Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Come creare un orto nel tuo giardino

Claudio Limina Claudio Limina
Loading admin actions …

Avere a disposizione una casa con uno spazio verde esterno è un gran vantaggio. Il giardino, piccolo o grande che sia, rappresenta un valore aggiunto che arricchisce la casa e migliora la qualità della vita. E' uno spazio in cui poter passare dei momenti di piacevole relax in solitudine o in compagnia.Inoltre è possibile anche, in una parte del giardino, pensare di creare un orto, un pezzo di terreno da dedicare alla coltivazione di ortaggi e verdure. Chiunque può cimentarsi e mettersi alla prova, basta tenersi aggiornato sui periodi giusti dell'anno per piantare i semi e concimare le piante. Bisogna avere cura e pazienza e si otteneranno dei buoni risultati. Di seguito alcuni suggerimenti per creare un orto in giardino.

1. Preparare il terreno

Bisogna capire e valutare lo spazio che si avrà a disposizione per realizzare l'orto. Definire la porzione di terreno in cui verranno coltivati ortaggi è verdure è un passaggio importante che influenzerà la resa e il risultato finale.Un altro elemento molto importante è la posizione in cui nascerà l’orto. Sarà infatti necessario scegliere un'area ben esposta al sole in primavera ed estate e al riparo dalle intemperie in autunno e inverno. In questo modo l'orto potrà essere sempre produttivo anche se va considerato normale che durante i mesi freddi la produzione sarà più ridotta e limitata mentre durante i periodi caldi e miti più ricca e variegata.

2. Organizzare lo spazio

Se si vuole creare un orto bisogna organizzare lo spazio a disposizione. Per definirlo meglio e per delimitarlo, sopratutto se in famiglia ci sono bambini e animali domestici, è bene pensare a una recinzione. Per realizzarla bastano dei paletti di ferro e una rete metallica e garantire uno spazio adeguato per potersi muovere con facilità all'interno. E' bene valutare anche la vicinanza a una fontana o rubinetto dell'acqua in modo da poter assicurare un'irrigazione costante e idonea alle piante coltivate.

3. Selezionare le tipologie di verdure

Balcone, Veranda & Terrazzo in stile  di Pop up Pallets
Pop up Pallets

pallet tuin Small: Little Planet

Pop up Pallets

Le tipologie di verdure da coltivare sono innumerevoli; bisogna considerare il tipo di terreno dell'orto e il clima della zona in cui si vive. Ad esempio la lattuga è una verdura molto utilizzata nella dieta mediterranea, facile da coltivare, infatti basterà il giusto terreno e un'irrigazione non eccessiva  per ottenere in fretta un raccolto rigoglioso. Il clima più idoneo è quello primaverile ma è una piante resistente anche a temperature più basse. Altra tipologia ampiamente diffusa è lo spinacio, resistente a climi piuttosto rigidi, non adatta a zone particolarmente secche e aride, ha bisogno di un terreno ben drenato ricco di sostanze nutritive. Entrambe queste tipologie di verdure posso essere coltivate anche in vaso e, con una corretta esposizione solare e un'adeguata irrigazione e concimazione, daranno risultati soddisfacenti.

4. Creare un orto verticale

Se lo spazio è inadeguato e insufficiente è possibile pensare di creare un orto verticale, cioè pensare di sistemare vasi e contenitori in verticale, su diversi ripiani e  scaffali in legno, in plastica o in ferro che possono accogliere molti piccoli vasetti ognuno dei quali può ospitare diverse specie di ortaggi.Questa soluzione è un'alternativa valida che ottimizza lo spazio a disposizione e permette la coltivazione di un numero maggiore di ortaggi e verdure. Per gestire e rendere funzionale un orto verticale servono pochi attrezzi, semplici da usare e comodi da trovare: rastrello, innaffiatoio, paletta e vasi di diverse dimensioni.

5. Scegliere gli ortaggi da coltivare

Quando si decide di creare un orto in giardino bisogna fare una cernita e scegliere quali ortaggi si ha intenzione di coltivare. Sopratutto quando si è alle prime armi meglio optare per quelli che richiedono poche attenzioni e sono facilmente gestibili. Per esempio i pomodori i cui semi vanno piantati nel terreno a una distanza l'uno dall'altro di 30 cm circa, per permettere alla pianta di crescere adeguatamente, hanno bisogno di un'esposizione diretta al sole e di essere innaffiati un paio di volte alla settimana; i ravanelli, pianta dal ciclo vegetativo molto veloce, la cui semina va effettuata tra aprile e luglio, hanno bisogno di un'irrigazione non abbondante ma frequente perché temono la siccità. Scegliendo gli ortaggi giusti e ponendo un'adeguata attenzione è possibile avere un orto florido e ricco.

6. Utilizzare i vasi

Per ottimizzare lo spazio si può pensare di coltivare e piantare ortaggi ed erbe aromatiche anche in vasi. Le dimensioni del vaso dipendono da cose si vuole coltivare: per esempio per la lattuga meglio vasi rettangolari e bassi, invece per i pomodori è più adatto un vaso più profondo, mentre vasi di medie dimensioni saranno perfetti per le erbe aromatiche. E' bene, poi, procurarsi del terriccio per piantare i semi mescolandolo con della sabbia, che favorisce il drenaggio del terreno. Bisogna inoltre assicurare un'irrigazione costante e adeguata e utilizzare anche del concime per nutrire meglio il terreno e quindi le piante.

Cosa ne pensate a riguardo? Lasciate un commento!
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!