Come Disporre i Divani in Salotto: Tutte le Soluzioni Possibili

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Come Disporre i Divani in Salotto: Tutte le Soluzioni Possibili

Alberti Laura Anna Maria Alberti Laura Anna Maria
Ristrutturazione appartamento Soggiorno minimalista di Graziella Fittipaldi Architetto Minimalista
Loading admin actions …

Quando si progetta una casa, e per la precisione la sua zona giorno, si pensa subito all’elemento che – del living – è il vero protagonista: il divano. E, che ci si affidi alla consulenza di un interior designer o si preferisca agire da soli, la prima domanda, quando si studia questo ambiente della casa, è la seguente: come disporre i divani in salotto

Si possono scegliere sofà lineari e divani ad angolo, modelli in pelle oppure in tessuto, a due o a tre posti; si può scegliere un divano dalla seduta ampia, uno tradizionale, uno con chaise-longue o magari un divano letto, ma è soprattutto la sua posizione l’elemento fondamentale, quello da cui partire per poi costruirvi attorno l’intera area giorno. È proprio questo, che vedremo in questo articolo: analizzeremo diverse soluzioni riguardo la posizione dei divani, in modo che possiate trovare la soluzione che più fa al caso vostro, e che meglio si sposa con i vostri gusti, con le vostre esigenze e con le dimensioni del vostro living.

Come disporre un divano lineare

Casa MC - Relooking Soggiorno moderno di Architrek Moderno
Architrek

Casa MC – Relooking

Architrek

Tra le tipologie di divano più amate, vi è quello lineare. E cioè un divano a due o più posti che non presenta curve o angoli e che può caratterizzarsi per una sempre uguale profondità della seduta, oppure per la presenza di un chaise-longue ad una delle sue estremità. Diverse sono, in questo caso, le diverse collocazioni possibili all’interno del soggiorno. Innanzitutto, lo si può posizionare al centro della stanza: in questo caso, poiché sarà visibile su tutti i lati, è consigliabile puntare su un modello che sia curato in ogni minimo dettaglio, e che abbia magari particolari di design che catturino l’attenzione. In alternativa, specie se il salotto è piccolo, è possibile posizionare un divano lineare a due posti contro la parete, magari sotto una finestra: è, questa, la soluzione ideale per non togliere spazio agli altri arredi, e per agevolare il movimento all’interno di un locale dalle dimensioni ridotte.

Come disporre due divani in salotto

Come disporre i divani in salotto, quando invece sono due? La soluzione più tradizionale, vede i due sofà l’uno di fronte all’altro – magari perpendicolari rispetto alla parete tv – oppure a formare una L, con un tavolino laddove si incontrano e un bel tappeto nel mezzo. Ovviamente, si tratta di una soluzione da adottare quando lo spazio a disposizione è molto, poiché è sempre necessario considerare la libertà di movimento della persona all’interno del locale.

Dove mettere il divano angolare

Un altro modello di divano molto amato è quello angolare (o a L), una versione che si presta a tutta una serie di possibilità. Un divano angolare può essere posizionato contro una parete, se il soggiorno è ampio e si vuole ben delimitare una zona relax, lasciando diverso spazio libero o suddividendo l’ambiente – concettualmente – in angoli con funzioni diverse; se il salotto è molto spazioso, in alternativa, un divano angolare lo si può porre al centro della stanza, andando così a trasformarlo nel punto focale non solo dell’area living, ma dell’intera abitazione. Oppure, si può utilizzare un sofà di questo tipo come divisorio: si tratta di una soluzione molto impiegata nei loft, o comunque nelle aree giorno open space. Un grande divano a L può infatti svolgere la funzione di una parete, ma senza togliere luminosità all’ambiente: semplicemente, viene posto come divisorio visivo tra la cucina (eventualmente con la sua sala da pranzo) e il soggiorno vero e proprio.

Come disporre il divano e il tavolo da pranzo

Soggiorno di Nadia Moretti Moderno Legno Effetto legno
Nadia Moretti

Soggiorno

Nadia Moretti

Come disporre il divano e il tavolo da pranzo, se nell’area living sono compresi sia il salotto che la zona pranzo? Le due soluzioni più indicate, qui, sono due. Si può organizzate la parete attrezzata della cucina e – contro la parete apposta – posizionare un divano lineare e, distanziato e perpendicolare ad esso, un tavolo (magari allungabile) con le sue sedie, di cui due di spalle al sofà. In alternativa, è possibile posizionare due divani perpendicolari alla parete tv e – in parallelo a questa – mettere il tavolo, contro la parete oppure a fare da divisorio tra il soggiorno e la cucina. In ogni caso, è importante che divano e tavolo siano in armonia tra loro, per stile e per colore, e che le due zone all’interno dell’area living siano ben delineate.

Il divano in un soggiorno piccolo

Come disporre i divani in salotto, quando invece il salotto è molto piccolo? In questo caso, si può sfruttare la parete più lunga della stanza e posizionare qui il divano (lineare o angolare), scegliendo un modello dalle dimensioni contenute e i rivestimenti neutri, che dilatano otticamente l’ambiente. Se la stanza è lunga e stretta, infine, si può mettere il divano angolare (oppure lineare) al centro, creando due piccoli corridoi di fronte e alle sue spalle. Anche in questo caso, il colore è importante: un sofà dai toni scuri rischierebbe di soffocare l’ambiente, facendolo apparire ancora più piccolo. Ecco che, dunque, non è importante solo considerare la posizione del proprio sofà: è fondamentale giocare anche coi colori, in modo intelligente.

House 1 Camera da letto rurale di Opera s.r.l. Rurale

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!