Ecco come vi libererete della muffa nel bagno una volta per tutte !

Claudio Limina Claudio Limina
Loading admin actions …

Un problema che spesso insorge nelle case è la muffa. La causa principale della sua presenza è l'umidità, e quindi gli ambienti più colpiti all'interno della casa sono la cucina e sopratutto il bagno in cui l'accumulo di  vapore acqueo rende l'ambiente umido facilitando il proliferarsi di muffe sulle pareti e anche sulle piastrelle. Per evitare questo inconveniente bisogna garantire prima di tutto una buona e corretta areazione della stanza, in modo che l'aria sia sempre fresca, pulita e rinnovata. Cambiare l'aria assicura un ambiente più sano e salubre. Inoltre è possibile utilizzare degli appositi detergenti e prodotti, anche naturali, che facilitano una pulizia accurata e un'igiene più profonda ed efficace dell'ambiente. La muffa può presentarsi sia in abitazioni di recente costruzione, sia in quelle più vecchie; influisce anche l'ubicazione della casa e la sua esposizione. Quindi è bene non sottovalutare i primi segnali ed agire immediatamente per trattare ed eliminare tracce di muffa e umidità dalle pareti della casa. Di seguito alcuni consigli utili per rimuovere la muffa dal bagno.

Rimuovere la muffa dal lavandino

Il lavandino, come gli altri sanitari presenti in bagno, è utilizzato quotidianamente con una frequenza abbastanza elevata. E' bene, dopo averlo utilizzato, assicurarsi che non ci siano schizzi d'acqua sul bordo o in prossimità dei rubinetti, né residui di dentifricio o di sporcizia; questo potrebbe provocare il proliferare di germi e batteri. Per assicurare una pulizia adeguata, e sopratutto per rimuovere tracce di muffa, è bene usare panni e stracci da gettare dopo l'uso senza che vengano utilizzati per le pulizie successive; in questo modo si evita il diffondersi di germi e funghi. In commercio si trovano diversi prodotti specifici efficaci nel trattamento delle muffe, come ammoniaca e candeggina; ma se si preferiscono utilizzare prodotti naturali e atossici si può optare per l'acqua ossigenata o per l'estratto di semi di pompelmo. Queste soluzioni, diluite in acqua e spruzzate sulla zona ammuffita, garantiscono un'igiene profonda e una pulizia accurata, uccidendo la muffa e impedendo la crescita di nuove spore.

Conoscere le cause più comuni

La causa principale della muffa è l'umidità. All'interno del bagno è riconoscibile a seconda delle sue dimensioni e si presenta sotto forma di macchie di media grandezza o molto grandi, facilmente visibili e riconoscibili grazie al loro aspetto sgradevole ed il colore biancastro, nero-verdastro. Nel caso di muffe di piccole dimensioni o appena formate, è possibile invece riconoscerne la presenza attraverso l'olfatto, dato che le zone ammuffite emanano un inconfondibile odore sgradevole e pungente. In generale, i punti del bagno in cui l'umidità si accumula più facilmente e dove quindi è più probabile che si formino funghi, sono quelli intorno alla doccia, al wc, alle tubature e sulle superfici che si bagnano con più facilità, come piastrelle, pareti, pavimento e soffitto.

Rimuovere la muffa dalla vasca e dalla doccia

La pulizia della  doccia è un'operazione essenziale nella prevenzione della muffa. Nei fori di uscita dell'acqua infatti possono formarsi dei funghi se non viene effettuata con costanza una pulizia accurata e precisa. Inoltre è molto utile far uscire un po' di acqua fredda dalla doccia prima di aprire quella calda, all'inizio di ogni utilizzo. Questo permetterà di ridurre un eccessivo accumulo di vapore acqueo nell'ambiente. Un modo più semplice e meno faticoso per eliminare l'eventuale umidità diffusa nell'ambiente, è quello di installare una ventola di scarico, che si accende automaticamente ogni qualvolta viene fatta la doccia, oppure l'utilizzo di un aspiratore con presa d'aria esterna.

Rimuovere la muffa dalle piastrelle

La muffa va eliminata con attenzione, avendo cura di non trascurare nemmeno un angolo. È infatti proprio negli angoli e nei vari interstizi che i funghi si annidano più spesso e diventano più difficili da eliminare. Per le piastrelle è bene dotarsi di uno spazzolino per togliere ogni traccia di muffa, specialmente nelle fessure tra una mattonella e l'altra. Per rimuovere la muffa è possibile utilizzare prodotti specifici, ma anche i comuni e tradizionali detergenti per la casa diluiti nell'acqua, purché non troppo aggressivi, che hanno un effetto efficace sulla rimozione della muffa.

Adottare i giusti rimedi

B&B a Borgo Vittorio: Bagno in stile in stile Moderno di o/m architetti
o/m architetti

B&B a Borgo Vittorio

o/m architetti

Per combattere l'insorgere della muffa è possibile utilizzare dei rimedi naturali. Infatti un'ottima soluzione è l'utilizzo di acqua e bicarbonato da strofinare con una spugna direttamente sulla muffa in modo che la assorba. In caso di macchie più ostinate è possibile utilizzare anche il succo di limone. Altri rimedi naturali completamente atossici ed efficaci sono l’aceto di vino e il tea tree oil. Per utilizzarli, basta diluirne una parte in acqua e usare uno spruzzino o un panno imbevuto del detersivo naturale. In questo modo si riuscirà ad eliminare le muffe presenti e a igienizzare i sanitari del bagno in modo da allontanare il proliferare di funghi e l'insorgente continuo di muffe.

Giocare d'anticipo

Bisogna accertarsi che nel bagno non siano presenti perdite. La fuoriuscita di acqua dai tubi favorisce infatti la formazione ed il proliferare della muffa. Il controllo deve essere ovviamente minuzioso e può avvenire durante le abituali operazioni di pulizia. E' necessario pulire tutte le superfici, siano esse rigide, come pavimenti, piastrelle e pareti, siano esse morbide, come la tenda della doccia. Inoltre la prevenzione della muffa va fatta anche durante il quotidiano utilizzo della sala da bagno. Infatti limitare lo spargimento di acqua sui pavimenti e sulle pareti durante la doccia, asciugare accuratamente gli schizzi, asciugare i teli da bagno all'aria aperta e riporli in bagno solo se asciutti sono dei semplici accorgimenti che aiuteranno a mantenere l'ambiente meno umido e quindi meno attaccabile da funghi e muffe.

Cosa ne pensate a riguardo? Lasciate un commento!
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!