Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Soggiorno con cucina a vista: 6 idee per definire gli spazi

Anna Francioni – homify Anna Francioni – homify
Google+
Loading admin actions …

Il soggiorno con cucina a vista: una grande classico delle case moderne, che nasce da una concezione della casa come luogo da vivere in tutti i suoi spazi, con la famiglia e gli affetti più cari, senza più distinzione tra locali di servizio e di rappresentanza. Il risultato è un unico, grande spazio in cui cucina, zona pranzo e soggiorno si fondono, senza confini netti. Come organizzare e arredare, quindi, questo nuovo tipo di ambienti, in modo che ogni area possa mantenere la propria funzione, integrandosi al contempo con le altre? Lasciamoci ispirare dalle proposte dei nostri esperti e scopriamo insieme 6 idee pratiche per definire gli spazi secondo il nostro gusto e le nostre diverse esigenze.

1. Con il tavolo da pranzo

Come definire lo spazio tra zona cottura e living, quando l'ambiente è caratterizzato da dimensioni ridotte? Una soluzione facile da realizzare e soprattutto economica potrebbe essere quella di utilizzare il tavolo da pranzo come elemento separatore. Il consiglio è di scegliere elementi a contrasto con la cucina, per creare un effetto visivo di grande impatto. In questa elegante proposta per esempio, alla candida cucina in stile moderno è stato accostato un raffinato tavolo in legno dalle linee classiche con morbide poltroncine abbinate. Il risultato? Un suggestivo angolo pranzo, integrato ma al tempo stesso ben distinto concettualmente dall'area cottura.

2. Con la cucina a isola

La cucina con isola è una soluzione sempre più apprezzata e utilizzata, perché sintetizza il nuovo modo di vivere la casa contemporanea, basato sulla condivisione degli spazi e sull'accoglienza. Con la cucina a isola, infatti, tutti i membri della famiglia – ma anche gli ospiti - potranno collaborare alla preparazione dei pasti e trasformare questo momento in un grande gioco da fare insieme.

Inoltre, la cucina a isola costituisce la soluzione ideale per definire, senza però separare, la zona cottura dal soggiorno in ambienti in cui il living è un grande open space con tutto a vista. In questa raffinata proposta in stile minimalista, per esempio, il grande banco dell'isola rappresenta un'ideale linea di demarcazione tra la parte cucina e la zona pranzo, pur senza creare un ingombro visivo che appesantirebbe la percezione dello spazio complessivo.

E se cerchiamo altri spunti pratici, potremmo leggere anche “10 idee per progettare una cucina moderna con isola”.

3. Con il divano

Mai pensato di disporre il divano al centro del living e utilizzarlo così come elemento separatore? Se amiamo gli ambienti open space, infatti, il retro del nostro divano potrebbe costituire una valida alternativa per organizzare i vari spazi, senza ricorrere a ingombranti elementi in muratura. Il consiglio è di scegliere un divano basso e poco ingombrante, accostandogli magari un paio di poltroncine con colori a contrasto, come vediamo in questo affascinante esempio: in questo modo otterremo un accogliente angolo conversazione, separato dalla cucina, senza però appesantire ulteriormente la percezione dello spazio.

4. Con muretti, travi o archi

BALDUINA: Cucina in stile  di MOB ARCHITECTS

Se ci piace comunque l’idea di mantenere un minimo di separazione fisica tra i vari spazi dell’ambiente living, potremmo optare per una via di mezzo. Se per esempio stiamo ristrutturando casa e siamo indecisi se mantenere o meno la parete divisoria tra la cucina e il soggiorno, potremmo abbatterne metà e creare così un muretto, molto meno ingombrante alla vista. Ovviamente questo tipo di intervento potrà essere eseguito solamente se il muro non è portante, anche se dovremo comunque segnalare la variazione in sede di dichiarazione di avvio lavori. Oppure, se la parete divisoria non esiste, potremmo realizzare un muretto in armadiatura, come vediamo in questa suggestiva proposta di MOB ARCHITECTS: in questo modo potremmo così prevedere anche pratici scaffali contenitori, utili come libreria o come dispensa.

Cucina in stile  di Markham Stagers
Markham Stagers

Kitchen | Cocina

Markham Stagers

Un’altra valida alternativa al muro intero può essere la costruzione di un arco o l’inserimento di una trave, come elemento separatore. In questa affascinante proposta, per esempio, il tramezzo in acciaio, proprio in corrispondenza del bancone della cucina, contribuisce a creare una netta suddivisione visiva tra i vari spazi.

6. Con due livelli differenti nello stesso ambiente

Infine, un trucco di grande effetto per suddividere gli spazi può essere anche l’utilizzo di dislivelli, per esempio potremmo sopraelevare di una cinquantina di centimetri rispetto al salotto la zona cucina o la sala da pranzo, come vediamo in questa raffinata proposta. Otterremo una soluzione di grande impatto visivo che potrà rivelarsi anche utile dal punto di vista pratico, perché potremmo utilizzare lo spazio sotto alla pedana come capiente ripostiglio.

5. Con pavimenti diversi

La pavimentazione può costituire un ottimo metodo per creare visivamente aree distinte, all’interno dello stesso ambiente, anche senza la presenza di pareti. Potremmo per esempio scegliere di rivestire la zona soggiorno con parquet e l’area cottura con piastrelle in ceramica, piuttosto che con mamo o cementine, come vediamo in questa moderna proposta. In questo modo, oltre a definire gli spazi, otterremo il vantaggio di poter avere in cucina un pavimento più facile da pulire e forse meno delicato.

Quale di queste idee per separare la cucina a vista ti ispira di più? Lasciaci il tuo commento!
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!