Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Creare un meraviglioso giardino selvatico: 6 idee per cominciare

Sabrina Tassini – homify Sabrina Tassini – homify
Loading admin actions …

Ascoltare la natura è un istinto che, soprattutto nella creazione di uno spazio outdoor, sarebbe consigliato assecondare e seguire pedissequamente. Sono tante le buone ragioni quante le applicazioni che il cosiddetto pollice verde non può di certo trascurare. Il senso di libertà che deriva dagli elementi naturali, ad esempio, è difficilmente barattabile con artificiosi complementi d'arredo che, seppur esteticamente belli e di tendenza, nulla hanno a che vedere con piante spontanee, fiori, cespugli e piccoli angoli bucolici lasciati intoccati. Il giardino selvatico ci rende parte di un tutt'uno green e sereno, che fonda su solide basi biologiche la sua filosofia intrinseca, lasciando a chi lo cura, l'attenzione per la scelta delle componenti iniziali con cui comporlo, la loro eventuale disposizione e la sua manutenzione, ma appunto in maniera naturale. 

Riproporlo per abbellire ad esempio una casa collocata in un contesto cittadino non è comunque semplice pur sembrandolo. Ecco che la scelta dei materiali giusti, l'equilibrio tra incontaminato e controllato, la quantità di piante ed elementi e la sua gestione, sono tutte questioni da ponderare e stabilire correttamente. Vediamo allora 6 must immancabili nella creazione di un giardino selvatico.    

2. Piante e fiori

Scabiose e Girasoli, Buddleja e trifogli ma anche bocche di leone e maggiorana selvatica: queste e molte altre sono le piante e i fiori da far germogliare nel giardino selvatico, ad adornare quasi casualmente recinzioni, scalinate in pietra o piccoli elementi monumentali che costellano il vostro spazio. Non sradicate nemmeno eventuali erbacce o piccoli cespugli che vi appaiono tali, potrebbero infatti essere parte integrante e graziosa dell'insieme selvaggio così formato. Se volete arricchire il vostro giardino e la vostra attività di giardinaggio in generale, con divertimento e qualche spunto utile, datevi alla pazza gioia, o meglio, pianificate un attacco muniti delle cosiddette bombe di semi, facilmente riproducibili in casa utilizzando argilla e semi di fiori a piacimento in un mix di tipologie diverse del tutto non ponderato. L'effetto sparpagliato dovuto al lancio delle palline così create, che ne deriverà, sarà proprio quello di estrema libertà di movimento delle piante e di un miscuglio appunto selvatico e spontaneo assolutamente delizioso. Via libera anche a edera e gerani selvatici per arricchire la flora di colorazioni vivaci.

1. Luoghi adatti

Piccolo giardino di città: Giardino in stile  di Giardini Giordani
Giardini Giordani

Piccolo giardino di città

Giardini Giordani

Il giardino selvatico in quanto tale richiede gli spazi giusti, ancor di più dei giardini all'inglese tradizionali o in cui è possibile accostare elementi artificiali a elementi naturali. Lasciare totalmente alla mercè del passare del tempo senza curarsi della crescita delle piante che vi soggiornano dentro non è in tutti i casi consigliabile. Le potenziali location per ospitare questa particolare biodiversità sono varie: per incorniciare una splendida casa di campagna, per ricreare un piccolo angolo selvatico come suggestivo ingresso di un'abitazione rustica in periferia oppure per completare e donare un aspetto wild a un ambiente di nuova costruzione. L'immagine paesaggistica che ne deriverà in ciascuna collocazione sarà ugualmente intensa e d'effetto, sia che si tratti di una piccola porzione di giardino o dell'intero spazio verde a disposizione nell'outdoor.  

3. Materiali

Anche i materiali hanno il loro peso nella struttura di un giardino, in particolare in quello selvatico. Pietra, legno e ghiaia, protagonisti dei paesaggi naturali, di boschi e zone erbose, rientreranno perfettamente nel vostro spazio, ricreando ad hoc quell'apparente senso di incontaminato e mistico tipico di giardini dimenticati e nascosti, al confine tra realtà e fiaba. Ricordatevi di optare sempre per materiali naturali al cento per cento, per stimolare anche il proliferare di piccoli animaletti selvatici, tra uccelli, ricci e rane. Un esempio significativo potrebbe proprio essere l'esterno di Villa Grisostomi in cui un insolito aspetto bucolico accoglie la scalinata in pietra vagamente consunta dal tempo e dal calpestio. 

4. Figure

Piccole statue, vasi in cotto, monumenti e gradinate non potranno mancare all'interno del vostro giardino selvatico, soprattutto se in parte ricoperti da edere o pronti per essere rivestiti col passare del tempo da piante rampicanti o erba cresciuta spontaneamente. Avrete così creato non solo uno spazio outdoor da ammirare e in cui trascorrere il tempo libero open air ma anche un vero e proprio tempio outdoor in cui scoprire ogni giorno, piante sapori, colori e odori differenti assaporando la natura proprio nella sua veste selvatica ma affiancata da figure di carattere scultoreo. 

5. Elementi

Oltre al lato estetico che, inutile negare, è da tenere in considerazione anche quando trattiamo con un giardino selvatico, non possiamo prescindere dal lato pratico e funzionale, in particolare se non disponiamo di ulteriori spazi garage o tettoie sotto cui dare vita a salottini e angoli relax. Alcuni elementi must have non potranno a questo punto trovare altra collocazione che il bel mezzo del giardino selvatico. Per rendere il tutto più omogeneo e far sì che gazebo artificiali o altre strutture non intacchino il verde spontaneo ecco che potremmo optare per direzionare la crescita di piante rampicanti proprio su tralicci, innesti e pali in modo da camuffare la loro origine ferrosa e fittizia. Ruscelletti, piccoli stagni e gabbiette per ospitare eventuali animaletti che verranno a insidiarsi una volta germogliato il giardino, saranno poi altri magici elementi che se scelti in tonalità neutre, fungeranno da valore aggiunto.

6. Manutenzione

C'è ma non si vede, dovrà essere il motto che alimenta la manutenzione del giardino selvatico. L'aspetto legato alla sua cura e al mantenimento di un certo ordine per non far prendere il sopravvento a fastidiosi animaletti o arbusti troppo invasivi è indubbiamente più modesto e meno impegnativo rispetto ad altri giardini che fanno della bellezza ordinata il loro credo, ma non per questo del tutto assente. Buona norma in questi casi è non utilizzare pesticidi e insetticidi chimici che possano in qualche modo danneggiare piante e animali, ma solo componenti naturali, tattiche ingegnose ma che non prevedono il dispiegamento di miscugli artificiali, ad esempio per evitare il proliferare di insetti. Seppur la regola di base sia lasciare intoccato il più possibile l'ambiente, dovremo comunque provvedere a potare di tanto in tanto alcune piante che richiederebbero a lungo andare di ricoprire o offuscare interamente altre componenti, in particolare se abbiamo predisposto all'interno del giardino un'area relax. 

Cosa ne pensate? Lasciateci i vostri commenti.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!