Progettazione Scale Interne: Normativa e Autorizzazioni Scale per interni, idee, soluzioni, normativa e prezzi

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Progettazione Scale Interne: Normativa e Autorizzazioni

Giovanna Gallo – Homify Giovanna Gallo – Homify
ARIA GLASS:  in stile  di NORD SCALE
Loading admin actions …

Danno carattere all’ambiente, oltre che avere una delle funzionalità più importanti da un punto di vista puramente logistico: la progettazione delle scale interne è un punto chiave in fase di ristrutturazione perché permettono non solo di collegare due piani in modo pratico, unendo ad esempio la zona notte e la zona giorno, ma anche di regalare esteticamente una nuova atmosfera alle stanze della vostra casa.

Sia che abitiate in una villa o in un loft a due piani ma anche in una casa su più livelli che necessità di collegamenti, le scale interne sono assolutamente necessarie. Così come è assolutamente necessario progettarle in modo tale che siano sicure, pratiche e funzionali, dunque non solo esteticamente d’impatto.

In questo Libro delle Idee scopriremo non solo la normativa vigente per la realizzazione di scale per interni ma anche pratiche idee e soluzioni per scegliere la tipologia più adatta e funzionale, che ben si adegui alle vostre esigenze e a quelle della vostra famiglia.

Ovviamente le scale interne hanno anche la possibilità di fare risparmiare spazio, quindi optare ad esempio per una scala a chiocciola può essere vincente per ottimizzare i metri quadri a disposizione.

Scale per interni: normativa e autorizzazioni necessarie

Antico Faro delle Vaccarecce: Scale in stile  di Morelli & Ruggeri Architetti
Morelli & Ruggeri Architetti

Antico Faro delle Vaccarecce

Morelli & Ruggeri Architetti

Le scale interne si distinguono in due tipologie: quelle in muratura e quelle prefabbricate. La scelta dipende molto dai gusti personali di chi le sceglie ma anche dallo stile della casa: spesso si opta per le soluzioni in muratura in quanto senz’altro più stabili, ma di certo non aiutano a salvare spazio come invece accade per i modelli prefabbricati! Scegliere questa seconda soluzione permette dunque di poter vagliare modelli più flessibili sia come dimensioni che come aspetto. Sarà anche infatti possibile selezionare accuratamente le misure per fare in modo che si integrino nell’ambiente e salvino più spazio possibile.

Ma quali autorizzazioni servono al Comune di residenza per poter installare delle scale interne che siano a norma di legge?

  • Innanzitutto, visto che l’inserimento delle scale presuppone che venga demolita una parte di solaio e dunque una modifica di tipo strutturale, è necessaria l’abilitazione SCIA.

Se la casa che avete acquistato mostra limiti architettonici? 

  • In questo caso vi servirà Il Permesso di Costruire detto PdC, mentre per semplici sostituzioni di scale esistenti, basterà la CIL, ovvero la comunicazione di inizio lavori come per qualsiasi intervento di ristrutturazione.

Dovete solo riparare una scala che esiste già? 

  • Allora si tratterà di un intervento di edilizia libera, anche se sarà in ogni caso necessario leggere le norme previste dal regolamento del proprio Comune.

Autorizzazioni per l'installazione di scale interne

Occhio alla normativa vigente che prende in considerazione svariati elementi: non solo l’isolamento termico e quello acustico (per evitare di dar fastidio ad altri condomini), ma, prima della scelta delle migliori scale per interne per il vostro appartamento, dovrete anche considerare il loro grado di resistenza all’usura e al fuoco. 

La legge che determina come una buona (e a norma!) scala per interni deve essere fatta è la Legge 13/1989 e dal DM 236/1989, secondo cui tutte le scale che non rispondono ad un uso pubblico devono essere larghe un minimo di 80 centimetri. Attenzione però alle varie leggi comunali che impongono in modo diverso limitazioni e specifiche: controllate sempre quelle del vostro.

Oltre alla larghezza della rampa, anche l’altezza del gradino è da tenere in considerazione: la formula che ne decreta la corretta progettazione mette in correlazione il valore di alzata e pedata: l’alzata ideale è inferiore ai 19 cm mentre la pedata ideale è di 30 cm.

Fino a una distanza tra piani di 2 metri e mezzo si può optare per una scala lineare, mentre per altezze superiori si consiglia di optare per scale a chiocciola o angolari. Ingombro, peso e posizione sono altri 3 valori da considerare per strutturare al meglio e a norma le scale interne.

Un altro aspetto da non sottovalutare quando si parla di scale è quello della sicurezza, di cui la ringhiera diventa elemento principale.

Scale per Interni: tutte le tipologie

Ingresso & Corridoio in stile  di ASCENSO
ASCENSO

Escalier suspendu bois

ASCENSO

Esistono diverse tipologie di scale per interni e tutte sono legate non solo a questioni di spazio ed ergonomia ma soprattutto ad esigenze estetiche. Optare per una scala in ferro a metà tra lo stile tradizionale e industriale oppure per le scale a chiocciola in legno dice molto dello stile che avrete scelto per la vostra casa.

Appurate quindi le norme vigenti e seguite le specifiche per una corretta installazione di nuove scale interne per il vostro appartamento, si potrà finalmente valutare il modello in base alla sua prestanza estetica.

Sul mercato esistono tantissime tipologie di scale prefabbricate per usi interni: ci sono le scale a giorno, tipologia di scala verticale che collega due piani. Possono essere a rampa unica o a L, e sono perfette se nel vostro appartamento non avete problemi di spazio, perché presentano un ingombro non indifferente.

Potete scegliere un modello che abbia una struttura a se stante, oppure una che si appoggi ai muri della casa: sono scelte di design che si devono adeguare allo stile della casa e ai proprio gusti in fatto di home decor.

Scale interne: Altre tipologie

Tra le altre tipologie di scale presenti sul mercato senz’altro quelle in vetro riscuotono grande successo. Sono modelli molto in voga e di design che però potrebbero rappresentare un problema rispetto alla loro manutenzione e alla pulizia.

Anche le scale a chiocciola sono spesso usate soprattutto per guadagnare spazio e per collegare in modo facile e smart due livelli di un appartamento: i materiali da utilizzare sono tantissimi, dal ferro battuto al legno, ma anche le soluzioni in vetro sono di grande impatto.

Le miniscale sono invece una soluzione per collegare dislivelli non troppo alti: servono infatti per colmare quote di circa 290 cm con un ingombro di 150 cm.

Infine, le scale a scomparsa: ecco una soluzione davvero salva spazio, che sparisce dalla vista e che quindi non contribuisce a creare effetti visivi o estetici di nessun tipo nell’appartamento, molto usata per raggiungere soffitte o luoghi della casa che non si vogliono mettere in evidenza.

Nel caso in cui invece si vogliano installare una scala per soppalco e un soppalco contemporaneamente, è possibile: basta scegliere un materiale ergonomico che possa rispondere ad entrambe le funzioni e che sia resistente all’uso e al tempo.

Scale Interne: prezzi

ARIA GLASS: Ingresso, Corridoio & Scale in stile  di NORD SCALE
NORD SCALE

ARIA GLASS

NORD SCALE

I prezzi delle scale interne possono essere molto consistenti. Si va da un minimo di 400, 500 euro per i modelli prefabbricati più semplici in materiali non pregiati, fino a cifre che oscillano tra le 1.500 e le 2.000 euro per i modelli di design. I prezzi ovviamente non comprendono l'installazione da parte di un professionista, che dovrà essere quotata a parte e inserita nel budget totale.

Come scegliere le scale per interni? Ecco una guida a tutte le soluzioni esistenti sul mercato
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!