Personalizza la casa con il mix&match di stili

Sabrina Tassini – homify Sabrina Tassini – homify
Loading admin actions …

In un design attuale in cui il minimalismo prende il sopravvento, il nostro bisogno di contrasti di stile si fa sempre più accentuato. Sopportiamo e supportiamo i colori neutri e la semplicità, buttando tuttavia un occhio alle cromie e ai diversi effetti materici che ci continuano ad affascinare. Perchè allora non provare con il mix&match, tendenza peraltro molto utilizzata e consueta nel filone dell'arredamento eclettico? La mescolanza di stilemi e di trend contemporanei in tema di interior design può infatti dare un valore aggiunto significativo alla propria casa. 

L'authentic living si combinerà quindi allo shabby-chic introducendo colori pastello e tessuti dal sapore provenzale. E ancora, Lo stile scandinavo potrà essere inserito in contesti  rurali in cui le pareti effetto brick, il mattoncino a vista tanto caro al twist urbano, fanno da sfondo creando atmosfere cittadine e cosmopolite. La trasversalità degli elementi è quindi una chiave di volta su cui puntare per dare vita a luoghi intrisi di fascino, anche se si tratta di semplici stanze di un'abitazione. Facciamo ora una carrellata dei principali mix e linee guida su come creare un prezioso mix&match di design anche nel nostro piccolo. 

1. Nordico e moderno

Lo stile scandinavo è un grande must dell'età contemporanea in ambito design. La tendenza nordica è ormai presente nelle nostre vite e nei nostri luoghi, come fil rouge indomabile. Le linee pulite, i colori prettamente chiari e le forme new-age di arredi e complementi sono caratteristiche che difficilmente abbondoneremo in fretta, eppure il mix con elementi che non riguardano questo stile, può dar vita ad ambienti interessanti.

Perchè dunque non abbinare piastrelle e cementine stampate, al posto di lunghi listoni di legno da parquet? L'aggiunta di colori e fantasie, in questo caso non romperà lo schema predefinito dallo scandinavian style, bensì ne valorizzerà il perimetro, definendo scenari sempre diversi. Il living proposto da Drom Living ne è l'esempio concreto. Provare per credere.

2. Moderno dai tocchi vintage

Il moderno e il vintage vanno di pari passo. Si compenetrano e rendono unico lo stesso ambiente, proprio se abbinati. Il recupero del retrò nelle tendenze più attuali e applicato quindi a location dal gusto decisamente contemporaneo ci permette di giocare con infinite possibilità progettuali e stilistiche. 

Nell'atto del ristrutturare una vecchia dimora, ad esempio, potremmo tenere conto pareti e rivestimenti originali, in modo da godere della tipicità che l'antico chi lascia in eredità, seppur con un tocco di modernità in arredi e complementi. 

Che si tratti di pareti in pietra e mattoni ma anche pavimenti in marmi e graniti, una soluzione per rendere la commistione tra antico e moderno davvero valorizzata è proprio ripulire da cima a fondo le superfici e riportarle all'originaria bellezza con i dovuti trattamenti di lappatura e levigatura, mantenendo però l'aura passata su cui poter continuare ad arredare. Il punto forte della casa diventerà così proprio il mix di sapori.  

3. Shabby e naturale

Lo stile shabby ci rende tutti più romantici. Per gli appassionati del genere non ci sono segreti certo, tuttavia, sperimentare la combinazione con stilemi rubati all'authentic living saranno in grado di trasformare un'impeccabile casa provenzale in un angolo di relax eco-friendly da favola. 

Non limitiamoci quindi solamente ai set di mobili in legno laccato, anzi, giochiamo con il legno nella sua versione grezza e zeppa di venature interessanti e sincere, capaci di dare un senso di naturalezza all'ambiente. Aggiungiamo alle fantasie micro floreali su coperte, lenzuola e biancheria generica, anche dettagli in vetro trasparente, come vasi di diverse dimensioni in cui inserire piante e fiori, lampade a paralume in stoffa ma con basi ricavate da assi di legno riciclato e testate del letto della stessa fattezza used e re-used.

4. Rustico in chiave attuale

Udite udite, anche il rustico può dirsi attuale. Non solamente perchè apprezzato dai più, seppur in tempi moderni, bensì per le sue rivisitazioni contemporanee. Il legno e i mattoni sono fili conduttori importanti e intramontabili certo, ma soprattutto, sono oggetto di continui restyling, e ricostruzioni. Pensiamo alla pietra ricostruita, ormai diventata elemento chiave delle ambientazioni di nuova generazione, per non parlare del gres porcellanato effetto mattone, adattissimo per il rivestimento di pareti in appartamenti decisamente neonati. 

Ma anche la ceramica effetto legno, le vetroresine e la pietra acrilica. Tirando le somme, abbiamo una vasta rosa di esempi che attestano questo ritorno ai materiali rurali e impiegati principalmente nelle residenze di un tempo e dal gusto tradizionale. Ora possiamo tuttavia contare sulla praticità di superfici più resistenti e durature, grazie alle tecnologie avanzate di produzione. 

L'accostamento tra rustico e moderno si palesa poi nell'arredamento. Partendo da basi caratterizzate da legno e pietra, potremo comunque sbizzarrirci con elementi moderni e minimali, scandinavi o eclettici, per creando mix del tutto suggestivi, complice anche un sistema di illuminazione studiato ad hoc.

5. Industrial con tocchi di bianco

Anche lo stile industrial tiene ancora le redini delle tendenze, confermandosi assoluto protagonista del panorama progettuale attuale. Renderlo ancora più speciale utilizzando colori chiari, come il bianco, rubato al minimalismo, è appunto una soluzione interessante per mescolare due macro trend, trovando un equilibrio tutto personale e personalizzato. 

Anche appartamenti apparentemente spogli o troppo asettici possono quindi trovare nuova luce tramite il mix&match. In questo caso ad esempio, il bianco delle pareti e il cemento dei pavimenti sono solo la base per elementi d'arredo industrial che spiccano grazie alla neutralità delle superfici. Non mancano nemmeno pezzi vintage come il baule e la credenza, mentre nelle finiture vince l'accostamento, legno, ferro e cemento. L’illuminazione avviene poi tramite punti luce d'autore, veri e propri gioielli di light-design che completano la stanza.

6. Mix&Match eclettici e trendy

Soggiorno in stile in stile Eclettico di Honeybee Interiors
Honeybee Interiors

Queens Park House

Honeybee Interiors

Il mix&match puro si esplicita poi nell'arte vera e propria del mescolare elementi di più contesti differenti facendoli confluire nello stesso calderone stilistico. E qui sta il bello, o il rischio. Ebbene sì, perchè mixare poltrone minimali con lampadari rococò è più facile a dirsi che a farsi. Associare oggetti dal gusto visibilmente opposto può essere sicuramente interessante se correttamente effettuato, ma un fallimento su tutta la linea se troppo azzardato e forzato. Portare all'estremo non funziona in nessun caso; al contrario, provare possibili combinazioni che non si scostino troppo dal buon gusto universalmente riconosciuto si rivelerà prezioso e divertente. 

Attenzione quindi ai colori: mai mischiarne troppi in una stanza se il resto della casa si presenta pulita ed essenziale. Scegliete allora tre tonalità al massimo da declinare con estro su vari  arredi, da lampade a poltrone, da tavoli a mobili da cucina. Optate poi per contrasti non solo cromatici ma anche di stampa, preferendo l'optical e il geometrico, facilmente versatile, con l'accoppiata black&white, altrettanto semplice da abbinare. Se poi avete scelto piastrelle per la pavimentazione dal carattere forte e in contrasto con il rivestimento della parete, rimanete basici sull'interior design, e viceversa, se avete optato per un contorno neutro, sbizzarritevi con il mix&match nei complementi, per dare un tono estroso alle camere.

Quale mix&match preferite?
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!