Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Lo stile minimale è freddo e noioso? Vero o falso!

Sabrina Tassini – homify Sabrina Tassini – homify
Loading admin actions …

Assolutamente falso: nell'immaginario collettivo lo stile minimalista è effettivamente indicato come più freddo rispetto ad altri, quali il rustico e tradizionale o il country e shabby-chic. In parte questa affermazione potrebbe avere senso, considerando la mancanza di colori caldi e di alcuni elementi naturali come il legno, che rende subito accoglienti le stanze che riveste. Tuttavia non dimentichiamoci delle possibilità di personalizzazione che anche il minimalismo custodisce. 

Se infatti da un lato è vero che per definizione le forme si semplificano lasciando spazio alla funzionalità e riducendo al minimo i virtuosismi stilistici, dall'altro è altrettanto vero che questa tipologia guardi al design di qualità come elemento chiave su cui puntare. Sono tanti i miti da sfatare su questa corrente stilistica tanto amata attualmente, e ugualmente numerosi i vantaggi che può portare. Svisceriamo dunque l'argomento, a suon di vero e falso, per capire meglio come arredare casa in pieno minimal style, senza ricadere nella noia dei clichè, anzi, tendendo allla customizzazione delle stanze e optando per i particolari d'effetto. 

Non è più di tendenza: FALSO

Tailored Bookshelf: Studio in stile  di Mobilificio Marchese
Mobilificio Marchese

Tailored Bookshelf

Mobilificio Marchese

Se lo stile scandinavo ha fatto breccia nei nostri cuori, non possiamo comunque dimenticare il buon vecchio minimalismo, ancora molto caro alle tendenze di interior design. Le sue linee pulite, le geometrie chiare e definite, i colori decisi e intensi, l'abbandono dei surplus e degli eccessi e la massimizzazione della funzionalità, sono tutte prerogative che difficilmente ci lasceremo alle spalle come obsolete. I lati positivi ed utili che questo stile mantiene sono svariati e tutti con un perchè decisamente sensato. La tendenza al minimalismo è riscontrabile poi in vari contesti, dal residenziale d'autore al contract, dal commerciale agli spazi pubblici, sempre più improntati alla conservazione di un ordine preciso anche per agevolarne la manutenzione.

Non è per tutti: VERO

Minimalismo a Lugano - Progetto arch. Victor Vasilev: Soggiorno in stile  di adriano pecchio photographer
adriano pecchio photographer

Minimalismo a Lugano – Progetto arch. Victor Vasilev

adriano pecchio photographer

Lo stile minimalista effettivamente non è per tutti, o meglio, non per tutte le esigenze. Il suo voler ridurre al minimo appunto, gli eccessi e gli arredi troppo complessi, rientra proprio in quell'ottica di semplificazione che i più impegnati e indaffarati amano nel profondo. Banale ma assolutamente da non sottovalutare, è infatti l'agevolazione in termini di pulizia e di manutenzione di arredi, pavimenti e rivestimenti. 

Disponendo per definizione di meno complementi, e dalle forme decisamente lineari, sarà quindi più rapido il prendersene cura, secondo la logica del minimo dispendio di energie, per una massima resa. Anche i materiali da posare possono qui fare concretamente la differenza: piastrelle maxi formato in gres porcellanato lappato o opaco, antimacchia e antigraffio, con un coefficiente di resistenza nella norma, potranno ad esempio velocizzare le pulizie domestiche. 

È costoso: FALSO

Minimale non fa per nulla rima con costoso, anzi! Questa tipologia stilistica va perfettamente d'accordo con tutti i budget a disposizione, proprio per la semplicità richiesta dall'arredamento. Mensole lineari e spesso dello stesso colore della parete, quasi ad effetto scomparsa, seguite da piccoli e calibrati complementi d'arredo e divani e poltrone dai contorni definiti, non implicano il dispiegamento di grandi cifre, proprio per la loro estrema linearità. Ciò non toglie che un occhio alla qualità si debba comunque buttare, soprattutto se si tratta di arredi low cost. La comodità di un interior design semplice non deve infatti essere a scapito del risultato estetico e della funzionalità o resistenza dei mobili. 

È più ordinato: VERO

Non c'è dubbio alcuno su questo prossimo quesito: lo stile minimale comporta ordine e precisione. Le forme di cui si avvale sono per antonomasia stabili ed equilibrate e non possono dunque che tendere ad un risultato visivo impeccabile e organizzato. 

Non pensiamo solamente al living, alla camera da letto o alla cucina, ma diamo uno sguardo anche alla stanza da bagno: il progetto curato dallo studio tedesco WSM Architekten rientra in tutto nel puro stile minimale e punta ai volumi armoniosi e decisi, ai tratti puliti ed essenziali sia nel mobile lavabo che nel box doccia in muratura con appoggio, e persino nella rubinetteria. Anche il sistema di illuminazione risulta modesto e discreto seppur d'effetto. Piccoli faretti sporgenti sopra lo specchio a parete a ridosso del mobile doppio lavandino, illumina con delicatezza offrendo un punto luce unico ma assolutamente portante. A completare il percorso luminoso, i profili incorporati al di sotto delle panche all'interno della doccia, il tutto composto per un risultato scenico e rilassante degno di una spa.

Usa solo il bianco: FALSO

Liberiamo il minimalismo dal luogo comune più consolidato che esiste, quello legato al colore bianco. Vero è che la tendenza alle tinte chiare e neutre che valorizzano la purezza delle forme è una parte integrante e stilema fondamentale di questa corrente d'interior, ma vero è altrettanto che le tonalità possono variare a seconda delle interpretazioni che soggettivamente vengono date in un ambiente e in un contesto piuttosto che un altro. Ad affiancare il bianco e spesso il nero e i grigi più intensi, non sarà quindi difficile trovare a volte un rosso acceso o altre tinte pop su complementi d'arredo a contrasto, che danno carattere e vigore all'atmosfera.

È noioso: FALSO

Ristrutturazione di un appartamento a Napoli: Soggiorno in stile  di architetto Lorella Casola
architetto Lorella Casola

Ristrutturazione di un appartamento a Napoli

architetto Lorella Casola

Un altro clichè da dimenticare in fatto di minimalismo è proprio il senso di ovvio e noioso che pare trasmettere. Assolutamente falso, in quanto il valore aggiunto di arredi e complementi fuori dagli schemi seppur minimali e semplici, è a discrezione di chi arreda lo spazio. Via libera quindi alla creatività: il poco ma buono è una regola d'oro in questo caso, da seguire alla lettera per non incappare in spiacevoli effetti visivi. Optate quindi per pochi pezzi di design ma totalmente customizzati e che sprizzano personalità da tutti i pori. mantenete semplicità e linearità in pavimento e pareti, cercando però di sbizzarrirvi con equilibrio, negli accessori, più o meno colorati come cuscini, tappeto o quadri, e più o meno particolari, come mensole design, tavolini eclettici e dettagli iconici.

Cosa ne pensate del minimal style?
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!