Le 6 mosse per realizzare la cucina perfetta

Anna Francioni – homify Anna Francioni – homify
Google+
Loading admin actions …

La cucina è solitamente l’ambiente più intimo e accogliente della nostra casa. Ma per poterla vivere al meglio dobbiamo progettarla a misura delle nostre esigenze. Oltre a seguire le indicazioni di chi più esperto di noi, sarà infatti molto importante affidarci alla nostra esperienza personale. Solo così potremo realizzare la cucina davvero giusta per noi. Come quando si prepara una torta: la ricetta di base è fondamentale, ma poi è spesso proprio quel “quid” aggiunto da noi a fare la differenza, che rende unico il nostro dolce. Proviamo quindi a considerare questo Libro delle idee come un'appetitosa ricetta, con i consigli degli esperti e tutte le mosse per realizzare la cucina perfetta, senza però dimenticare che per trasformarla nella cucina dei nostri sogni, sarà necessario aggiungere l’ ingrediente segreto: la nostra passione!

1. Definiamo un budget

Il primo passo, quando si progetta una nuova cucina, è stabilire il budget. Non importa quanto alta sia la somma a nostra disposizione, ma come intendiamo impiegarla. Anche quando si prepara una pietanza da gourmet, d’altra parte, non è tanto importante la quantità quanto il gusto e la presentazione. Questo per spiegare che potremmo avere una cucina d’effetto come la proposta che vediamo in questo esempio anche con un budget limitato: l’importante sarà puntare sulla semplicità e decidere già dall’inizio quale parte della somma destinare ai mobili, quale agli elettrodomestici e quale altra per i complementi.

2. Incominciamo a progettare

Sembrerà difficile a credersi ma diverse ricerche scientifiche hanno dimostrato che la presentazione dei piatti può influenzare sulla percezione del gusto. Perché la vista è uno dei sensi che forse più interagisce con la nostra sfera emotiva. Per questa ragione quindi, l’aspetto e la disposizione della nostra cucina potranno influire sul nostro modo di vivere questo ambiente, ma anche sulle nostre emozioni. Prima di scegliere il progetto definitivo, il consiglio è quindi di provare a pensare a eventuali soluzioni alternative, realizzando magari qualche schizzo, sulla posizione dei diversi mobili e di complementi. Per esempio, se la cucina ha dimensioni ridotte, meglio optare per una disposizione a U, per poter utilizzare lo spazio centrale. Mentre se invece abbiamo più spazio, potremmo scegliere strutture a C o L, magari con isola, come vediamo in questa proposta di CALÌARCHITETTI.

3. Scegliamo il colore più adatto

I colori hanno il grande potere di alimentare le nostre emozioni e addirittura di provocare dei veri e propri cambi di umore, soprattutto in cucina, che è solitamente l’ambiente della casa più vissuto. Per questo è importante scegliere con attenzione le tonalità. I colori caldi, per esempio, posso stimolare di più la fame rispetto ad altri. Per creare un’atmosfera rilassante, potremmo scegliere una base di tonalità neutre e poi utilizzare le tinte vivaci come tocco finale. E se cerchiamo una soluzione elegante, perfetto il marrone, come vediamo in questa raffinata proposta.

4. Ottimizziamo lo spazio

Cucina in stile in stile Moderno di Hardvendel Design
Hardvendel Design

​Hardvendel Design

Hardvendel Design

Ordine in cucina non significa assenza di caos ma semplicemente organizzazione, per poter avere tutto a portata di mano. E proprio per questa ragione la cucina perfetta dovrà essere fornita di un sistema di mobili e scaffali che ci permetta di organizzare e ottimizzare lo spazio.  Per esempio, potremmo prendere spunto da questa proposta e sfruttare un angolo non utilizzato della parete per ricavare un pratico pannello porta bottiglie.

E se le dimensioni dell’ambiente lo consentono, la soluzione ideale sarà poter disporre di un mobile specifico per la dispensa e di una grande madia per riporre  i piatti.

Inoltre, potremmo leggere anche “Organizza la cucina” per trovare tanti altri pratici spunti.

5. Non trascuriamo piano di lavoro, cappa e camino

Potrebbero non sembrare più importanti, solo piccoli dettagli, ma in realtà il piano di lavoro, la cappa e, se presente, il camino, sono gli elementi che definiscono la nostra cucina. Per esempio, in una cucina in stile rustico potremmo realizzare questi elementi in muratura, rivestendoli in marmo o con mattonelle in ceramica. Per il piamo di lavoro, in particolare, facciamo attenzione a scegliere materiali lavabili,  facili da tenere puliti e resistenti al calore e all’umidità, evitando perciò il legno.

6. Il tocco finale!

In una cucina i complementi, le decorazioni e le stoviglie sono importanti quanto il progetto. La cucina è infatti l’ambiente della casa che forse più esprime il nostro modo di essere e per questo è importante aggiungere un tocco personale, che parli di noi, dei nostri gusti, del nostro stile. Proprio come quando, preparando una pietanza, si aggiunge un ingrediente non indicato nella ricetta, per dare un gusto particolare al piatto. Perciò, se desideriamo una cucina davvero unica, dovremo curare anche i minimi dettagli, come per esempio i piatti, le tende, i contenitori esposti sulle mensole, le decorazioni alle pareti o addirittura anche le maniglie dei mobiletti: è in questi particolari che potremo sbizzarrirci ed esprimere tutta la nostra creatività!

Quali caratteristiche deve avere secondo te la cucina perfetta? Lasciaci il tuo commento!
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!