Come scegliere le piastrelle perfette per il bagno

Sabrina Tassini – homify Sabrina Tassini – homify
Loading admin actions …

In bagno, è anche questione di piastrelle. Scegliere quelle giuste può sembrare una banalità ma non è del tutto vero. A ogni ambiente dovranno essere assegnate le piastrelle giuste, del materiale più consono e tenendo a mente tutte le loro caratteristiche, tra cui resistenza, scivolosità e facilità di pulizia, ma anche colore e fantasia. Sono tutte variabili da considerare prima della posa definitiva delle piastrelle scelte, sia che si tratti di una progettazione ex novo in una casa di recente costruzione, sia che intendiate ristrutturare il bagno già esistente e rinnovarlo da cima a fondo. 

La complessità della materia a volte non ci lascia scampo, eppure muoversi con cura nella decisione valutando bene sia le nostre necessità che le qualità di ogni piastrella, può farci ottenere un risultato davvero sorprendente e funzionale. Anche l'estetica in questo senso vuole la sua parte. Come ormai consueto nell'attuale interior design, il bagno non è più una stanza di servizio in cui poter trascurare il fattore visivo, bensì ha raggiunto un'importanza sempre più crescente diventando oggetto di restyling e nuovi virtuosismi di tendenza. Anche il materiale da pavimento e rivestimento dunque, è stato coinvolto e reinventato gradualmente, tanto da comporre ora una vasta gamma di possibilità d'arredo.

I colori contano…

… eccome! Le tonalità riescono in svariati modi a modificare almeno apparentemente le caratteristiche dell'ambiente. Ecco perchè scegliere quella giusta è un compito arduo e non solo divertente, anche per quanto riguarda le piastrelle del bagno. Indubbiamente l'attuale direzione dell'interior design tende a prediligere gli effetti neutri, le palette sobrie ed evergreen dei bianchi, grigi ghiaccio e legni, ma lascia uno spiraglio anche ai pattern estrosi, se presi a piccole dosi e senza mix&match troppo forzati. Assodato questo, seguite anche il vostro gusto personale e sfogate liberamente la creatività, puntando anche su piastrelle stampate e decorate sapientemente dosate. Anche i risultati ottenuti, da questo punto di vista, sono differenti. Ricordatevi di optare per pareti dai colori chiari, a prescindere dalle tendenze, se la stanza da bagno non è troppo ampia, mentre sbizzarritevi con colori più scuri, illuminati a dovere, nel caso in cui disponeste di metrature generose. 

Il tipo di piastrella

Bagno in stile in stile Moderno di Ceramika Paradyż
Ceramika Paradyż

Kolekcja Tigua

Ceramika Paradyż

Con i tanti materiali in commercio, si rischia di essere subissati di alternative e di dover scegliere tra una gamma spietatamente vasta di soluzioni, cadendo in svariate trappole. Quali piastrelle potranno dunque essere le migliori alleate per il vostro bagno? Ceramica e gres porcellanato sono le soluzioni più consolidate e comuni, oggetto di variazioni sul tema da parte di produttori e studi di design, e disponibili in diversi formati e lavorazioni. Gli spessori ultra sottili e le dimensioni oversize delle lastre di questa tipologia possono indubbiamente essere molto comode nel caso si intendesse posarle su un vecchio pavimento o rivestimento senza smantellarlo. Segue la pietra naturale e acrilica, di grande tendenza e declinata in molteplici varianti, e i listoni di legno trattato, primo fra tutti il teak, resistente all'umidità e al bagnato, adatto ad ambienti in stile rustico o country-chic. In alternativa al vero legno, si può optare per l'effetto legno su ceramica, decorato e stampato con tecniche digitali.

Resistenza

Un sogno mediterraneo: Bagno in stile in stile classico di RedLab Digitalarts
RedLab Digitalarts

Un sogno mediterraneo

RedLab Digitalarts

La resistenza delle piastrelle, che si tratti di ceramica e gres porcellanato, pietra naturale o listoni di legno, è un fattore altamente importante, proprio per l'ambiente in cui andranno inserite. Il bagno è il luogo in cui umidità, bagnato e calpestio si mescolano diventando acerrimi nemici di pavimenti e rivestimenti. Per una migliore manutenzione e facilità di pulizia, bisognerà quindi optare per piastrelle resistenti anche ai solventi chimici dei prodotti per l'home care. Particolari trattamenti impermeabilizzanti applicati alla piastrella stessa possono garantire più durevolezza del materiale nel tempo. Attenzione massima anche all'eventualità di graffio o danneggiamento. Proprio per questi rischi, è necessario optare per piastrelle dalle alte prestazioni e dalla durezza normata. Assicuratevi che la qualità delle piastrelle sia alta e verificate tutti i parametri tramite i valori riconosciuti, da 1 a 5 riguardo alla resistenza a usura e abrasione, alle macchie da 1 a 3, e al carico da 20 a 50.

Scivolosità

bagno ospiti: Bagno in stile in stile Minimalista di stefania eugeni
stefania eugeni

bagno ospiti

stefania eugeni

In bagno, si sa, il rischio di scivolare sul pavimento è sempre in agguato, soprattutto dopo una doccia o un bagno rilassante. Per evitare l'inconveniente, o meglio, ridurre al minimo la possibilità che si verifichi, bisognerà tenere d'occhio i cosiddetti coefficienti di scivolosità, indicati con il valore R seguito dai numeri in ordine crescente. Dato che la classificazione dei prodotti avviene secondo occasioni d'uso, in ambito residenziale e interno, è consigliabile propendere per piastrelle definite con il valore R9. Dal canto suo, la porosità del materiale conta eccome. Non lasciatevi ingannare dall'estetica, controllate più volte che la piastrella che avete adocchiato e che vorreste posare come pavimento del vostro bagno sia davvero consona all'ambiente.

Quali dimensioni?

Varie le dimensioni come varie sono le piastrelle, anche a seconda degli utilizzi. I tipi di piastrella che possono essere dispiegati nel bagno sono numerosi, tuttavia potremmo raggrupparli in tre macro categorie: quelli da rivestimento della parete seguiti dai modelli per la pavimentazione e non ultimo quelli per rivestire lo spazio doccia. La grandezza cambierà quindi in base alla posizione. Optate per set coordinati, anche di diverse larghezze, ma dello stesso materiale, come ceramica e gres, e dalle stesse finiture. I completi continuativi daranno un senso di omogeneità al bagno scacciando però la banalità. Gradevole per il box doccia risultano ad esempio le piastrelle a mosaico, tornate in voga per il loro stile, che potranno essere accompagnate da un pavimento dello stesso colore e lavorazione ma in lastre di grande formato. Scegliete invece quelle per la parete a contrasto cromatico e di formato medio ma della stessa gamma, così da variare nella colorazione pur mantenendo coerenza interna.

I dettagli che fanno la differenza

Ambiente Bagno (C) - panoramica: Bagno in stile in stile Scandinavo di Nova Cucina
Nova Cucina

Ambiente Bagno (C) – panoramica

Nova Cucina

Ma veniamo ora alla parte creativa. Scegliere le giuste piastrelle per il proprio bagno non significa fermarsi al mero pavimento e rivestimento ma decidere la connotazione e il carattere dell'intero ambiente. Proprio per la quantità di spazio che occupano, le piastrelle si trovano quindi a caratterizzare la stanza con i loro colori e forme, fantasie e matericità. I dettagli per completare il bagno, dovranno partire proprio da qui, ovvero, dalle tonalità e dalle venature del materiale scelto. Il risultato sarà decisamente da manuale: l'armonia ottenuta garantirà relax e cullerà i momenti di intimità. Vasi, lampadari e lampade, piantine e biancheria coordinata, non sono particolari da accantonare, proprio come la rubinetteria e le finiture. Tutto troverà un suo posto se perfettamente combinato alle piastrelle opzionate. 

Diteci la vostra con un commento.
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!