Tutto in ordine: quando il decluttering fa bene allo spirito

Sabrina Tassini – homify Sabrina Tassini – homify
Loading admin actions …

Mai sentito parlare di decluttering? Il famigerato atto del riordinare cose materiali che riesce a calmare anche lo spirito, sta spopolando non solo tra amanti del feng shui e delle tecniche di rilassamento orientali, ma anche e appunto, nella quotidianità casalinga. La grande capacità insita nel riordinare secondo regole ben precise, è proprio la liberazione della mente, e non solo della casa, dal superfluo e dal non necessario. Gli ambienti in cui viviamo, sono così svincolati dalla confusione e l'azione stessa dello sbarazzarsi di ciò che non ci serve è catalizzatore primo di salute psicofisica. Come attuare allora questa piacevole mutazione negli spazi della nostra abitazione e quindi anche in noi stessi? Non sono indispensabili pulizie approfondite e maniacali, bensì sarà utile effettuare scelte, su ciò che ci serve e ciò che riempie inutilmente la metratura a disposizione. Anche rinnovare l'arredamento già presente può porsi come tramite verso una migliore vivibilità in casa e nella vita. Rinfrescare e cambiare secondo nuovi accorgimenti, gli ambienti della propria casa può rivelarsi infatti catartico e curativo. 

Non perdiamo tempo: chi ben comincia è a metà dell'opera!

Rinnovare il design delle stanze

Chi ha parlato di staticità? Una buona dose di ordine implica sicuramente che tutti gli elementi presenti in una determinata stanza siano opportunamente collocati, ma ciò non toglie che possano trovare periodicamente nuove disposizioni. Prendiamo ad esempio tappeti, lampade, mobiletti e poltrone. Senza venir meno alle regole del feng shui capaci di rendere migliore la qualità del nostro sonno e più in generale la qualità del nostro abitare, sarà possibile cambiare persino l'orientamento del letto in camera, o del divano in salotto, ma anche del tavolo da pranzo in sala e della scrivania nello studio. Rinfrescare le stanze in cui viviamo dando libero sfogo ad una ridisposizione degli addendi agevolerà anche la nostra predisposizione mentale al cambiamento e all'assertività. L'unico dettaglio chiave da tenere ben saldo sarà l'ordine.

Liberare… la mente

La prima vera stanza da liberare, è la mente. Si sa, in tempi moderni, il problema alla radice da contrastare è l'accumulo, e non solo materiale, bensì metaforico. Non è infatti segreto che la confusione che ci circonda abbia effetti sui nostri pensieri e modifichi anche la nostra condizione mentale: ricordiamoci che l'ordine e l'equilibrio tra le parti sono prima di tutto una forma mentis. A prescindere dal risultato estetico che si otterrà quindi dopo una bella rassettata, a giovare di questa attività sarà proprio la nostra personalità. Sbarazzarsi dal disordine, dentro e fuori, ci permetterà quindi di fare luce sulle priorità, riposizionando arredi e pensieri, abbandonando il Vecchio e aprendoci ad un più stimolante Nuovo. 

Addio al passato

Rinnovare la propria casa liberandosi da ciò che ci portiamo appresso da molto tempo è un altro passo importante nell'attività del decluttering. Soprattutto se abbiamo avuto a che fare con un trasloco o una ristrutturazione completa, cogliamo al volo questa opportunità per lasciarci letteralmente alle spalle tutti i mobili e gli arredi che non sono più di nostro gradimento, che ci ricordano situazioni passate o che semplicemente non rispondono più al meglio alle nostre esigenze. Ad ogni età della casa infatti corrisponde un arredamento idoneo, a seconda dei bisogni dei componenti della famiglia, della flessibilità che deve mantenere e non ultimo del gusto generazionale, che non sempre dipende da tendenze d'interior seguite a priori. Fare elenchi di cose che non servono più e riporli in scatoloni pronti per essere riutilizzati o donati, farà sentire meglio non solo le stanze, ma anche la nostra mente.

Nuovi colori sulle pareti

Nei colori, troviamo la forza della rigenerazione, del ristabilire equilibrio, del ridare un senso alle cose. I colori ci cullano e ci aiutano a trovare una dimensione, che lo possiamo percepire o no. Ad ogni tonalità corrisponde quindi una sensazione più o meno positiva, più o meno stimolante e proattiva, che ci conduce verso un senso globale, in questo specifico caso, della stanza che vogliamo far rivivere. Cambiare i colori delle pareti è infatti un passaggio banale ma estremamente efficace per dare un reale contributo al nostro momento di decluttering. Via libera ad una tonalità dominante da cui partire per abbinare piccole decorazioni, complementi d'arredo graziosi ma non invasivi. Un azzurro intenso che per antonomasia porta relax e quiete, come nell'esempio di Rosa Pure Home Store, può dare una sferzata energica alla sala, ridefinendo un intero perimetro, e donando alla metratura un carattere forte e sincero. 

Riciclare, riutilizzare o donare

Soggiorno in stile in stile Scandinavo di alba najera
alba najera

CG 3D DISEÑO DE UN INTERIOR

alba najera

Scomodiamo ora un altro termine attuale che definisce una pratica altrettanto attuale, lo swapping. Il baratto, così rinominato, di oggetti più o meno ingombranti e utili, è un'alternativa da tenere bene a mente quando si procede con il riordinare definitivamente le stanze. Indubbiamente ciascuno di noi conserva nella propria casa, oggetti, cimeli, mobili ed elementi d'arredo generici che negli anni hanno accumulato affezione, senza che tuttavia ricoprano più ruoli funzionali significativi. Se allora, liberarsi di tutto ciò che non ci serve più è uno step fondamentale del famigerato decluttering, farlo con metodi più soft e meno drastici del buttar via, allevierà il senso di nostalgia e di vuoto che potrebbe derivarne. Procediamo con scambi, o con il riutilizzare vecchi oggetti per creare nuove funzionalità, riciclando ogni singolo pezzo che non pare più appartenere alla nostra casa dopo inevitabili mutamenti di struttura o stile. S il gusto cambia, lasciamo che a cambiare siano anche i protagonisti dell'interior design. Aprire la porta al nuovo, sancirà un inizio 2.0 dai risvolti sorprendenti. 

Una casa nuova!

Benvenuto ordine, benvenuta vita nuova. Ripartire da zero in casa propria è reso possibile in questo modo proprio tramite un'operazione più o meno lunga di sistemazione degli elementi. Non sarà allora necessario ristrutturare da cima a fondo la casa per vederla brillare di nuova luce. Non privatevi della luminosità naturale degli spazi, veicolata da nuove tende leggere e dai colori chiari. Godete di una nuova disposizione dei mobili, e di nuovi complementi d'arredo che possano farvi ritrovare il piacere del rilassamento domestico. Ritagliatevi un piccolo corner adibito ad hoc per il relax, e fate dei vostri spazi, ora ordinati e rinnovati, la prima fonte di benessere, anche interiore. Non ultimo, ricordatevi di mantenere l'equilibrio così creato, e di non soccombere in seconde tranche di accumuli di oggetti inutili. Per agevolare la cura per le stanze, definite spazi ben precisi per ciascun oggetto che vi trova posto, ricordando sempre e comunque di rimetterlo dove stabilito. 

Cosa ne pensate del decluttering? Lasciate un commento
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!