Un Prima e Dopo Da Non Credere (Napoli)

Agnese D’Alfonso – homify Agnese D’Alfonso – homify
La Casa_Complessa antoniodimaro + Partners Soggiorno moderno Bianco
Loading admin actions …

La trasformazione di questa casa al Vomero è incredibile, interi decenni spazzati via in un attimo, grazie al lavoro dello studio ANTONIODIMARO&PARTNERS. La committenza aveva tra le sue priorità quella di poter usufruire di spazi ben separati, in cui non soltanto fosse chiara la distinzione tra zona giorno e zona notte, ma fossero anche adeguatamente valorizzate le funzioni del singolo ambiente. Questa scelta, senz'altro a favore della qualità abitativa, è controcorrente rispetto alle attuali tendenze, che vedono una diffusione sempre maggiore di zone giorno open spacecucine fuse con la sala da pranzo e il soggiorno, o loft. Ad ogni modo non sarebbe corretto pensare che si tratti di uno schema distributivo rigido e antiquato, al contrario: gli spazi sono stati studiati in modo modulare, così da poter essere adeguati alle esigenze future, senza dover stravolgere l'impianto murario. Insomma, un lavoro che coniuga flessibilità e chiarezza distributiva! 

L'ingresso/soggiorno – prima

Ecco un primo sguardo alla casa prima dei lavori. Di certo lo scenario non era molto incoraggiante: un pavimento vecchio, nessun dettaglio che desse personalità, un interno spoglio e squallido.

Il soggiorno/soggiorno – dopo

Il soggiorno finalmente ha tutte le carte in regola: un arredo sofisticato, le luci giuste, materiali scelti in modo da creare l'atmosfera perfetta. A terra c'è uno splendido parquet a spina di pesce che rende lo spazio molto caldo, dà la sensazione di essere a casa, che è proprio quello che ci si aspetta da un soggiorno.

La zona giorno – prima

La zona giorno, più in particolare l'ambiente che accoglieva soggiorno e sala da pranzo, mancava decisamente di carattere. Certamente i materiali non erano di grande aiuto, ma anche gli arredi erano superati e senza stile! Per non parlare della totale mancanza di complementi di arredo, come le tende o i tappeti, che avrebbero dato almeno un po' di calore.

La zona giorno – dopo

Dall'altra parte del vetro c'è la cucina. Non si può dire che i vari ambienti non siano connessi tra loro, ma ognuno è nettamente separato dall'altro. Avete notato il mobile su cui poggia la tv? È davvero particolare, sono questi gli elementi che fanno la differenza tra uno spazio qualsiasi e un soggiorno ricco di personalità!

La cucina – prima

Che dire della cucina: semplicemente da rifare!

La cucina – dopo

In cucina regnano le geometrie, le linee sono nette e il design essenziale. È lo spazio ideale per i creativi ai fornelli, la zona di lavoro è molto ben organizzata ed è spaziosa. I pensili senza maniglie rafforzano ulteriormente quella sensazione di pulizia estrema, risultando molto eleganti. Le piastrelle del paraschizzi danno movimento e quel tocco in più che non guasta in una cucina così essenziale e lineare.

Il corridoio – prima

Il corridoio, in totale coerenza con l'ingresso, era caratterizzato da un pavimento triste e da spoglie pareti bianche.

Il corridoio – dopo

Il bagno – prima

Tristi piastrelle sbiadite in bagno.

Il bagno – dopo

I bagni hanno assunto un look finalmente moderno. I colori sono neutri, non ci sono elementi azzardati, ma comunque non manca un tocco di originalità, basti guardare le piastrelle, che formano una texture continua a righe.

La camera da letto – prima

Camera Da Letto Com'era Prima antoniodimaro + Partners
antoniodimaro + Partners

Camera Da Letto Com'era Prima

antoniodimaro + Partners

La camera matrimoniale – dopo

Il tema del controsoffitto torna anche in camera da letto, dove l'elemento principale – il letto, appunto – è valorizzato dal rilassamento centrale. Ottima l'idea di sostituire le classiche luci laterali con due faretti.

I controsoffittI

Con la ristrutturazione, tutto ha assunto un altro aspetto! Non ci sono parole per questo controsoffitto, è davvero scenografico! Da questa immagine emerge un altro aspetto fondamentale del progetto: l'accurato studio delle luci. Non soltanto la luce naturale è stata valorizzata al massimo, ma quelle artificiali sono state progettate in modo da ottenere un risultato perfetto. Qui vediamo dei faretti posti nel ribassamento e delle luci a led collocate nella gola, in modo da creare una luce diffusa.

Siete rimasti sbalorditi?

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!