Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Alziamo il volume!

Germana Invigorito Germana Invigorito
Google+
Loading admin actions …

C'era una volta una splendida dimora dove le note musicali vivevano indisturbate. Si trovava proprio lì, tra le colline della Valpolicella, dove di lì a poco nascevano le Prealpi Veronesi. In quella casa regnava l'allegria, e una melodia adatta ad ogni occasione faceva da sottofondo al susseguirsi dei giorni. Era la casa della musica..

Ebbene si, non stiamo affatto scherzando! Quella che stiamo per presentarvi è una struttura interamente dedicata alla musica, in particolare quella rock, la preferita del proprietario, un medico che ha deciso di creare nel suo giardino un vero e proprio angolo di paradiso dove potersi dedicare anima e corpo alla sua più grande passione. Totalmente costruita in pietra, la nuova struttura è collegata all'edificio preesistente grazie alla soletta della vecchia terrazza che, attraverso pochi gradini, si congiunge con la copertura della nuova struttura anch'essa utilizzata come terrazza. Il progetto è stato realizzato dagli esperti dello Studio di architettura Zanoni associati, e questo è il risultato:

La struttura

La nuova struttura si sviluppa su due piani.

Il piano terra è interamente rivestito da pietra di Prun levigata, e accoglie un piccolo ingresso, la sala d'incisione, quella di mixaggio e due bagni.

Il primo piano invece, altro non è che una terrazza di collegamento, anch'essa rivestita in pietra di Prun, dalla quale emerge un'ambiente trasparente dedicato alla meditazione.

La terrazza

La terrazza di copertura è connessa a quella della vecchia struttura grazie a quattro gradini bassi, alla destra dei quali è stata progettata una particolarissima fontana caratterizzata da più vasche comunicanti.

Dettaglio del pavimento in terrazza

La pavimentazione della terrazza è un richiamo al tema dell'intera struttura, la musica. La pietra chiara presenta infatti un particolare inserto in ottone che riproduce una spirale perfetta, la quale, proprio come la musica, si diffonde verso l'esterno, valicando i confini della terrazza stessa e proseguendo con delle pietre allineate anche nel giardino sottostante.

Sala di meditazione

La sala dedicata alla meditazione è uno degli ambienti più particolari dell'intera struttura. Presenta un ambiente centrale dove è stato disposto un tradizionale tatami, e proprio accanto a quest'area sorge un massiccio camino in pietra nera. Ma il meglio deve ancora venire. Sul soffitto, proprio in corrispondenza del tatami, è stato istallato un lucernario apribile, così da ammirare la bellezza del firmamento nella tranquillità della propria abitazione.. un vero lusso.

Scala interna

La sala di incisione presenta due accessi diversi, uno esterno alla struttura, l'altro interno. Quest'ultimo consiste in una rampa di scale che collega la sala di meditazione al primo piano alla sala di mixaggio sita al piano terra. Da qui, attraverso pochi gradini si ha accesso alla sala di incisione.

Un luogo inviolabile

Qui, un doppio serramento ci separa dalla sala d'incisione. Il primo è proprio questo in foto. Si tratta di un elemento con doppia valenza, una insonorizzante, l'altra scenica. Questa porta infatti, è stata rivestita in ottone e presenta delle borchie a vista, mentre sulla sua sommità un bassorilievo raffigura la morte e un'iscrizione che recita: “INSIGNES MUSICI SALVE VOS SOLUM CHOREA EXPECTAT”.

La sala d'incisione

La sala di incisione è stata progettata ad una quota più bassa rispetto agli altri ambienti, e questo per far si che l’altezza interna fosse di circa 3.30 metri, misura stabilita dalle leggi fisiche che regolano l’acustica. Essendo una sala di incisione professionale, è stata progettata in modo tale da essere isolata acusticamente dal resto dell'edificio. Ciò si è ottenuto grazie alla realizzazione di tre strutture autoportanti, una in cemento armato, una in mattoni e una in cartongesso, separate tra loro da materiale fonoassorbente. Grande attenzione è stata posta nella disposizione delle aperture, posizionate in modo da non creare allineamenti tra loro e inficiare l’isolamento acustico dell’ambiente. Infine, un impianto tecnologico avanzato è in grado di filmare e registrare ciò che accade in sala, e di proiettarlo su di uno schermo a scomparsa visibile dalla terrazza al primo piano. Geniale no?

Se questo progetto vi è piaciuto, scoprite anche Uno studio di registrazione come una casa.

Cosa ne pensate di questo incredibile progetto? Lasciate un messaggio.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!