Paraschizzi in Cucina: Guida ai Materiali e Idee

Sabrina Tassini – homify Sabrina Tassini – homify
CASA MONVISO ARCHISPRITZ Cucina attrezzata Beige
Loading admin actions …

Uno degli elementi più importanti per garantire praticità ed estetica alla cucina è proprio il paraschizzi, ovvero il rivestimento destinato alla protezione del muro all'altezza di fornelli, piano di lavoro e acquaio. Un componente dell'angolo cottura essenziale, tanto dal punto di vista tecnico e funzionale quanto dal punto di vista estetico. 

Il paraschizzi, infatti, non solo assicura alla cucina pulizia e igienicità, ma risulta anche, se accuratamente scelto, un ottimo alleato per la resa estetica generale dell'ambiente. Con disegni a contrasto oppure coordinato al pavimento e alla muratura circostante, per colore e materiale, il rivestimento del paraschizzi appare dunque determinante su diversi fronti.

Proprio a questo proposito, sono svariate le proposte materiche adatte per il paraschizzi della cucina, sia che si tratti di un semplice pannello da applicare sia che si tratti di una vera e propria superficie da posare. In questo libro delle idee vi daremo dunque qualche informazione e spunto per poter scegliere e creare il paraschizzi da cucina più adatto al vostro caso!

1. Materiali per paraschizzi cucina: vetro colorato

Partiamo da una soluzione di rivestimento per il paraschizzi di una cucina contemporanea e minimalista: il vetro. Specialmente se colorati, retroverniciati o decorati, i pannelli in vetro temperato risultano un buon compromesso per un paraschizzi esteticamente moderno e pratico nella pulizia. 

Il tocco in più per un paraschizzi in vetro davvero sorprendente? L'illuminazione: dai faretti incassati nei mobiletti pensili sovrastanti ai profili led, l'illuminotecnica può garantire un risultato scenografico valorizzando in toto l'ambiente.

2. Materiali per paraschizzi cucina: piastrelle ceramiche

Una classica tipologia di paraschizzi per la cucina è quella che vede protagoniste le piastrelle ceramiche. Dalla più tradizionale monocottura alla più moderna bicottura, spesso in piccolo formato quadrato o esagonale, questo rivestimento garantisce protezione alla muratura retrostante per le sue proprietà di resistenza all'umidità e alle alte temperature, ma anche facilità di pulizia e una buona dose di stile grazie ai variopinti grafismi e pattern che ospita.  

Una soluzione da rivestimento dal fascino retrò sempre attuale che può donare carattere all'intera cucina, rendendone peraltro molto accogliente e vivace l'atmosfera.

3. Materiali per paraschizzi cucina: resina

Cucina rosso pomodoro, beige, grigio e grigio antracite con piano in granito Rachele Biancalani Studio Cucina moderna Granito Arancio
Rachele Biancalani Studio

Cucina rosso pomodoro, beige, grigio e grigio antracite con piano in granito

Rachele Biancalani Studio

Un altro materiale adatto al rivestimento del paraschizzi della cucina è proprio la resina, specialmente quella epossidica, diventata negli ultimi anni una soluzione particolarmente amata grazie alla sua resistenza all'usura, all'acqua, agli agenti chimici e alla comparsa di muffe, oltre che alla sua peculiare duttilità e alla sua poliedricità estetica. La resina offre infatti una soluzione di rivestimento continuo che, non prevedendo fughe e spazi d'interruzione, può garantire al contempo facilità di pulizia e una resa visiva lineare.

Indiscusso vantaggio delle resine è inoltre la possibilità di stenderle al di sopra di rivestimenti già esistenti, nel caso di un rifacimento del paraschizzi o di un completo rifacimento della cucina, abbattendo dunque i costi e i tempi sfavorevoli legati allo smantellamento delle piastrelle preeesistenti. 

4. Materiali per paraschizzi cucina: stucco lavabile

Cucina all'americana Facile Ristrutturare Cucina moderna
Facile Ristrutturare

Cucina all'americana

Facile Ristrutturare

Un'alternativa alla resina, per praticità e simile estetica, è lo stucco lavabile. In questo caso, scegliendo colore, finitura ed effetto, sarà possibile stendere il composto direttamente sulla muratura senza creare ulteriori spessori, ottenendo così un paraschizzi personalizzato a seconda dello specifico stile della cucina.

5. Materiali per paraschizzi cucina: corian o quarzo

Cucina casa privata Vicenza, 2014 studiograffe Cucina moderna Bianco
studiograffe

Cucina casa privata Vicenza, 2014

studiograffe

Seppur meno economico delle canoniche piastrelle ceramiche, il corian – possibile alternativa 2.0 al quarzo – è ampiamente utilizzato in cucina per rivestimenti continui di top e paraschizzi, specialmente indicati per zone cottura pratiche che tuttavia non rinunciano ad un look attuale ed elegante.

6. Materiali per paraschizzi cucina: gres porcellanato

Ultra performante dal punto di vista tecnico e ultra versatile dal punto di vista estetico, il gres porcellanato risulta perfetto per ottenere un paraschizzi moderno in cucina. La sua scarsa porosità non lo rende solo particolarmente durevole nel tempo e inalterabile, bensì gli conferisce anche una notevole resistenza verso agenti chimici e umidità. 

Ulteriore vantaggio del gres porcellanato è l'ampia gamma di finiture, formati ed effetti superficie disponibili sul mercato con cui poter rivestire il muro dietro fornelli e acquaio. Le lastre di nuova generazione, ad esempio, sempre più sottili ma di dimensioni sempre più grandi o spesso customizzabili su misura, sono in grado di ridurre il numero di fughe – e di conseguenza anche gli eventuali batteri annidati – dando così vita a paraschizzi omogenei, visivamente continui e compatti.

7. Materiali per paraschizzi cucina: gres effetto legno, pietra o marmo

Il gres si rivela particolarmente strategico per il paraschizzi della cucina anche laddove s'intenda coordinarlo con i restanti mobili della stanza. Complice la tecnologia di decorazione digitale sulla superficie, infatti, questo materiale può assumere numerose sembianze, ispirandosi, ad esempio, al legno, alla pietra naturale o al marmo in maniera del tutto fedele all'originale e consentendo così un'impeccabile integrazione nel sistema d'arredo. 

8. Idee d'applicazione: paraschizzi coordinato

La Cucina ARCHISPRITZ Cucina attrezzata Beige
ARCHISPRITZ

La Cucina

ARCHISPRITZ

Ma vediamo ora qualche idea per applicare al meglio il paraschizzi in cucina. Sceglierlo coordinato al pavimento, ad esempio, permette all'ambiente di risultare armonioso e coerente senza diventare ridondante. Ottimale in questo caso è la propensione per tonalità neutre e pattern delicati che possano caratterizzare la metratura evitando di soffocarla. Ad ogni modo, il match più adatto è da valutare in base all'arredamento scelto, sia dell'angolo cottura stesso che dell'area pranzo qualora presente.

9. Mosaici creativi

The light blue box studio wok Cucina moderna Legno
studio wok

The light blue box

studio wok

Impiegando le iconiche micro-tessere in vetro oppure optando per alcune varianti di piastrelle ceramiche, tagliate ad hoc o in blocchi più grandi, si potranno raggiungere effetti mosaico interessanti, dai più classici a riflessi brillanti e colorati ai più attuali tono su tono con finitura opaca. I mosaici creativi si confermano infatti un rivestimento particolarmente adatto per valorizzare il paraschizzi di ogni cucina con dinamicità. 

10. Effetto mattoncino a vista

VILLINO (PORTO ERCOLE - GR) Studio Guerra Sas Cucina in stile classico
Studio Guerra Sas

VILLINO (PORTO ERCOLE – GR)

Studio Guerra Sas

Da non sottovalutare nemmeno il divertente effetto brick, ossia il mattoncino a vista tanto caro ai contesti residenziali di stampo urbano e industriale. A piastrelle smaltate o satinate, in colorazione neutra o pop, coordinato con il pavimento o in mix&match, rappresenta un'idea di paraschizzi per la cucina più trendy. 

11. Cementine a contrasto per ravvivare l'interior

Per una cucina a prova di wow si può sperimentare anche il paraschizzi a contrasto con il resto della muratura, prevedendo piastrelle e altri materiali solamente in concomitanza con lo spazio dedicato a fornelli e acquaio. In questo modo sarà garantita la praticità di pulizia e la corretta protezione del muro retrostante ma non si vincolerà tutto l'ambiente ad un'unica tipologia di rivestimento.

12. A rivestimento discontinuo

Anche nella porzione stessa del paraschizzi è possibile valutare effetti discontinui, grazie ad una posa del materiale alternata e cadenzata a seconda del motivo e del risultato estetico che si desidera ottenere. Ecco come stupire con semplicità senza necessariamente ricorrere a costosi ed elaborati virtuosismi!

13. Un paraschizzi attrezzato

CUCINA BELTRADE CT home Cucina moderna Bianco
CT home

CUCINA BELTRADE

CT home

Un'idea ad alto tasso creativo da valutare è quella del paraschizzi attrezzato che possa ricreare la classica parete attrezzata del living e, perchè no, diventare un elemento iconico all'interno della cucina. Eccone un esempio in ferro grezzo, in gradevole contrasto con il top laccato bianco.

Diteci quale paraschizzi avete installato nella vostra cucina!

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!