in stile  di press profile homify

Piante da Interno che Resistono Senza Luce Naturale

CHIARA PISELLI – homify CHIARA PISELLI – homify
Google+
Loading admin actions …

Se siete dei tipi distratti, non riuscite a prendervi cura di nulla che non riguardi voi stessi o, semplicemente, non avete abbastanza tempo da dedicare al vostro pollice verde, allora niente paura. Non dovete per forza rinunciare al verde in casa per queste ragioni. Esistono infatti delle pianti da interni che non hanno bisogno di molte attenzioni, di essere innaffiate con alta frequenza o di essere esposte continuamente alla luce del sole. In questo articolo, vediamo quali sono le piante da appartamento che hanno bisogno di cure minime per sopravvivere comunque in modo che possiate godere del verde in casa anche se non siete bravi a mantenerlo. 

1. Edera Helix

L'edera è una delle piante sempre verdi che resiste molto bene all'ombra e predilige i terreni umidi.  Curare l'edera, dunque, non è molto difficile. Inoltre, si tratta di una pianta rampicante che cresce bene sia in giardino, sia in vaso in casa e sul balcone. Questo significa che si adatta molto facilmente a ogni  condizione, ed è così resistente da riuscire a sopravvivere anche in inverno. Potete posizionarla dove preferite fuori o dentro casa, all'ombra o al sole. Si tratta di una pianta che cresce bene sia se viene esposta alla luce sia se viene posizionata in un luogo d'ombra. Sarebbe però preferibile che la temperatura dove vive la pianta non scenda mai al di sotto dei 5° e non superi mai i 20°.

2. Ficus benjamina

Complessi per uffici in stile  di euflora Begrünungskonzepte
euflora Begrünungskonzepte

Ficus microcarpa im Edelstahlgefäß. Exclusive Pflanzen und Gefäße.

euflora Begrünungskonzepte

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a una delle piante ornamentali più diffuse negli interni e sui balconi delle nostre case. Si tratta di una pianta alta e dalle foglie di un verde intenso che valorizza gli spazi senza invaderli troppo.  Esistono moltissime varietà di ficus che si adattano benissimo al clima dell'appartamento ma il Benjamina è il più diffuso. A differenza dell'edera – che è facilissima da coltivare  perché non richiede praticamente cure – il ficus ha bisogno di qualche accortezza. 

Ad esempio, la pianta richiede un pochino di esposizione alla luce solare e dunque sarebbe preferibile sistemarla in prossimità di una finestra. Inoltre, il ficus predilige il clima caldo dunque sarebbe bene che vi fosse una temperatura pari o superiore ai 20°. Non esagerate però con la luce perché le ore più calde della giornata potrebbero essere nocive per l'aspetto delle foglie. Se decidete di posizionarla in balcone sappiate che non teme la pioggia. Per quanto riguarda il terreno è preferibile che sia ben irrigato. 

3. Chamaedorea

Bagno con utilizzo di piante stabilizzate e verde verticale.: Bagno in stile in stile Eclettico di Dotto Francesco consulting Green
Dotto Francesco consulting Green

Bagno con utilizzo di piante stabilizzate e verde verticale.

Dotto Francesco consulting Green

Anche questa  è tra le piante da appartamento più diffuse in assoluto perché molto resistenti. Si tratta di una specie che può superare il metro di altezza e che può vivere anche in zone ombrose,  dunque potete posizionarla anche in una stanza che non riceve molta luce. In questo caso crescerà più lentamente ma si tratta di una condizione preferibile all'esposizione diretta alla luce del sole che invece è nociva per le sue foglie. 

Per quanto riguarda l'acqua, non ha molto bisogno di essere annaffiata di frequente, perché tollera sufficientemente l'asciutto. Sarà sufficiente annaffiarla un paio di volte a settimana in estate e solo una volta di inverno. Di tanto in tanto sarebbe bene spruzzare sulle foglie dell'acqua tiepida.  Per quanto concerne la temperatura dell'ambiente, in estate sarebbe meglio conservarla in un luogo fresco mentre in inverno la pianta tollera filo ai 15°.

4. Sansevieria

Si tratta di una pianta che ha la grande qualità di purificare l'aria migliorando dunque le condizioni dell'ambiente in cui viene sistemata. È molto versatile per quanto riguarda l'esposizione perché cresce bene sia con poca luce, sia in condizioni di alta luminosità. L'unica cosa a cui bisogna stare attenti e che la sansevieria non ama particolarmente l'umidità e quindi deve essere innaffiata con molta moderazione.  A parte questo, si tratta di piante con una grande capacità di adattamento e quindi sono classificabili come facilmente coltivabili.  Tra le altre accortezze che dovete avere, c'è quella di rinvasare la pianta quando diventa troppo grande per il suo vaso. Se viene curata correttamente, nella stagione estiva la sansevieria potrebbe donarvi la sorpresa di piccoli fiori bianchi molto profumati. 

5. Aspidistra

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a una pianta la cui peculiarità è quella di sopravvivere là dove altre piante potrebbero non riuscirci a causa della scarsa umidità del terreno e luminosità degli ambienti. Siamo dunque di fronte a un altro di quei casi per cui anche se trascurate o dimenticate per qualche tempo la vostra pianta questa non vi abbandonerà, essendo in grado di sopravvivere a incurie simili. L'aspidistra cresce bene a temperature modeste che si aggirano intorno ai 10° ma può tollerare anche valori più bassi. Dunque, si tratta di una pianta che non apprezza le alte temperature dei nostri appartamenti ma è più adatta per angoli freschi come i sottoscala, il balcone, la veranda. 

Ama la luce ma non quella del sole diretto. Anche l'ombra viene ben tollerata, anche se in questo caso la crescita della pianta e più lenta. L'unica cosa a cui bisogna prestare attenzione è il fatto che si tratta di una pianta che non ama le correnti di aria e il fumo. Inoltre, durante la primavera, sarebbe bene abbondare con le annaffiature che poi potete diminuire durante il periodo dell'autunno e dell'inverno. Infine, sarebbe bene che nei periodi più caldi le foglie venissero spruzzate di frequente con dell'acqua in modo da conservarle fresche

6. Zamia

Si tratta di piante adatte ai climi caldi ma che sopravvivono piuttosto bene alle diverse situazioni climatiche e dunque sono adatte a essere coltivate nei nostri appartamenti. Sopportano allo stesso modo le condizioni di luminosità che quelle più ombrose anche se la loro posizione ottimale sarebbe di esposizione alla luce, ma non al sole diretto. Per quanto riguarda l'annaffiatura, sarebbe preferibile che la zamia ricevesse molta acqua durante la primavera e molta meno durante gli altri periodi: il tanto che basta a impedire al terreno di asciugarsi. Infine, sarebbe bene pulire le foglie periodicamente con del cotone umido.

In questo articolo troverete tutti i segreti per valorizzare gli ambienti con le piante da interno e i benefici che potete trarne per quanto concerne la purificazione dell'aria, gli spazi salubri e la vostra salute. 

Vi è stato utile questo elenco di piante che riescono a sopravvivere a qualunque condizione? Lasciate un commento! 
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!