Pensando al giardino: 6 idee per averne uno perfetto!

Guido Musante Guido Musante
Loading admin actions …

Tradizionalmente l'architettura è l'arte del costruire, del porre pietra su pietra, trave su colonna, dell'erigere muri e separare l'interno abitato dall'esterno. Eppure esiste anche un'architettura che non ha niente a che fare con muri e pilastri, ma che può profondamente condizionare il nostro modo di vivere lo spazio. Si tratta dell'architettura degli spazi aperti: una disciplina che negli ultimi 20 anni ha visto crescere l'interesse di settore e il numero di addetti specializzati nella pratica progettuale.

Disegnare gli spazi aperti è una attività sottile e delicata, che ha molto a che vedere con la sensibilità accesa nei confronti del paesaggio e degli elementi naturali, sul controllo di materiali e finiture, sulla misura delle attività umane. Si tratti del giardino di casa o di un grande parco, di un luogo pubblico o di un contesto più intimo e privato, l'architettura degli spazi aperti completa e amplifica il valoredell'architettura costruita e ci permette di vivere l'esterno un po' come se fossimo all'interno di una stanza arredata. E, come una stanza arredata, anche l'esterno potrà disporre dei propri arredi, delle diverse aree funzionali e vivere dei mille escamotage progettuali che la matita del progettista saprà tracciare.

Attenzione però: occorre sempre ricordare che il progetto non può tutto e che dovrà sempre essere integrato dalla sua libera interpretazione da parte degli utenti dello spazio. Ogni progetto deve essere aperto non solo nelle condizioni spaziali ma anche nelle modalità di interpretazione, che devono favorire al massimo la più ampia libertà di espressione. Solo così l'architettura degli spazi aperti potrà generare luoghi vibranti e poliedrici, privi di una staticità sotto vuoto e sperimentata solo su carta.

Il barbeque

Come accennato, lo spazio aperto può anche ospitare la “stanza” della cucina. Ne esistono di molte tipologie e dimensioni, ma la più diffusa e facilmente gestibile riguarda certamente quella dell'area barbeque. La prima scelta da fare per organizzare un'efficiente area barbeque è la collocazione, che deve essere tale da non rendere disturbo con i fumi alle altre zone del giardino, soprattutto in relazione all'orientamento delle correnti principali.

I più diffusi sul mercato sono i modelli di barbeque free-standing, non mancano tuttavia soluzioni fisse, anche di grande eleganza, come quella a parete illustrata nell'immagine sopra, proposta da Elemento 3.

​Una zona per sedersi

Giardino in stile in stile Moderno di Jusi Colour
Jusi Colour

Bisham Daybed

Jusi Colour

Come accennato, lo spazio aperto può essere considerato, dal punto di vista progettuale, alla stregua di una stanza arredata, priva del tetto. Più estesamente, si può considerare l'esterno in maniera analoga all'interno di un'intera casa, strutturato in più stanze che interagiscono senza separazione tra loro. La stanza all'aperto principale è certamente l'area “soggiorno”, che ha nella zona relax il suo cuore più significativo.

Molto ampia la scelta oggi disponibile sul mercato di mobili e complementi da esterno adatti a risolvere in maniera innovativa e originale questa porzione di spazio, con materiali capaci di resistere agevolmente agli agenti atmosferici. Nell'immagine: il set di divani Bisham Daybed, proposto da Jusi Colour.

​La piscina

Non tutti gli spazi esterni hanno la possibilità di poter inserire una piscina, ma quando si disporrà di una superficie utile sufficiente la sua realizzazione doterà il giardino di un elemento di vero arricchimento. Il mercato offre la possibilità di scegliere fra numerosissime tipologie, in tutte le forme e dimensioni.

Nell'immagine è presentata una piscina a sfioro, caratterizzata dal livello dell'acqua posto a filo del bordo. Un simile risultato è ottenuto attraverso la presenza di un canale sfioratore che circonda tutto il perimetro della piscina e che indirizza l’acqua a una vasca di compenso che si trova tra la piscina e l’impianto di filtraggio.

​Il giardino

Con il termine giardino si intende, per esteso, l'area di spazio aperto posta a immediato ridosso di un'abitazione. Eppure non tutti gli spazi aperti possono essere considerati dei veri giardini. Un giardino, per essere tale comporta infatti la presenza di un progetto, che ne orienti e gestisca la disposizione e le caratteristiche degli elementi naturali esattamente alla stregua degli elementi architettonici in una casa.

Tra le molte tipologie possibili la scelta principale potrà essere destinata a una fra le due principali impostazioni per l'architettura dei giardini: il modello all'inglese, che interpreta l'idea del bosco nella quale la natura è lasciata libera e selvaggia, e quello all'italiana nel quale domina il tema del disegno e del controllo della mano umana su tutti gli elementi naturali.

​L'illuminazione per le lunghe serate estive

​Giardino in Toscana: La campagna in giardino, il giardino in campagna.: Giardino in stile in stile Mediterraneo di STUDIO MORALDI
STUDIO MORALDI

​Giardino in Toscana: La campagna in giardino, il giardino in campagna.

STUDIO MORALDI

Come ogni spazio abitato, anche lo spazio aperto si presta per poter essere vissuto per un tempo esteso, naturalmente soprattutto nelle stagioni calde. A tale scopo sarà fondamentale predisporre un adeguato sistema di illuminazione, che fornisca la giusta dose di visibilità senza risultare nel contempo eccessivamente invasivo per gli elementi naturali.

​E per i bambini…

Naturalmente lo spazio aperto è anche il loro regno, quello dei bambini! Ogni bambino è dotato di una capacità naturale di interpretare lo spazio e i suoi elementi, costruendovi storie. Sarà perciò consigliabile dotare il giardino di elementi di gioco per l'infanzia, ma senza eccedere nella loro presenza, che offuscherebbe la libera creatività spaziale dei più piccoli.

House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!