Come non rovinare i tuoi elettrodomestici: guida completa

Claudio Limina Claudio Limina
Loading admin actions …

Sempre più oggetti di design oltre che validi alleati per la pulizia e l'economia domestica, gli elettrodomestici sono una presenza costante e solida all'interno delle abitazioni. Anche se lo spazio a disposizione è ristretto non possono di certo mancare lavatrice, frigorifero, forno e anche molti altri utensili che facilitano e supportano le attività quotidiane.

Il mercato offre soluzioni sempre più adattabili a ogni esigenza, ergonomiche, leggere e compatte. Per mantenerle in buono stato è necessario quindi averne cura e dedicare un'attenzione che possa garantire una pulizia adeguata e quindi una funzionalità duratura. Di seguito alcuni consigli per mantenere in buono stato gli elettrodomestici presenti in casa.

Averne cura significa risparmiare

Per garantire un buon funzionamento degli elettrodomestici è importante averne cura con costanza e continuità. Pulire e igienizzare le parti interne ed esterne periodicamente è importante per mantenerli in buono stato e non comprometterne l'efficienza. Quando si effettuano le operazioni di pulizia occorre stare attenti a non bagnare le parti interne e motori, che andranno poi asciugati con un panno morbido e pulito e assicurarsi che la corrente elettrica sia spenta e che non ci siano bambini o animali domestici nelle vicinanze, i quali potrebbero venir danneggiati dalle sostanze chimiche dei prodotti o anche dai fumi.

1. I piccoli elettrodomestici

prese nascoste: Cucina in stile in stile Moderno di desink.it
desink.it

prese nascoste

desink.it

Accanto agli elettrodomestici principali e più importanti, le case sono piene di piccoli elettrodomestici, ugualmente validi e funzionali. Il microonde, il frullatore, il tostapane, la macchina del caffè sono presenze ricorrenti e quasi scontate all'interno di una casa che facilitano i gesti quotidiani. Per garantirne lunga vita, è possibile servirsi di prodotti naturali, non tossici, che permettono di igienizzare e detergere efficacemente. Cosi, per esempio, si può ricorrere all'aceto bianco o al bicarbonato e acqua calda per ottenere risultati soddisfacenti per una corretta pulizia di questi validi alleati.

2. La lavastoviglie

Mantenere in buono stato la lavastoviglie è un'operazione facile da realizzare se lo si fa con costanza. La cura della lavastoviglie non passa solo dalla pulizia ma anche dai detersivi che si usano e dalle cose che si decide di lavare. E' bene pulire il filtro, giornalmente o ogni volta che si utilizza. Basta soltanto sciacquarlo sotto l’acqua corrente e controllare ogni tanto i fori del passaggio dell’acqua che siano sempre puliti. Se fossero otturati basta pulirli con uno stuzzicadenti o con un panno umido imbevuto di aceto. Almeno una volta al mese è opportuno fare un lavaggio a vuoto, con la temperatura più alta utilizzando un litro di aceto di vino rosso in modo tale da sgrassare oltre che l’interno della lavastoviglie anche lo scarico e le tubatura. L'uso dell'anticalcare è poi una buona abitudine per mantenere in buona salute la lavastoviglie. 

3. Il forno

 in stile  di Mdimension
Mdimension

CASA LEIRIA

Mdimension

Nonostante si cerchi di fare attenzione durante la cottura di cibi, è quasi impossibile evitare di sporcare il forno con schizzi vari o macchie di grasso. Esistono, però, alcuni ingredienti essenziali, grazie ai quali si possono ottenere dei risultati soddisfacenti: limone, acqua, sale e aceto. Il succo di limone, passato sulle pareti, aiuta a sgrassare, rimuovendo le incrostazioni, l'aceto e il sale diluiti in acqua e spruzzati sulle superfici interne del forno precedentemente riscaldato, permetteranno di pulire e rimuovere efficacemente gli schizzi e i residui di cibo. In modo semplice e naturale sarà possibile detergere efficacemente il forno.

4. Il frigorifero

E' fondamentale mantenere pulito e igienizzato il frigorifero per la propria salute. Perché funzioni correttamente e duri più a lungo, occorre cambiare le guarnizioni, detergerlo spesso con cura e con facilità per evitare la formazione di cattivi odori e muffe. Per una pulizia accurata serve svuotarlo completamente, utilizzare acqua e aceto o bicarbonato di sodio per le superfici interne, smontando prima i ripiani e gli accessori così da raggiungere tutti gli interstizi. E' bene anche controllare le guarnizioni, che col tempo si consumano non assicurando più un buon raffreddamento. In tal caso vanno sostituite con altre guarnizioni nuove.

5. La lavatrice

Calcare e muffe sono i principali problemi che affliggono la lavatrice. Con le giuste precauzioni è possibile allungare la vita dell’elettrodomestico, limitando i danni dell’acqua dura e avendo sempre un bucato pulito e profumato. E' importante tenere puliti i filtri di carico e scarico dell’acqua. Si tratta di filtri a rete che dovrebbero essere controllati e puliti almeno una volta l'anno. L’operazione di smontaggio dei filtri deve essere fatta con la lavatrice a riposo e dopo essersi assicurati di aver chiuso i rubinetti dell’acqua. Per evitare muffe e cattivi odori è bene anche pulire le gomme e le guarnizioni del cestello e della vaschetta per il detersivo. Per farlo basta usare un panno imbevuto del detersivo per il bucato o di aceto e dopo fare un lavaggio a vuoto.

Cosa ne pensate a riguardo? Lasciate un commento!
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!