Ti fa male la schiena? Forse dovresti cambiare qualcosa!

Alberti Laura Anna Maria Alberti Laura Anna Maria
Loading admin actions …

Al lavoro come a casa, molti di noi passano seduti la maggior parte del loro tempo. Alla lunga, la schiena ne risente e piccoli dolori compaiono lungo tutta la colonna vertebrale. In questo articolo troverete 6 semplici consigli per mantenere la schiena in buona salute. Sei tra arredi e complementi in cui è fondamentale mantenere una posizione corretta, da seduti come da sdraiati. Dal materasso alla sedia e la scrivania per l'ufficio, dal divano alla sala da pranzo, vi daremo suggerimenti sulle caratteristiche a cui prestare attenzione quando acquistate un nuovo letto, un nuovo tavolo o una nuova seduta per la vostra casa. 

Il materasso giusto

Tra i complementi giusti per mantenere la schiena in buona salute, un ruolo fondamentale lo gioca il materasso. Sono infatti molte le ore che, la notte, passiamo sdraiati, ed è fondamentale mantenere una postura corretta anche durante il sonno. Il materasso che fa bene alla schiena non deve essere né troppo rigido – pena fastidiosi dolori ai fianchi, alla nuca o alle spalle – ma neanche troppo morbido poiché, affossandosi nella zona inferiore, non permette alla colonna vertebrale di mantenere una posizione corretta. La perfezione sta quindi nel mezzo, in un materasso di media durezza. Ovviamente, chi soffre di cervicale o mal di schiena dovrà prestare ancor più attenzione alla scelta del materasso.

Il tavolo dall'altezza corretta

Medley - design Alessandro Busana - Bonaldo: Sala da pranzo in stile in stile Moderno di Alessandro Busana Designstudio
Alessandro Busana Designstudio

Medley – design Alessandro Busana – Bonaldo

Alessandro Busana Designstudio

Per mantenere la schiena in buona salute, è necessario che anche il tavolo per il pranzo abbia un'altezza corretta. L'altezza standard di un tavolo è di 70 – 75 centimetri: non scegliete un modello più basso, perché non tutti avrebbero la possibilità di piegare le gambe al di sotto in modo confortevole. Se invece il vostro tavolo da pranzo è più che altro una penisola/isola, e lo utilizzate anche per preparare cene e pranzi, allora la sua altezza dovrà essere di 90 centimetri. Nella foto, il modello Medley – con gambe in massello di noce -, disegnato da Alessandro Busana per Bonaldo. 

La giusta sedia per la sala da pranzo

JESSICA: Sala da pranzo in stile in stile Moderno di Reflex
Reflex

JESSICA

Reflex

Anche le sedie per la sala da pranzo devono soddisfare determinati requisiti, per permetterci di mantenere la schiena in buona salute. Scegliete modelli dallo schienale ergonomico, che sia sufficientemente alto da permetterci di appoggiare tutta la colonna vertebrale. Se passate molto tempo davanti al tavolo da pranzo, optate per modelli con i braccioli, così da posarvi i gomiti all'occorrenza. Nella foto, il modello Jessica di Reflex con schienale in metallo schiumato rivestito in pelle e gambe laccate. Trovate numerosi altri modelli di sedie per la sala da pranzo nell'articolo Tante sedie per la sala da pranzo

Il divano corretto

Per mantenere la schiena in buona salute, è importante che anche il divano abbia alcune caratteristiche. La sua seduta non deve essere più bassa di 40 – 45 centimetri, lo schienale deve avere una leggera inclinazione e la profondità non deve essere né troppo ridotta né troppo ampia. La schiena deve poter rimanere eretta, ma senza richiedere alla muscolatura uno sforzo eccessivo. Evitate i modelli dallo schienale molto inclinato o dalla seduta eccessivamente bassa e ricorrete a un cuscino appoggia-reni, che vi consenta di mantenere la giusta curva lombare. Ovviamente, è importantissimo anche l'utilizzo che si fa del divano: non passateci ore, e non stravaccatevi, o la vostra schiena ne risentirà!

La sedia da ufficio ergonomica

Un altro luogo in cui trascorriamo gran parte della nostra giornata è l'ufficio, o lo studio tra le mura domestiche. Ecco perché diventa fondamentale poter contare su una sedia ergonomica. Una sedia sbagliata può causare l'irrigidimento della schiena e l'infiammazione dei muscoli, tanto da rendere difficile la concentrazione. Scegliete un modello con lo schienale ergonomico, che impedisce di inarcare la schiena, con i braccioli e con le ruote. Oppure, ancora meglio, optate per una vera e propria seduta ergonomica posturale, una di quelle dotate di poggia-ginocchia: lavorare diventerà molto più semplice!

Il tavolo da lavoro regolabile

In tema di studio/ufficio, una grande importanza la riveste anche il tavolo su cui andiamo a lavorare. É importantissimo scegliere il modello corretto, così da mantenere la schiena in buona salute. Questo prodotto coreano, ad esempio, si compone di due diversi piani da inclinare a piacere (a mo' di tavolo da disegno). Si può anche scegliere di mantenere un ripiano fisso, così da utilizzarlo come piano da appoggio, e di inclinare quello più basso, su cui andremo a posizionare libri, blocco appunti, tablet, o qualsiasi supporto su cui stiamo operando. É buona cosa che un tavolo da lavoro abbia una manovella con cui regolare altezza e inclinazione, che sia privo di elementi sotto il piano (che costringerebbero le gambe in uno spazio ridotto) e che abbia un'ampiezza tale da potervi posizionare tutto quanto ci serve per lavorare. 

House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!