval (webpack:///./app/assets/javascripts/webpack/react-components_lazy_^\.\/.*$_namespace_object?:2982:12) at at process._tickCallback (internal/process/next_tick.js:189:7) at Function.Module.runMain (module.js:696:11) at startup (bootstrap_node.js:204:16) at bootstrap_node.js:625:3

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Superficie Minima per una Cucina Abitabile

Sabrina De Prisco – homify Sabrina De Prisco – homify
Casa Leopardi Cucina in stile rustico di Ing. Vitale Grisostomi Travaglini Rustico
Loading admin actions …

Lo sapevi che una cucina deve avere una superficie minima per garantirne l’abitabilità?

Con il nuovo Regolamento Edilizio, in vigore dalla fine del 2014, le cucine devono garantire dei requisiti minimi di abitabilità. Se questi requisiti non vengono rispettati, non sarà possibile avere i permessi necessari per procedere alla ristrutturazione.

Se stai quindi pensando di rivedere gli spazi della tua cucina o se vuoi un angolo cottura con vista sul soggiorno, prima di dare sfogo alla tua fantasia, è bene sapere alcune cose. Vediamo insieme quali.

Mq minimi per una cucina abitabile

I mq minimi per avere una cucina abitabile, secondo il Regolamento edilizio del 2014, sono 5.

Se invece optiamo per un angolo cottura con vista sul soggiorno, che oggi va per la maggiore, i mq calcolati sono invece 17. Per il solo soggiorno i mq previsti sono 14.

Il Regolamento del 2014 sostituisce una precedente normativa del 1999, secondo la quale, la metratura minima per la cucina-soggiorno doveva essere di 14mq. I mq minimi per la sola cucina erano invece già di 5 mq, valore che è stato mantenuto anche con il Regolamento del 2014.

Se scegliamo, quindi, di avere un angolo cottura con cucina a vista, possiamo avvalerci di quei pochi mq in più rispetto alla precedente normativa per garantirci uno spazio più confortevole.

Purtroppo se non si dispone di questa possibilità, quindi se la metratura è inferiore, è sempre possibile optare per una cucina separata dal soggiorno, a patto che rispetti i mq minimi di 5.

Se le larghezze sono ben definite anche le altezze hanno un loro vincolo, che non va trascurato.

Altezza minima per avere l’abitabilità

L’altezza minima garantita per avere l’abitabilità di un immobile è di 2,70 m. Da Regolamento sembra non ci siano tolleranze per abbassare il limite consentito. Per cui si rischia di trasgredire anche solo abbassando il tetto minimo di 1 cm.

Quindi anche nel caso in cui si tratti di una cucina, o di una cucina soggiorno, se state progettando di ristrutturare casa, l’altezza minima non può essere inferiore a 2,70 m di altezza.

Discorso diverso invece va fatto per bagni, gabinetti, spogliatoi e lavanderie la cui altezza minima può essere di 2,40 m. Se si tratta di antibagno, corridoio, disimpegni, ripostigli e cabine armadio, l’altezza minima deve essere almeno di 2,10 m.

Un’idea per ottimizzare lo spazio nel disimpegno, per esempio, che c’è tra il soffitto e il solaio è quello di creare una contro soffittatura per ricavarne un ripostiglio, così da poter depositare gli oggetti che non vengono utilizzati frequentemente.

Spesso infatti, gli architetti consigliano, soprattutto nelle case di piccola metratura, di sfruttare anche gli spazi in alto al fine di conservare e custodire oggetti necessari ma non di frequente utilizzo. Basti pensare agli addobbi natalizi, oppure alle valigie più ingombranti. Questi incavi sono proprio lo spazio ideale dove collocarli.

Cucina o angolo cottura?

Attico sul Porto Cucina moderna di gosplan architects Moderno
gosplan architects

Attico sul Porto

gosplan architects

Appurate le misure minime da garantire per avere una cucina abitabile, proviamo a capire insieme le condizioni necessarie per scegliere una cucina o un soggiorno con angolo cottura.

Considerando che molto dipende dal proprio gusto personale, le condizioni necessarie per la scelta, possono dipendere anche da altri fattori.

C’è infatti chi preferisce avere l’ambiente in cui si cucina separato dal resto della casa in modo che gli odori possano rimanere in uno spazio circoscritto, il tempo che vengano ovviamente smaltiti dai canali di areazione previsti dal Regolamento.

Infatti la cucina, sia che sia un ambiente a sé stante o che sia un angolo cottura, deve prevedere una via per lo smaltimento degli odori e dei fumi provocati dalla cottura dei cibi. Fino al precedente regolamento si parlava solo ed esclusivamente della presenza di una cappa aspirante che veicolasse l’aria verso l’esterno, oltre ovviamente ad una via di aereazione naturale, quali balconi e finestre.

Con l’utilizzo dei piani di cottura elettrici, l’obbligo si è adeguato alla nuova tecnologia e chi è in possesso di questa tipologia di fornelli può utilizzare una cappa filtrante per dissipare gli odori, ma non aspirante.

Oggi, come accennato, è di tendenza unire la cucina al soggiorno creando così un ambiente unico.

In tal caso finestre e cappe aspiranti o filtranti, a seconda del piano cottura scelto, ripuliscono immediatamente l’aria da possibili odori e fumi. Durante il tempo dello smaltimento degli odori, può essere in un certo modo anche piacevole condividere con i nostri ospiti gli invitanti profumi provenienti dai cibi che stiamo preparando.

Caratteristiche che devono avere le cucine e gli spazi di cottura

Secondo il Regolamento del 2014, e non solo, oltre alle misure minime, le cucine e gli spazi di cottura devono avere anche le seguenti peculiarità:

  1. Rispettare gli spazi minimi per le attività culinarie, tendenzialmente dietro ai fornelli e vicino al lavandino
  2. Nella disposizione del tavolo tener presente lo spazio minimo per l’apertura di ante, cassetti e cestoni
  3. Rivestire la parete adiacente ai fornelli e al lavandino con materiale lavabile, non infiammabile e permeabile. Un’idea molto in voga nelle cucine moderne è l’utilizzo dello stesso materiale usato per il pavimento, tagliato in listelli o mosaici
  4. Utilizzare le cappe nella modalità descritta sopra.

Idee per cucine da sogno

La cucina Cucina moderna di homify Moderno
homify

La cucina

homify

Stabilite le condizioni minime per mettere in piedi una cucina o una cucina soggiorno con i criteri base necessari, passiamo alla parte divertente della ristrutturazione. Come vogliamo che venga il nostro spazio cucina? Quale ambiente sogniamo di vivere? Abbiamo già un’idea o vogliamo essere ispirati?

Insomma sia che abbiamo le idee chiare o che siamo degli eterni indecisi, il mio suggerimento è quello di farvi ispirare dal nostro preziosissimo libro delle idee “40 Idee Grandiose per Progettare la tua Cucina”.

House 1 Camera da letto rurale di Opera s.r.l. Rurale

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!